Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Settembre 2017

Operazioni di mercato

Divulgazione da parte dell’Eurosistema di un nuovo tasso di interesse overnight sui depositi privi di garanzia

Il 20 settembre il Consiglio direttivo ha deciso l’elaborazione di un tasso di interesse overnight sui depositi in euro privi di garanzia sulla base dei dati già disponibili all’Eurosistema. Il tasso di interesse, che sarà prodotto prima del 2020, si aggiungerebbe ai benchmark esistenti sviluppati dal settore privato e fungerebbe da tasso di riferimento alternativo. Gli elementi principali del nuovo tasso di interesse saranno resi noti agli operatori di mercato nel corso del 2018. Il relativo comunicato stampa è reperibile nel sito Internet della BCE unitamente al documento esplicativo di domande e risposte.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Policy dell’Eurosistema per l’individuazione e la sorveglianza dei fornitori di servizi critici alle infrastrutture dei mercati finanziari

Il 24 agosto il Consiglio direttivo ha approvato una policy destinata all’Eurosistema sull’individuazione e sulla sorveglianza dei fornitori di servizi critici alle infrastrutture dei mercati finanziari. La policy rende operativo il quadro di riferimento per le politiche di sorveglianza dell’Eurosistema in maniera armonizzata ed è applicabile ai fornitori che ricadono nel mandato giuridico dell’Eurosistema, segnatamente i sistemi di pagamento di importanza sistemica, quali Target2, EURO1, STEP2-T e CORE(FR), i sistemi di pagamento al dettaglio, i circuiti di carte e T2S.

Idoneità di nuovi sistemi di regolamento titoli e nuovi collegamenti diretti tra questi

Il 24 agosto il Consiglio direttivo ha ammesso, ai fini delle operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema, i tre sistemi baltici di regolamento delle operazioni in titoli (SRT) di Estonia, Lettonia e Lituania, che dopo la prevista fusione saranno gestiti dal nuovo sistema Nasdaq CSD. L’8 settembre il Consiglio direttivo ha ammesso un altro nuovo SRT gestito dal sistema slovacco Národný centrálny depozitár cenných papierov SR (NCDCP). Nella stessa data il Consiglio direttivo ha approvato anche l’idoneità di due nuovi collegamenti diretti – da LuxCSD al sistema Clearstream Banking AG (CBF) e da Interbolsa al sistema CBF – creati in vista dell’ultima finestra di migrazione a T2S. Mentre l’NCDCP è già stato aggiunto all’elenco della BCE che annovera gli accordi di regolamento idonei, gli SRT baltici e i nuovi collegamenti saranno ricompresi una volta operativi. L’elenco completo dei collegamenti idonei diretti e mediati è reperibile nel sito Internet della BCE.

Idoneità di ulteriori sistemi di deposito accentrato ai fini dell’accesso a T2S

Il 24 agosto il Consiglio direttivo ha ammesso Iberclear e Nasdaq CSD e il 14 settembre NCDCP ai fini dell’accesso ai servizi di T2S. Pertanto, Iberclear e Nasdaq CSD potrebbero migrare a T2S nell’ultima finestra, aperta con successo il 18 settembre scorso. Per NCDCP la migrazione è prevista per questo ottobre. L’elenco completo dei sistemi di deposito accentrato è pubblicato nel sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo a un requisito supplementare per l’ammortamento dei mutui ipotecari in Svezia

Il 4 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/29, richiesto dall’autorità svedese di vigilanza finanziaria (Finansinspektionen).

Parere della BCE relativo a un progetto di decisione sull’attuazione della politica monetaria della Hrvatska narodna banka

Il 4 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/30, formulato su richiesta della Hrvatska narodna banka.

Parere della BCE relativo a una legge sulle infrastrutture critiche in Slovenia

Il 14 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/31, richiesto dal ministero della difesa sloveno.

Parere della BCE sulla designazione della Central Bank of Cyprus quale autorità di informazione e sull’inclusione delle relative eccezioni all’obbligo del segreto bancario

Il 21 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/32, formulato su richiesta del ministero cipriota della giustizia e dell’ordine pubblico.

