Sottoscrizione del capitale

Ultimo aggiornamento: 30 gennaio 2020

Il capitale della BCE, che ammonta a 10.825.007.069,61 euro, è sottoscritto dalle banche centrali nazionali (BCN) di tutti gli Stati membri dell’UE.

Le quote di partecipazione delle BCN al capitale della BCE sono calcolate secondo uno schema che riflette il peso percentuale del rispettivo Stato membro nella popolazione totale e nel prodotto interno lordo dell’UE, due determinanti che incidono in pari misura. La BCE adegua le quote con cadenza quinquennale e ogni volta che si verifica un cambiamento del numero di BCN partecipanti al capitale della BCE, ossia le BCN degli Stati membri dell’UE. Gli adeguamenti sono effettuati sulla base dei dati forniti dalla Commissione europea.

Dall’avvio della Terza fase dell’Unione economica e monetaria, il 1o gennaio 1999, lo schema di sottoscrizione del capitale è stato modificato in otto occasioni: il 1o gennaio 2004, il 1o gennaio 2009, il 1o gennaio 2014 e il 1o gennaio 2019 per gli adeguamenti quinquennali; il 1o maggio 2004 per l’adesione all’UE di Repubblica Ceca, Estonia, Cipro, Lettonia, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Slovenia e Slovacchia; il 1o gennaio 2007 per l’ingresso nell’UE di Bulgaria e Romania; il 1o luglio 2013 per l’adesione all’UE della Croazia e il 1o febbraio 2020 per l’uscita dall’UE del Regno Unito.

BCN dei paesi dell’area dell’euro

L’ammontare sottoscritto e versato dalle BCN dei paesi dell’area dell’euro a valere sul capitale della BCE è pari a 7.583.649.493,38 euro, ripartiti come segue.

Contributi delle BCN dei paesi dell’area dell’euro al capitale della BCE(1)

Banca centrale nazionale Quota di partecipazione al capitale della BCE (in %) Quota di capitale versata (in €)

(1) A seguito dell’uscita della Bank of England dal Sistema europeo di banche centrali, le BCN dei paesi dell’area dell’euro verseranno interamente le loro quote aggiuntive in due rate annuali rispettivamente a fine 2021 e 2022 (cfr. il comunicato stampa della BCE pubblicato il 30 gennaio 2020 nel sito Internet della BCE).
2) Il totale e la somma dei singoli importi possono non quadrare per effetto degli arrotondamenti.
Nationale Bank van België/Banque Nationale de Belgique (Belgio) 2,9630 276.290.916,71
Deutsche Bundesbank (Germania) 21,4394 1.999.160.134,91
Eesti Pank (Estonia) 0,2291 21.362.892,01
Banc Ceannais na hÉireann/Central Bank of Ireland (Irlanda) 1,3772 128.419.794,29
Bank of Greece (Grecia) 2,0117 187.585.027,73
Banco de España (Spagna) 9,6981 904.318.913,05
Banque de France (Francia) 16,6108 1.548.907.579,93
Banca d’Italia (Italia) 13,8165 1.288.347.435,28
Central Bank of Cyprus (Cipro) 0,1750 16.318.228,29
Latvijas Banka (Lettonia) 0,3169 29.549.980,26
Lietuvos bankas (Lituania) 0,4707 43.891.371,75
Banque centrale du Luxembourg (Lussemburgo) 0,2679 24.980.876,34
Bank Ċentrali ta’ Malta/Central Bank of Malta (Malta) 0,0853 7.953.970,70
De Nederlandsche Bank (Paesi Bassi) 4,7662 444.433.941,02
Oesterreichische Nationalbank (Austria) 2,3804 221.965.203,55
Banco de Portugal (Portogallo) 1,9035 177.495.700,29
Banka Slovenije (Slovenia) 0,3916 36.515.532,56
Národná banka Slovenska (Slovacchia) 0,9314 86.850.273,32
Suomen Pankki - Finlands Bank (Finlandia) 1,4939 139.301.721,39
Totale(2) 81,3286 7.583.649.493,38

Gli utili e le perdite netti della BCE sono distribuiti tra le BCN dei paesi dell’area dell’euro conformemente all’articolo 33 dello Statuto del Sistema europeo di banche centrali e della Banca centrale europea:

Quadro giuridico

Ripartizione degli utili e delle perdite netti della BCE

33.1. L’utile netto della BCE deve essere trasferito nell’ordine seguente:

  1. un importo stabilito dal Consiglio direttivo, che non può superare il 20% dell’utile netto, viene trasferito al fondo di riserva generale entro un limite pari al 100% del capitale;
  2. il rimanente utile netto è distribuito fra i detentori di quote della BCE in misura proporzionale alle rispettive quote versate.

33.2. Qualora la BCE subisca una perdita, questa può essere ripianata mediante il fondo di riserva generale della BCE e se necessario, previa decisione del Consiglio direttivo, attingendo al reddito monetario dell’esercizio finanziario pertinente in proporzione e limitatamente agli importi ripartiti tra le BCN in conformità all’articolo 32.5.

BCN dei paesi non appartenenti all’area dell’euro

Le BCN degli otto Stati membri dell’UE non appartenenti all’area dell’euro sono tenute a versare una percentuale minima delle quote di capitale rispettivamente sottoscritte, a titolo di contributo ai costi operativi della BCE connessi alla partecipazione al Sistema europeo di banche centrali. Dal 29 dicembre 2010 tale contributo è pari al 3,75% della rispettiva quota complessiva di capitale sottoscritto. Il capitale versato alla BCE dalle BCN dei paesi non appartenenti all’area dell’euro ammonta a 75.794.263,89 euro, ripartiti come segue.

Contributi delle BCN dei paesi non appartenenti all’area dell’euro al capitale della BCE

Banca centrale nazionale Quota di partecipazione al capitale della BCE (in %) Quota di capitale versata (in €)
1) Il totale e la somma dei singoli importi possono non quadrare per effetto degli arrotondamenti.
Българска народна банка (Banca nazionale di Bulgaria) (Bulgaria) 0,9832 3.991.180,11
Česká národní banka (Repubblica Ceca) 1,8794 7.629.194,36
Danmarks Nationalbank (Danimarca) 1,7591 7.140.851,23
Hrvatska narodna banka (Croazia) 0,6595 2.677.159,56
Magyar Nemzeti Bank (Ungheria) 1,5488 6.287.164,11
Narodowy Bank Polski (Polania) 6,0335 24.492.255,06
Banca Naţională a României (Romania) 2,8289 11.483.573,44
Sveriges riksbank (Svezia) 2,9790 12.092.886,02
Totale(1) 18,6714 75.794.263,89

Le BCN dei paesi non appartenenti all’area dell’euro non hanno titolo a partecipare alla distribuzione degli utili, né sono tenute al ripianamento delle perdite della BCE.

Comunicati stampa