Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Giugno 2019

Operazioni di mercato

Parametri della terza serie di operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine

Il 6 giugno il Consiglio direttivo ha approvato i parametri fondamentali della terza serie di operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine (OMRLT III). Queste operazioni annunciate il 7 marzo scorso, ciascuna con scadenza a due anni, avranno inizio a settembre di quest’anno e termineranno a marzo 2021. A ognuna si applicherà un tasso di interesse superiore di 10 punti base rispetto al tasso medio sulle operazioni di rifinanziamento principali (ORP) dell’Eurosistema condotte nell’arco della sua durata. Le controparti che nel periodo compreso tra la fine di marzo 2019 e la fine di marzo 2021 avranno erogato prestiti netti idonei superiori al proprio valore di riferimento beneficeranno di un tasso inferiore sulle OMRLT III. Maggiori dettagli in merito ai parametri tecnici sono contenuti in un comunicato stampa pubblicato sul sito Internet della BCE.

Estensione degli schemi di crediti aggiuntivi

Il 7 giugno il Consiglio direttivo ha approvato l’estensione degli schemi di crediti aggiuntivi nel loro attuale formato fino alla data di scadenza dell’operazione mirata di rifinanziamento a più lungo termine della terza serie di OMRLT (OMRLT III), programmata per la fine di marzo 2023. Gli schemi di crediti aggiuntivi sono stati introdotti nel 2011 per consentire alle banche centrali nazionali (BCN) dell’Eurosistema di accettare in garanzia alcuni crediti non conformi alle regole di idoneità e/o ai requisiti di qualità creditizia stabiliti nell’Indirizzo BCE/2014/60 sull’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema. L’accettazione degli schemi delle BCN è soggetta all’approvazione del Consiglio direttivo e alla condizione che le perdite derivanti dall’accettazione di crediti aggiuntivi siano sostenute esclusivamente dalla BCN che li accetta. Ulteriori informazioni sugli schemi di crediti aggiuntivi sono reperibili sul sito Internet della BCE.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Target Annual Report 2018

Il 23 maggio il Consiglio direttivo ha preso atto del rapporto annuale su Target per il 2018, che è stato quindi pubblicato sul sito Internet della BCE. Il documento contiene informazioni in merito al traffico dei pagamenti in Target2, al suo funzionamento e ai principali sviluppi registrati nel corso del 2018. Include inoltre sei riquadri che offrono informazioni dettagliate su tematiche di particolare rilevanza nel 2018, vale a dire l’evoluzione del traffico dei pagamenti in Target2, la liquidità infragiornaliera in Target2 e il suo utilizzo, le implicazioni della Brexit per Target2, l’operatività in ASI 6 Real-Time e TIPS, i nuovi servizi di emergenza potenziati, il progetto di consolidamento Target2/Target2-Securities (T2S) e i futuri servizi di regolamento lordo in tempo reale (real-time gross settlement, RTGS).

Rendiconto finanziario di T2S per l’esercizio 2018

Il 29 maggio il Consiglio direttivo ha approvato la pubblicazione del rendiconto finanziario di Target2-Securities (T2S) per il 2018, predisposto in conformità alle disposizioni del Contratto quadro di T2S. Il rendiconto finanziario contiene informazioni dettagliate concernenti la situazione finanziaria di T2S al 31 dicembre 2018, il suo conto d’esercizio e altre note esplicative, ad esempio su aspetti inerenti al recupero dei costi. Il rendiconto finanziario, a cui è allegata la relazione del revisore indipendente, è disponibile sul sito Internet della BCE.

Nuova decisione e nuovo indirizzo della BCE sui criteri di accesso a T2S

Il 7 giugno il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2019/15 che modifica la Decisione BCE/2011/20 recante disposizioni e procedure dettagliate per l’applicazione dei criteri di idoneità dei depositari centrali di titoli all’accesso ai servizi di Target2-Securities e l’Indirizzo BCE/2019/16 che modifica l’Indirizzo BCE/2012/13 relativo a Target2-Securities. I nuovi atti giuridici, che apportano cambiamenti limitati e di natura essenzialmente tecnica ai criteri di idoneità dei depositari centrali di titoli per l’accesso ai servizi di T2S, sono reperibili sul sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo ai rimedi giudiziari riconosciuti agli ex detentori di passività bancarie qualificate in Slovenia

Il 28 maggio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/20, richiesto dal Vicepresidente dell’assemblea nazionale della Slovenia.

Parere della BCE sulla riforma del regime di vigilanza bancaria e sui mercati finanziari in Austria

Il 31 maggio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/21, formulato su richiesta del ministero delle finanze austriaco.

Parere della BCE in merito agli obiettivi e al governo della Commissione lettone per i mercati finanziari e dei capitali

Il 12 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/22, richiesto dal ministro delle finanze della Lettonia.

Parere della BCE relativo alla governance e all’indipendenza finanziaria della Central Bank of Cyprus e alle modifiche alla costituzione concernenti la Central Bank of Cyprus

Il 21 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/24, formulato su richiesta del ministero delle finanze della Repubblica di Cipro.

