European Central Bank - eurosystem
Opzioni di ricerca
Home Media Facciamo chiarezza Studi e pubblicazioni Statistiche Politica monetaria L’euro Pagamenti e mercati Lavorare in BCE
Suggerimenti
Ordina per

Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Gennaio-febbraio 2022

18 febbraio 2022

Operazioni di mercato

Concessione di credito infragiornaliero a controparti idonee dell’Eurosistema con accesso limitato alle operazioni di politica monetaria

Il 27 gennaio il Consiglio direttivo ha approvato un approccio armonizzato per l’accesso al credito infragiornaliero in Target2 e al servizio di auto-collateralizzazione di Target2-Securities da parte di controparti idonee dell’Eurosistema il cui accesso alle operazioni di politica monetaria è stato limitato per motivi prudenziali o in seguito a un’inadempienza. Il Consiglio direttivo ha altresì deciso di consentire alle controparti idonee dell’Eurosistema soggette a una limitazione dell’accesso di fare ricorso alle operazioni di rifinanziamento marginale in caso di mancato rimborso a fine giornata del credito infragiornaliero oltre i limiti vigenti, con l’applicazione di una penale. Maggiori dettagli in merito a tali modifiche saranno resi noti intorno alla metà del 2022 nell’ambito nell’imminente aggiornamento 2021/2022 degli indirizzi sull’attuazione della politica monetaria.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Pubblicazione di un piano di azione organico per tenere conto delle raccomandazioni in seguito agli incidenti che hanno riguardato i servizi Target nel 2020

Il 16 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha approvato la pubblicazione di un piano di azione organico per tenere conto delle raccomandazioni emerse da una verifica indipendente che esso aveva commissionato nel novembre 2020, in seguito ai cinque principali incidenti che avevano riguardato Target2 e Target2-Securities nel 2020. Nel corso del 2021 sono già state disposte e attuate misure sulla scorta di varie raccomandazioni; le rimanenti troveranno perlopiù applicazione entro la fine del 2022. Gli operatori di mercato saranno tenuti al corrente degli sviluppi. Il piano di azione e il relativo comunicato stampa sono reperibili sul sito Internet della BCE.

Esercizio di classificazione periodico dei sistemi di pagamento dell’area dell’euro

Il 17 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha approvato gli esiti dell’esercizio di classificazione periodico relativo ai sistemi di pagamento sulla base dei dati 2018 e 2019. Questo riesame annuale ha lo scopo di individuare i sistemi di pagamento nell’area dell’euro classificabili come sistemi di pagamento di importanza sistemica (systemically important payment systems, SIPS) e pertanto soggetti al regolamento SIPS, nonché quelli classificabili come sistemi di pagamento di importo rilevante non aventi importanza sistemica o sistemi di pagamento al dettaglio non aventi importanza sistemica. Gli esiti dell’esercizio di classificazione saranno pubblicati sul sito Internet della BCE nel primo trimestre del 2022.

Aggiornamento periodico della documentazione riguardante il modello di banche centrali corrispondenti (CCBM)

Il 17 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha approvato le versioni aggiornate del manuale delle procedure per il CCBM e del documento CCBM – Procedures for Eurosystem counterparties e ne ha autorizzato la pubblicazione. La documentazione riguardante il CCBM è sottoposta a regolare revisione e aggiornamento. Con l’attuale revisione sono stati introdotti cambiamenti fattuali specifici per paese e una serie di aggiornamenti per descrivere la gestione delle penali pecuniarie nel quadro del regime della disciplina del regolamento previsto dal CSDR (regolamento sui depositari centrali). La documentazione aggiornata sarà consultabile a breve nel sito Internet della BCE.

Rapporto consultivo sull’emissione e collocazione del debito nell’Unione europea

Il 17 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha preso atto del rapporto consultivo sull’emissione e collocazione del debito nell’Unione europea, stilato dal gruppo di contatto per il mercato delle emissioni di debito (Debt Issuance Market Contact Group, DIMCG), e ne ha approvato la pubblicazione. Il DIMCG era stato istituito dal Consiglio direttivo nell’aprile 2020 quale sede temporanea per l’individuazione delle problematiche che precludevano ulteriori miglioramenti in termini di efficienza e integrazione nell’ambito dell’emissione e della collocazione iniziale del debito. I suoi lavori, a cui hanno contribuito tutte le principali parti interessate della catena del valore europea dell’emissione del debito, sono stati coordinati dalla BCE. Il rapporto mette in luce i potenziali rischi, costi e inefficienze nel panorama attuale ed esplora possibili modalità di armonizzazione e miglioramento dell’efficienza dell’emissione e collocazione iniziale del debito in Europa. Il rapporto e il relativo comunicato stampa sono disponibili sul sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo alla messa a disposizione dei consumatori di un’opzione di pagamento elettronico in Belgio

Il 22 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2021/38, formulato su richiesta del governatore della Nationale Bank van België/Banque Nationale de Belgique.

