Opzioni di ricerca
Home Media Facciamo chiarezza Studi e pubblicazioni Statistiche Politica monetaria L‘euro Pagamenti e mercati Lavorare in BCE
Suggerimenti
Ordina per

Rapporto sulla consultazione pubblica su un euro digitale

Un euro digitale può avere successo soltanto se risponde alle esigenze dei cittadini europei

Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo

Abbiamo posto al pubblico 18 domande per conoscere le opinioni sui benefici e sulle sfide dell’introduzione di un euro digitale e sulle sue possibili caratteristiche. La nostra consultazione pubblica si è svolta dal 12 ottobre 2020 al 12 gennaio 2021.

La sintesi delle 8.221 risposte ricevute è presentata in questo rapporto. Fornirà un contributo importante alle riflessioni del Consiglio direttivo quando, a metà 2021, deciderà se avviare un progetto su un euro digitale per studiare formalmente possibili configurazioni e utilizzo.

Hub: Un euro digitale

Opinioni dei partecipanti alla consultazione pubblica

Privacy, sicurezza e possibilità di pagare in tutta l’area dell’euro sono fondamentali

La privacy è considerata l’aspetto più rilevante di un euro digitale sia dai cittadini che dai professionisti. Un euro digitale dovrebbe anche essere sicuro, a basso costo e facile da usare nell’intera area dell’euro.

Approfondisci
L’integrazione nelle attuali soluzioni di pagamento è importante

Gli intermediari autorizzati dovrebbero essere coinvolti nell’offerta di servizi in euro digitali. Sarebbero nella posizione migliore per fornire servizi innovativi ed efficienti, integrati nei sistemi bancari e di pagamento esistenti.

Approfondisci
Carte, portafogli digitali e smartphone potrebbero offrire funzionalità comparabili all’uso del contante

Tutte le attuali soluzioni hardware e software potrebbero essere adeguate per l’uso di un euro digitale e rendere le operazioni di pagamento simili a quelle in contante, purché continuino a garantire sicurezza.

Approfondisci

Presentazione dei risultati

Faremo del nostro meglio per assicurare che un euro digitale sia in linea con le aspettative dei cittadini emerse dalla consultazione pubblica, ha dichiarato Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo, alla presentazione dei risultati della consultazione pubblica alla Commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo il 14 aprile 2021.

Guarda l’audizione

Rapporto integrale

Esplora in dettaglio il Rapporto sulla consultazione pubblica su un euro digitale. Le risposte ricevute offrono un contributo prezioso all’Eurosistema per la valutazione in corso e le prossime decisioni su un possibile euro digitale.

Leggi il rapporto

I partecipanti in sintesi

La BCE svolge consultazioni pubbliche su svariati argomenti, per accrescere la trasparenza e dare ai cittadini, agli operatori di mercato e ad altri soggetti interessati nell’UE l’opportunità di esprimersi su tematiche e regolamentazione europee.

La partecipazione alle consultazioni pubbliche è facoltativa e riflette gli interessi e i punti di vista personali e professionali degli interpellati. Anche se il campione dei partecipanti non è statisticamente rappresentativo della popolazione dell’area dell’euro, le risposte forniscono un contributo prezioso alle riflessioni dell’Eurosistema su un euro digitale.

  • I partecipanti si sono qualificati per il 94% come cittadini e per il 6% come professionisti, di cui un terzo come imprese tecnologiche.
  • Tra i cittadini gli uomini costituiscono l’87% del totale.
  • Gran parte dei contributi proviene da tre paesi: Germania (47%), Italia (15%) e Francia (11%). Portogallo, Spagna, Austria, Belgio e Paesi Bassi hanno fornito tra l’1% e il 5% delle risposte ciascuno, mentre i rimanenti Stati membri meno dell’1% ciascuno.
GUARDA ANCHE

Contenuti correlati

Risultati della consultazione pubblica su un euro digitale

Comunicato stampa