Parere della BCE relativo alla struttura proprietaria della Banca d’Italia e alla proprietà delle riserve auree

Il 24 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/23, richiesto dal Presidente della Camera dei Deputati del Parlamento della Repubblica Italiana.

Governance interna

Calendario 2020 delle riunioni del Consiglio direttivo e del Consiglio generale della BCE

Il 23 maggio il Consiglio direttivo ha approvato il proprio calendario delle riunioni per l’anno 2020. Il Consiglio generale ha a sua volta approvato il rispettivo calendario per lo stesso anno. Il calendario è consultabile sul sito Internet della BCE.

Nomina dei presidenti ad interim del Comitato per le infrastrutture di mercato e i pagamenti e del Comitato per le infrastrutture di mercato

Il 31 maggio il Consiglio direttivo ha nominato Mehdi Manaa quale Presidente f.f. del Comitato per le infrastrutture di mercato (Market Infrastructure Board, MIB) e Fiona van Echelpoel quale Presidente f.f. del Comitato per le infrastrutture di mercato e i pagamenti (Market Infrastructure and Payments Committee, MIPC) a decorrere dal 1o giugno fino all’insediamento del nuovo Direttore Generale della DG Infrastrutture di mercato e pagamenti. Mehdi Manaa e Fiona van Echelpoel sono attualmente Vicedirettori generali della DG Infrastrutture di mercato e pagamenti. Lo scorso 11 giugno la BCE ha annunciato la nomina, da parte del Comitato esecutivo, di Ulrich Bindseil, Direttore Generale in carica della DG Operazioni di Mercato, a Direttore Generale della DG Infrastrutture di mercato e pagamenti con effetto dal 1o novembre 2019. Si rimanda al comunicato stampa divulgato nel sito Internet della BCE.

Rinnovo dei membri del MIB

Il 31 maggio il Consiglio direttivo ha approvato la composizione del MIB, l’organo di governance dell’Eurosistema investito di compiti di gestione tecnica e operativa nel settore delle infrastrutture di mercato che è stato istituito dal Consiglio direttivo nel 2016. Il MIB si compone di tredici membri: nove provenienti dalle BCN dell’Eurosistema, due da BCN non appartenenti all’Eurosistema che partecipano ai servizi infrastrutturali dell’Eurosistema e due membri esterni al contesto delle banche centrali (senza diritto di voto) con esperienza in funzioni di alto livello rispettivamente nel settore dei pagamenti e nel settore dei titoli. Il Presidente è affiancato da un Vicepresidente scelto fra i membri del MIB, che viene nominato dal Consiglio direttivo. I nuovi membri, nominati dal 1o giugno 2019, sono: il Direttore Generale della DG Infrastrutture di mercato e pagamenti della BCE in veste di Presidente, Maria Tereza Cavaco (Portogallo) in qualità di Vicepresidente, Stefan Augustin (Austria), Carlos Conesa (Spagna), Petra Hielkema (Paesi Bassi), Marc Lejoly (Belgio), Jochen Metzger (Germania), Ivan Odonnat (Francia), Paolo Marullo Reedtz (Italia), Kirsi Ripatti (Finlandia) e Karsten Biltoft (Danimarca), oltre a due membri non appartenenti al contesto delle banche centrali: Joël Mérère e Ralf Ohlhausen.

Statistiche

Nuovi indirizzi su RIAD e MFS

Il 7 giugno il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2019/17 che modifica l’Indirizzo BCE/2018/16 sul registro anagrafico delle istituzioni e delle entità affiliate (RIAD) e l’Indirizzo BCE/2019/18 che modifica l’Indirizzo BCE/2014/15 relativo alle statistiche monetarie e finanziarie (MFS). I nuovi indirizzi, che apportano soltanto cambiamenti limitati e di natura essenzialmente tecnica, saranno pubblicati prossimamente sul sito Internet della BCE.

Vigilanza bancaria

Decisione della BCE che stabilisce i principi per la definizione degli obiettivi e per la condivisione di feedback nei gruppi di vigilanza congiunti

Il 29 maggio il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2019/14 che stabilisce i principi per la definizione degli obiettivi e per la condivisione di feedback nei gruppi di vigilanza congiunti e che abroga la decisione (UE) 2017/274. La decisione, reperibile sul sito Internet della BCE, introduce un procedimento uniforme per la definizione di obiettivi e la condivisione di feedback all’interno dei GVC, alla luce del loro ruolo centrale ai fini dell’assolvimento dei compiti di vigilanza attribuiti alla BCE e della loro composizione mista, in quanto costituiti da esperti sia della BCE sia delle autorità nazionali competenti.

Decisione della BCE sulla significatività degli enti creditizi vigilati

Il 29 maggio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di modificare la classificazione della significatività di alcuni enti creditizi vigilati. L’elenco dei soggetti vigilati, aggiornato periodicamente, è disponibile sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria. Un riesame della significatività degli enti creditizi viene inoltre effettuato con frequenza annuale e il suo esito è reso pubblico (cfr. il comunicato stampa al riguardo, divulgato il 14 dicembre 2018 sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria).

Contatti per i media