Opzioni di ricerca
Home Media Facciamo chiarezza Studi e pubblicazioni Statistiche Politica monetaria L‘euro Pagamenti e mercati Lavorare in BCE
Suggerimenti
Ordina per

Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Ottobre 2019

25 ottobre 2019

Operazioni di mercato

Proroga della linea di swap tra la BCE e la Banca centrale cinese

Il 18 settembre il Consiglio direttivo ha approvato un’ulteriore estensione di tre anni, fino all’8 ottobre 2022, dell’accordo di scambio di liquidità nelle reciproche valute (linea di swap) fra la BCE e la Banca centrale cinese. L’accordo prevede un volume massimo di 350 miliardi di renminbi cinesi e 45 miliardi di euro. Un comunicato stampa in merito è stato divulgato sul sito Internet della BCE in seguito al completamento della procedura di firma.

Nuova collocazione dei rating a breve termine di Fitch nella scala di rating armonizzata dell’Eurosistema

Il 4 ottobre il Consiglio direttivo ha approvato la nuova attribuzione dei rating a breve termine di Fitch “F1” ed “F3” alla classe di merito di credito 3 della scala armonizzata di rating dell’Eurosistema. Questa decisione scaturisce dall’esito del riesame periodico della collocazione dei rating delle agenzie esterne di valutazione del merito di credito nella scala di rating armonizzata dell’Eurosistema. Il riesame è volto ad assicurare che siano accettate come garanzie solo attività di elevata qualità creditizia. La nuova attribuzione entrerà in vigore il 1o novembre 2019.

Decisione della BCE sulla remunerazione di riserve in eccesso e di alcuni depositi

Il 15 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2019/31 sulla remunerazione di riserve in eccesso e di alcuni depositi (rifusione). La decisione dà attuazione giuridica al sistema a due livelli per la remunerazione delle riserve in eccesso approvato dal Consiglio direttivo nell’ambito dell’insieme articolato di misure non convenzionali di politica monetaria annunciato il 12 settembre scorso. La decisione, che sarà applicata a partire dal settimo periodo di mantenimento delle riserve del 2019 con inizio il 30 ottobre, è disponibile nel sito Internet della BCE.

Parametri tecnici per il riavvio degli acquisti netti di attività nell’ambito del PAA

Il 23 ottobre il Consiglio direttivo ha confermato che, quando riprenderanno gli acquisti netti, gli aspetti principali del Programma di acquisto di attività (PAA) rimarranno sostanzialmente invariati.

In particolare, la ripartizione degli acquisti fra i vari paesi idonei nell’ambito del Programma di acquisto per il settore pubblico (public sector purchase programme, PSPP) continuerà a essere determinata, in termini di volume, dalle rispettive quote delle banche centrali nazionali nello schema di sottoscrizione del capitale della BCE, come modificato nel tempo. Inoltre, il capitale rimborsato sui titoli del PSPP sarà normalmente reinvestito nel paese in cui sono effettuati i rimborsi. Come in precedenza, i reinvestimenti nel quadro del PSPP saranno distribuiti nell’arco dell’anno al fine di consentire una presenza regolare ed equilibrata sul mercato. Il Consiglio direttivo ha deciso inoltre che gli acquisti di titoli di debito negoziabili emessi da organizzazioni internazionali e banche multilaterali di sviluppo saranno condotti da un numero inferiore di banche centrali nazionali, per semplificarne l’attuazione e tutelare il funzionamento del mercato.

Quanto ai programmi per il settore privato, gli acquisti continueranno a basarsi sul principio della capitalizzazione del mercato, mantenendo invariati i criteri di idoneità.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Modifica dell’indirizzo su Target2

Il 4 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2019/30 che modifica l’Indirizzo BCE/2012/27 relativo a un sistema di trasferimento espresso transeuropeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale (Target2). Il nuovo atto giuridico prevede requisiti connessi alla versione tecnica 2019 che sarà introdotta il prossimo novembre – in particolare l’ottimizzazione della soluzione di emergenza – nonché il nuovo requisito per i partecipanti di fornire prova di aderenza ai principi di sicurezza degli endpoint di Target2. Il nuovo indirizzo, che si applicherà dal 17 novembre 2019, è reperibile nel sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo a strumenti macroprudenziali aggiuntivi per i mutui ipotecari su immobili residenziali in Lussemburgo

Il 27 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/34, formulato su richiesta del ministero delle finanze lussemburghese.

