Banconote danneggiate

Le banconote in euro devono essere autentiche e di elevata qualità per godere della fiducia dei cittadini. Le banche centrali nazionali (BCN) verificano quindi l’autenticità di tutti i biglietti e si accertano che non siano danneggiati o sporchi prima di reimmetterli in circolazione.

Le BCN dispongono di apparecchiature completamente automatizzate per il controllo e la selezione delle banconote ricevute, al fine di preservare standard qualitativi elevati. Nel 2010 le BCN hanno giudicato non idonei alla circolazione, e quindi sostituito, circa 5,8 miliardi di biglietti. Le banconote sporche o danneggiate vengono distrutte.

Le BCN dei paesi dell’area dell’euro provvedono alla sostituzione dei biglietti in euro non integri o danneggiati (ad esempio parzialmente bruciati, tagliati o logori) che soddisfino determinati criteri. A titolo di esempio, una BCN sostituirà una banconota in euro danneggiata se viene presentata più della metà della stessa o si può dimostrare che la parte mancante (più grande) sia andata distrutta. Le banconote mutilate o danneggiate intenzionalmente non sono rimborsate.

In linea di massima, la sostituzione è gratuita. Si applica una commissione per le banconote in euro danneggiate accidentalmente da dispositivi antifurto.

Per ulteriori informazioni:

Il recapito postale della propria banca centrale nazionale può essere controllato nel rispettivo sito Internet.