Parere della BCE relativo alla segnalazione di dati sul credito in Austria

Il 21 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/33, richiesto dal ministero delle finanze austriaco.

Parere della BCE relativo a un progetto di disposizioni legislative che modifica lo statuto organico della NBB riguardo al numero dei membri del consiglio della NBB

Il 24 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/34, formulato su richiesta del governatore della Nationale Bank van België/Banque Nationale de Belgique per conto del ministro delle finanze.

Parere della BCE relativo a modifiche al regime di vigilanza dei mercati finanziari in Austria

Il 25 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/35, richiesto dal ministero delle finanze austriaco.

Parere della BCE sul quadro giuridico per le obbligazioni garantite, la segnalazione di dati sul credito, i poteri e gli strumenti macroprudenziali e le procedure comuni MVU in Slovacchia

L’8 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/36, formulato su richiesta del ministero delle finanze slovacco.

Parere della BCE su compensazione e regolamento interbancari in Polonia

Il 20 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/37, richiesto dal Presidente della Narodowy Bank Polski.

Parere della BCE su una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo a un quadro di risanamento e risoluzione delle controparti centrali e recante modifica dei Regolamenti (UE) n. 1095/2010, (UE) n. 648/2012 e (UE) 2015/2365

Il 20 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2017/38, formulato su richiesta del Consiglio dell’Unione europea e del Parlamento europeo. Il parere sarà pubblicato a breve nel sito Internet della BCE.

Governance interna

Raccomandazione della BCE al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni del Banco de Portugal

Il 24 agosto il Consiglio direttivo ha adottato la Raccomandazione BCE/2017/24 al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni del Banco de Portugal. La raccomandazione, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, è disponibile nel sito Internet della BCE.

Raccomandazione della BCE al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni della Národná banka Slovenska

L’8 settembre il Consiglio direttivo ha adottato la Raccomandazione BCE/2017/27 al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni della Národná banka Slovenska. La raccomandazione, disponibile nel sito Internet della BCE, sarà pubblicata della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Vigilanza bancaria

Decisione della BCE che modifica la Decisione BCE/2014/29 relativa alla comunicazione alla Banca centrale europea di dati in materia di vigilanza segnalati alle autorità nazionali competenti dai soggetti vigilati ai sensi del Regolamento di esecuzione (UE) n. 680/2014 della Commissione

Il 3 agosto il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2017/23 che modifica la Decisione BCE/2014/29 relativa alla comunicazione di dati in materia di vigilanza segnalati alle autorità nazionali competenti dai soggetti vigilati. Gli emendamenti riflettono le modifiche apportate al sistema delle segnalazioni di vigilanza, a seguito dell’adozione del Regolamento di esecuzione (UE) 2016/2070 della Commissione, per quanto riguarda l’analisi comparativa dei modelli interni degli enti creditizi. La decisione, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, è disponibile nel sito Internet della BCE.

Pubblicazione di versioni non riservate delle valutazioni della BCE sullo stato di “dissesto” o sul “rischio di dissesto”

Il 14 agosto il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di approvare una policy in base alla quale le versioni non riservate delle valutazioni sullo stato di dissesto o sul rischio di dissesto verrebbero, in linea generale, rese note nel sito Internet della BCE. Tali valutazioni della BCE rappresentano accertamenti di vigilanza su una singola banca indirizzate al Comitato di risoluzione unico affinché questo possa effettuare la propria valutazione di risoluzione. Il Consiglio direttivo pertanto non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di approvare la pubblicazione delle valutazioni adottate dalla BCE riguardo a Banco Popular, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza sul sito Internet della BCE.

Conformità agli Orientamenti dell’ABE sugli obblighi di informativa ai sensi della parte otto del Regolamento (UE) 575/2013

Il 15 agosto il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di comunicare all’Autorità bancaria europea (ABE) che, per gli enti significativi soggetti alla sua vigilanza diretta, la BCE intende conformarsi agli Orientamenti sugli obblighi di informativa ai sensi della parte otto del Regolamento (UE) n. 575/2013 (ABE/GL/2016/11). In base alla proposta del Consiglio di vigilanza l’applicazione integrale degli orientamenti sarà limitata agli enti di importanza sistemica a livello mondiale (global systemically important institutions, G-SII) e agli altri enti di importanza sistemica (systematically important institutions (O-SII), mentre per gli enti significativi non aventi importanza sistemica sarebbero applicabili solo alcune parti degli orientamenti.

