Progettazione energetica

Progettazione energetica

© Robert Metsch

Sin dalle prime fasi del concorso di progettazione della sua nuova sede, la BCE si è posta dichiaratamente l’obiettivo di conseguire un’efficienza energetica superiore del 30% a quanto previsto dall’Energieeinsparverordnung del 2007 (decreto sul risparmio energetico) vigente in Germania. A tal fine sono state esplorate e analizzate tutte le possibilità, soprattutto riguardo alle facciate e agli impianti tecnici. La progettazione energetica che ne è risultata presenta le seguenti caratteristiche.

Raccolta di acqua piovana

© Robert Metsch

Il tetto della Grossmarkthalle ha un’estensione di circa 10.000 m2. Su questa superficie sarà installato un sistema per la raccolta di acqua piovana, che potrà essere riutilizzata per l’irrigazione del giardino, quando non piove a sufficienza, e per i servizi igenici dell’edificio.

Recupero termico

Il calore residuo generato dal centro informatico sarà convogliato in un impianto di riscaldamento a soffitto per la climatizzazione degli uffici. La nuova sede della BCE sarà collegata al sistema altamente efficiente di cogenerazione di energia elettrica e termica del Comune di Francoforte.

Efficienza dell’isolamento

Le superfici della Grossmarkthalle, ossia il tetto e le finestre, saranno isolate in modo da creare un involucro termico tra l’esterno e le aree interne, quali la mensa per il personale e le sale conferenze. Questi spazi avranno un microclima proprio, essendo integrati nella hall come singoli edifici con una soluzione “casa nella casa”.

Ventilazione naturale degli uffici

I sistemi di ventilazione centrale saranno integrati da motori incorporati nelle facciate dell’edificio che consentiranno l’aerazione diretta naturale degli uffici. Il personale potrà quindi lavorare in ambienti ventilati in modo naturale e ricorrere all’aerazione meccanica solo se lo desidera. Inoltre, si potrà percepire meglio l’ambiente esterno all’edificio. Per verificare la fattibilità e la funzionalità della soluzione progettuale delle facciate è stato costruito un modello dimostrativo. I test condotti hanno confermato che la soluzione proposta è realizzabile e funzionale.

Schermatura solare efficiente e illuminazione a basso consumo energetico

Per evitare che gli edifici assorbano troppo calore dal sole, le facciate saranno dotate di schermi solari / protezione anabbagliante ad alta efficienza.

Un altro modo di risparmiare energia consiste nel ricorrere alla luce naturale. Negli uffici saranno installati sensori di luce diurna, grazie ai quali l’illuminazione si spegnerà automaticamente quando vi è abbastanza luce esterna. Sono stati effettuati molti studi sull’illuminazione artificiale degli uffici, dell’atrio e della Grossmarkthalle; questi ambienti saranno adeguatamente illuminati in maniera efficiente a qualsiasi ora.

Climatizzazione a energia geotermica

I costi energetici dell’edificio sono ulteriormente ridotti grazie al circuito geotermico incorporato nei pilastri di fondazione, che arrivano a circa 30 metri di profondità fino a raggiungere la roccia di base. Il circuito, connesso all’impianto idraulico e alle pompe di calore della centrale, consente di estrarre dal suolo calore in inverno e fresco in estate.

Per minimizzare il numero di sistemi tecnici e la quantità di energia necessaria, alcuni ambienti, quali l’atrio e gli spazi aperti della Grossmarkthalle, non saranno climatizzati, ma fungeranno invece da cuscinetto climatico e zona di transizione tra l’esterno e l’interno.

Il 4 gennaio 2003 è entrata in vigore la Direttiva 2002/91/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2002, sul rendimento energetico nell’edilizia. Il 1° ottobre 2007 il governo tedesco ha varato le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie a recepire la direttiva. La nuova sede della BCE rappresenta in Germania il primo grande progetto edilizio conforme ai requisiti richiesti.