Governance interna

Presidenza ad interim del Comitato per le tecnologie informatiche

Il 7 ottobre il Consiglio direttivo ha designato Magi Clavé, Vicedirettore Generale presso la DG Sistemi informatici della BCE, quale Presidente ad interim del Comitato per le tecnologie informatiche con effetto dal 1o ottobre 2019 sino alla fine di marzo 2020.

Modifiche delle Condizioni di impiego del personale della Banca centrale europea

Il 9 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2019/NP30 che modifica le Condizioni di impiego del personale della Banca centrale europea relativamente alla suddivisione delle fasce retributive e a criteri di selezione supplementari, nonché la Decisione BCE/2019/NP31 che modifica l’allegato IIa delle Condizioni di impiego del personale della Banca centrale europea. Le nuove decisioni migliorano il quadro della BCE per la gestione dei talenti e introducono, in particolare, la mobilità come ulteriore criterio di selezione per le promozioni, suddivisioni all’interno delle fasce retributive che consentono promozioni nella stessa fascia e incentivi mirati a rafforzare la capacità di trattenere presso la BCE i partecipanti al Graduate Programme. Le decisioni sono entrate in vigore il 10 ottobre scorso e le condizioni di impiego sono disponibili nel sito Internet della BCE.

Parere del Consiglio direttivo della Banca centrale europea sulla raccomandazione del Consiglio relativa alla nomina di un membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea

Il 23 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/35, richiesto dal Presidente del Consiglio europeo. Un comunicato stampa in merito è disponibile nel sito Internet della BCE.

Statistiche

Modifica del regolamento della BCE relativo alle statistiche sui mercati monetari

Il 27 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Regolamento BCE/2019/29 che modifica il Regolamento (UE) n. 1333/2014 relativo alle statistiche sui mercati monetari. Il nuovo regolamento, disponibile nel sito Internet della BCE, apporta integrazioni all’allegato IV sui requisiti minimi che devono essere rispettati dagli operatori effettivamente soggetti agli obblighi di segnalazione.

Vigilanza bancaria

Priorità di vigilanza e analisi dei rischi dell’MVU per il 2020

Il 30 settembre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di pubblicare le sintesi delle priorità di vigilanza e dell’analisi dei rischi dell’MVU per il 2020, disponibili nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Risultati delle prove di stress prudenziali del 2019

Il 2 ottobre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo al rapporto predisposto dal Consiglio di vigilanza sui risultati aggregati delle prove di stress di liquidità del 2019. Il rapporto perviene alla conclusione che la vasta maggioranza delle banche vigilate direttamente dalla BCE mostra nel complesso posizioni di liquidità adeguate malgrado alcune vulnerabilità che richiedono ulteriore attenzione. Un comunicato stampa in merito, insieme ai risultati, è stato in seguito diffuso nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Nuova procedura per il riconoscimento degli accordi di compensazione contrattuale in conformità agli articoli 295-298 del CRR

Il 2 ottobre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di stabilire una nuova procedura che sarà attuata dalla BCE per il riconoscimento degli accordi di compensazione contrattuale ai sensi degli articoli da 295 a 298 del regolamento sui requisiti patrimoniali (Capital Requirements Regulation, CRR). La nuova procedura, applicabile dal prossimo 10 novembre, è stata comunicata a tutti gli enti significativi ed è illustrata in una lettera disponibile nella sezione “Letters to banks” del sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Decisioni della BCE sulla significatività degli enti creditizi vigilati

Il 7, il 10 e il 24 ottobre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alle proposte di modifica della classificazione della significatività di alcuni enti creditizi vigilati avanzate dal Consiglio di vigilanza. L’elenco degli enti vigilati viene aggiornato periodicamente e pubblicato sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.