Regolamento della BCE che modifica il Regolamento (UE) 2015/534 sulla segnalazione di informazioni finanziarie a fini di vigilanza e Regolamento della BCE che stabilisce la data di applicazione del Regolamento (UE) 2017/1538 che modifica il Regolamento (UE) 2015/534 sulla segnalazione di informazioni finanziarie a fini di vigilanza (BCE/2017/25) per i soggetti vigilati meno significativi soggetti a discipline contabili nazionali

Il 25 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Regolamento (UE) 2017/1538 che modifica il Regolamento (UE) 2015/534 sulla segnalazione di informazioni finanziarie a fini di vigilanza (BCE/2017/25). Il regolamento stabilisce regole e procedure per la segnalazione di informazioni finanziarie da parte delle banche o dei gruppi bancari alle autorità di vigilanza competenti. Gli emendamenti riflettono soprattutto le modifiche regolamentari introdotte nella normativa dell’Unione per allineare le segnalazioni contabili (FINREP) ai requisiti dell’International Financial Reporting Standard 9 (IFRS 9), il nuovo standard internazionale di rendicontazione degli strumenti finanziari. Gli emendamenti colgono anche ulteriori modifiche e chiarimenti basati sull’esperienza maturata dopo l’adozione del regolamento. Tengono conto inoltre dei commenti ricevuti durante la consultazione pubblica sul regolamento. Il 25 agosto il Consiglio direttivo ha altresì adottato il Regolamento (UE) 2017/1539 che stabilisce la data di applicazione del Regolamento (UE) 2017/1538 che modifica il Regolamento (UE) 2015/534 sulla segnalazione di informazioni finanziarie a fini di vigilanza (BCE/2017/25) per i soggetti vigilati meno significativi soggetti a discipline contabili nazionali (BCE/2017/26). Il relativo comunicato stampa è reperibile nel sito Internet della BCE unitamente ai due atti giuridici.

Decisioni sull’irrogazione di sanzioni pecuniarie amministrative

Il 13 luglio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di comminare sanzioni pecuniarie amministrative a Permanent tsb Group Holdings plc per la violazione delle decisioni della BCE sull’imposizione di requisiti di liquidità specifici. Si rimanda al comunicato stampa divulgato il 28 agosto nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria. Un ulteriore comunicato stampa pubblicato il 15 settembre fornisce informazioni dettagliate sulle analoghe sanzioni irrogate a Banca Popolare di Vicenza S.p.A. in L.C.A.

Consultazione pubblica sui progetti di guida della BCE alla valutazione delle domande di autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria

Il 15 settembre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di avviare una consultazione pubblica su due progetti di guida della BCE, una sulla valutazione delle domande di autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria in generale, l’altra riguardante specificamente gli enti creditizi fintech. Finalità delle due guide è accrescere la trasparenza per i potenziali richiedenti autorizzazione e migliorare la loro comprensione della procedura e dei criteri applicati dalla BCE nella valutazione delle istanze. La consultazione pubblica dovrebbe essere avviata a breve per concludersi a novembre 2017.

Guida della BCE alla valutazione del carattere sostanziale delle estensioni e delle modifiche ai metodi IMM e A-CVA

Il 18 settembre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di pubblicare il testo finale della suddetta guida, unitamente al resoconto (feedback statement) che espone una valutazione dei commenti pervenuti durante la consultazione pubblica svoltasi fra dicembre 2016 e febbraio 2017. La guida fornisce una base per la valutazione del carattere sostanziale delle estensioni e delle modifiche al metodo dei modelli interni e al metodo avanzato per il calcolo del rischio di aggiustamento della valutazione del credito. La guida sarà consultabile prossimamente sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Contatti per i media