Parere della BCE relativo alla partecipazione dell’Italia ai programmi del Fondo monetario internazionale: Poverty Reduction and Growth Trust e alleggerimento del debito per il Sudan

Il 28 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2021/39, richiesto dal Ministero dell’economia e delle finanze italiano.

Parere della BCE relativo a una proposta di regolamento che stabilisce regole armonizzate sull’intelligenza artificiale

Il 29 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2021/40, elaborato su richiesta del Consiglio dell’Unione europea.

Parere della BCE relativo all’adesione dell’Irlanda all’accordo di prestito denominato New Arrangements to Borrow con il Fondo monetario internazionale

Il 5 gennaio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/1, richiesto dal ministro delle finanze irlandese.

Parere della BCE sull’istituzione da parte della Banc Ceannais na hÉireann/Central Bank of Ireland di una banca dati relativa alle cassette di sicurezza e ai conti bancari e di pagamento

Il 7 gennaio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/2, formulato su richiesta del ministro delle finanze irlandese.

Parere della BCE su una proposta di modifica del Regolamento (UE) n. 575/2013 relativo ai requisiti prudenziali per gli enti creditizi e le imprese di investimento per quanto riguarda la risoluzione

Il 13 gennaio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/3, richiesto dal Consiglio dell’Unione europea e dal Parlamento europeo.

Parere della BCE relativo a una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un’Autorità per la lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo

Il 16 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/4 formulato su iniziativa della BCE.

Parere della BCE relativo a una proposta di direttiva e di regolamento sulla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo

Il 16 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2022/5, elaborato su richiesta del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione europea.

Governance interna

Rinnovo del mandato dei membri del Comitato per le infrastrutture di mercato

Il 22 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha deciso di rinnovare di un anno, fino al 31 maggio 2023, il mandato degli attuali membri del Comitato per le infrastrutture di mercato (Market Infrastructure Board, MIB). Il MIB è incaricato della gestione corrente di Target2 Securities (T2S) e degli altri servizi Target e interagisce con gli operatori di mercato attraverso le strutture di governo di T2S.

Nuovo membro del Comitato per le infrastrutture di mercato

Il 20 gennaio il Consiglio direttivo ha designato Salvatore Luigi Alonzo, Capo Servizio Sistema dei Pagamenti della Banca d’Italia, quale membro del Comitato per le infrastrutture di mercato in rappresentanza della Banca d’Italia, fino al 31 maggio 2023, in coincidenza con lo scadere dei mandati di tutti gli altri membri del MIB. Salvatore Luigi Alonzo subentra a Giandomenico Scarpelli, in seguito al suo pensionamento.

Bilancio della BCE per l’esercizio 2021

Il 16 febbraio il Consiglio direttivo ha approvato il bilancio della BCE, sottoposto a revisione, per l’esercizio finanziario 2021. Il bilancio è stato pubblicato il 17 febbraio, unitamente a un comunicato stampa, sul sito Internet della BCE.

Maggiore trasparenza dei pareri del Comitato etico della BCE

Il 16 febbraio il Consiglio direttivo ha deciso di ampliare la portata della pubblicazione proattiva dei pareri emessi dal Comitato etico della BCE in merito ad attività private previste da soggetti che rivestono o rivestiranno alte cariche in seno all’istituzione, comunicate a decorrere da gennaio 2022. Con questa misura aggiuntiva sul piano della trasparenza, il Consiglio direttivo sottolinea il proprio impegno a favore di una condotta corretta e una buona governance.

Statistiche

Modifiche all’Indirizzo relativo alle statistiche sulle voci di bilancio e alle statistiche sui tassi di interesse delle istituzioni finanziarie monetarie

Il 6 gennaio il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo (UE) 2022/67 (BCE/2022/1) che modifica l’indirizzo (UE) 2021/830 (BCE 2021/11) relativo alle statistiche sulle voci di bilancio e alle statistiche sui tassi di interesse delle istituzioni finanziarie monetarie. Le modifiche, introdotte per motivi di chiarezza, sono di natura tecnica. Sono entrate in vigore il 1o febbraio 2022.

Rapporto annuale 2020 sulla tutela della riservatezza delle informazioni statistiche individuali raccolte dalla BCE con l’ausilio delle BCN

Il 10 febbraio il Consiglio direttivo ha approvato il rapporto annuale sulla tutela della riservatezza delle informazioni statistiche individuali raccolte dalla BCE, con l’ausilio delle banche centrali nazionali (BCN), e ha autorizzato la pubblicazione di una sintesi. Il documento prende in esame l’applicazione delle regole comuni e norme minime definite dalla BCE per prevenire la divulgazione illecita e l’utilizzo non autorizzato di informazioni statistiche di natura riservata. La conclusione a cui si giunge è che il Sistema europeo di banche centrali continua ad assicurare la debita protezione di tali informazioni applicando le necessarie misure e che non si sono verificati incidenti nel corso del 2020. La sintesi sarà reperibile a breve sul sito Internet della BCE.

Banconote e monete

Modifiche all’Indirizzo sull’istituzione del Sistema di produzione e appalto di banconote in euro dell’Eurosistema

Il 17 dicembre 2021 il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo (UE) 2021/2322 (BCE/2021/56) che modifica l’indirizzo (UE) 2015/280 (BCE 2014/44) sull’istituzione del Sistema di produzione e appalto di banconote in euro dell’Eurosistema. Con le modifiche apportate, si precisano ulteriormente le disposizioni interne che assicurano la completa separazione tra i conti di una stamperia pubblica e quelli della rispettiva autorità pubblica (“principio di piena concorrenza”) e si chiariscono le opzioni di cooperazione orizzontale disponibili per una BCN che chiuda la propria stamperia.

Vigilanza bancaria della BCE

Conformità agli orientamenti dell’ABE sulla violazione dei limiti delle grandi esposizioni

Il 17 dicembre 2021 il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di comunicare all’Autorità bancaria europea (ABE) che la BCE si conforma, per gli enti significativi sottoposti alla sua vigilanza diretta, agli Orientamenti dell’ABE che specificano i criteri di valutazione dei casi eccezionali in cui gli enti superano i limiti delle grandi esposizioni di cui all’articolo 395, paragrafo 1, del Regolamento (UE) n. 575/2013, nonché il periodo e le misure per il ritorno alla conformità a norma dell’articolo 396, paragrafo 3, del Regolamento (UE) n. 575/2013 (ABE/GL/2021/09). Questi orientamenti sono di ausilio alle autorità competenti nella valutazione delle violazioni dei limiti delle grandi esposizioni stabiliti dal regolamento sui requisiti patrimoniali (Capital Requirements Regulation, CRR) e intendono assicurare che tale valutazione si applichi in modo prudente e armonizzato, senza tuttavia compromettere la semplicità delle procedure.

Conformità agli orientamenti congiunti dell’ESMA e dell’ABE sulla valutazione dell’idoneità dei membri dell’organo di gestione e del personale che riveste ruoli chiave

Il 29 dicembre 2021 il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di comunicare all’ABE che la BCE si conforma, per gli enti significativi sottoposti alla sua vigilanza diretta, agli Orientamenti congiunti dell’ESMA e dell’ABE sulla valutazione dell’idoneità dei membri dell’organo di gestione e del personale che riveste ruoli chiave ai sensi della Direttiva 2013/36/UE e della Direttiva 2014/65/UE (ESMA35-36-2319 - ABE/GL/2021/06). Questi orientamenti hanno lo scopo di migliorare e armonizzare ulteriormente le valutazioni dell’idoneità all’interno dei settori finanziari dell’UE, al fine di assicurare che le istituzioni finanziarie siano dotate di solidi dispositivi di governance.

Decisione della BCE sulla trasmissione di informazioni di vigilanza

Il 19 dicembre 2021 il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di approvare la Decisione (UE) 2022/134 (BCE/2022/2) che stabilisce norme comuni sulla trasmissione da parte della Banca centrale europea di informazioni di vigilanza ad autorità e organi al fine di assolvere i compiti attribuitile dal Regolamento (UE) n. 1024/2013 del Consiglio.

Conformità agli orientamenti dell’ABE sulle prove di stress dei sistemi di garanzia dei depositi

Il 31 gennaio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di comunicare all’ABE che la BCE si conforma, per gli enti significativi sottoposti alla sua vigilanza diretta, agli Orientamenti dell’ABE sulle prove di stress dei sistemi di garanzia dei depositi ai sensi della direttiva 2014/49/UE (orientamenti sulle prove di stress degli SGD) (ABE/GL/2021/10). Gli orientamenti rivisti rafforzano ulteriormente l’attuale quadro di riferimento delle prove di stress degli SGD e la cooperazione tra questi ultimi e le diverse autorità.

Conformità agli orientamenti dell’ABE sugli indicatori dei piani di risanamento

Il 2 febbraio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di comunicare all’ABE che la BCE si conforma, per gli enti significativi sottoposti alla sua vigilanza diretta, agli Orientamenti dell’ABE sugli indicatori dei piani di risanamento (ABE/GL/2021/11). I nuovi orientamenti sostituiscono i precedenti Orientamenti dell’ABE sull’elenco minimo degli indicatori qualitativi e quantitativi dei piani di risanamento (ABE/GL/2015/02) e introducono indicazioni aggiuntive in merito ad alcune parti del quadro degli indicatori del piano di risanamento.

CONTATTI

Banca centrale europea

Direzione Generale Comunicazione

La riproduzione è consentita purché venga citata la fonte.

Contatti per i media