Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Aprile 2019

Comunicazione esterna

Divulgazione dei dati sul reddito dell’Eurosistema derivante dal Programma per il mercato dei titoli finanziari (Securities Markets Programme, SMP)

Il 22 marzo il Consiglio direttivo ha approvato la pubblicazione, nel sito Internet della Banca, del documento della BCE Riscontro sul contributo fornito dal Parlamento europeo nel quadro della sua risoluzione sul Rapporto annuale 2017 della BCE. Il Consiglio direttivo ha deciso di rendere noti in tale documento i dati sul reddito dell’Eurosistema generato dai portafogli delle attività irlandesi, greche, spagnole, italiane e portoghesi dell’SMP fra il 2010 e il 2017 e sul reddito atteso dal 2018 fino al completo rimborso dei titoli del programma. Il documento è stato divulgato nel sito Internet della Banca unitamente al Rapporto annuale 2018 della BCE.

Politica monetaria

Decisione della BCE sul divieto di finanziamento monetario e Indirizzo della BCE sulla gestione di attività e passività nazionali da parte delle banche centrali nazionali

Il 9 aprile il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2019/7 sulla gestione di attività e passività nazionali da parte delle banche centrali nazionali (rifusione) e la Decisione BCE/2019/8 che modifica la Decisione BCE/2014/8 sul divieto di finanziamento monetario e sulla remunerazione dei depositi delle amministrazioni pubbliche da parte delle banche centrali nazionali. Le modifiche agli atti giuridici riflettono gli esiti del riesame periodico del regime che disciplina le operazioni di gestione delle attività e delle passività nazionali. I due atti, disponibili nel sito Internet della BCE, saranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Operazioni di mercato

Integrazione degli obblighi di informativa del regolamento sulle cartolarizzazioni nel sistema delle garanzie dell’Eurosistema

Il 22 marzo il Consiglio direttivo ha deciso di modificare i criteri di idoneità nell’ambito del sistema delle garanzie dell’Eurosistema per recepire gli obblighi di informativa e la procedura di registrazione dei repertori di dati sulle cartolarizzazioni specificati nel quadro normativo in materia applicabile dal 1o gennaio 2019, il Regolamento (UE) 2017/2402 (regolamento sulle cartolarizzazioni). Maggiori informazioni sono reperibili in un comunicato stampa pubblicato nel sito Internet della BCE.

Armonizzazione del concetto di agenzia nel quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema

Il 26 marzo il Consiglio direttivo ha deciso di armonizzare maggiormente il concetto di agenzia al momento adottato nel quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema, allineando i criteri applicati alle agenzie riconosciute nel sistema delle garanzie e alle agenzie idonee nell’ambito del Programma di acquisto per il settore pubblico (Public Sector Purchase Programme, PSPP). A tal fine, il quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema sarà dotato di un elenco di agenzie armonizzato sulla base di un insieme di criteri qualitativi comuni ai quali farà riferimento l’indirizzo sulle “Caratteristiche generali”[1]. Queste agenzie saranno esentate dai nuovi criteri di idoneità (articolo 81a) e dal limite di concentrazione (articolo 141) per le obbligazioni bancarie non garantite. Inoltre, tutte le agenzie annoverate nell’elenco armonizzato saranno ritenute idonee ai fini del PSPP. Infine, il Consiglio direttivo ha deciso di applicare un insieme di criteri quantitativi per determinare a quali agenzie attribuire la seconda categoria degli scarti di garanzia. Saranno assegnate a questa categoria solo le agenzie che soddisfano i criteri quantitativi. L’elenco armonizzato delle agenzie sarà pubblicato nel sito Internet della BCE e preciserà se un’agenzia soddisfi i criteri quantitativi per la seconda categoria degli scarti di garanzia. Queste modifiche saranno integrate nel prossimo aggiornamento dell’indirizzo sulle “Caratteristiche generali”.

Riesame annuale degli elenchi dei mercati non regolamentati ammissibili, degli emittenti classificati come banche multilaterali di sviluppo od organizzazioni internazionali e degli emittenti classificati come agenzie nella seconda categoria di scarti di garanzia

Il 26 marzo il Consiglio direttivo ha deciso, sulla scorta della valutazione annuale di questi elenchi, di lasciare inalterati l’elenco dei mercati non regolamentati ammissibili per le attività idonee come garanzia nelle operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema e l’elenco degli emittenti classificati come banche multilaterali di sviluppo od organizzazioni internazionali. Riguardo all’elenco degli emittenti classificati come agenzie assegnate alla seconda categoria degli scarti di garanzia, il Consiglio direttivo ha ritenuto che, a seguito della decisione di armonizzare il concetto di agenzia, non siano necessarie modifiche. Tutti gli elenchi sono disponibili nel sito Internet della BCE.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Rapporto sui pagamenti con carta in Europa

Il 22 marzo il Consiglio direttivo ha preso nota del rapporto Card payment in Europe - current landscape and future prospects: the Eurosystem perspective e ne ha approvato la pubblicazione nel sito Internet della BCE. Il documento presenta l’analisi dell’Eurosistema sullo stato attuale dei pagamenti con carta in Europa e rileva il fatto che, malgrado le modifiche legislative e i notevoli sviluppi tecnologici che hanno rimodellato in misura significativa il contesto dei pagamenti con carta, un’area europea armonizzata, competitiva e innovativa per i pagamenti con carta non è ancora una realtà. Il rapporto illustra il punto di vista dell’Eurosistema sui possibili interventi al riguardo.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE sulle modifiche alla struttura della governance della Nationale Bank van België/Banque Nationale de Belgique

Il 26 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/12, formulato su richiesta del ministro delle finanze belga.

Parere della BCE relativo ai rimedi giudiziari riconosciuti ai detentori di passività bancarie qualificate in Slovenia

Il 27 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/13, richiesto dal ministero delle finanze sloveno.

Parere della BCE sulla necessità dell’assenso del mutuatario al trasferimento di mutui garantiti da ipoteca su immobili residenziali in Irlanda

Il 29 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/14, richiesto dal presidente della commissione congiunta dell’Oireachtas (parlamento irlandese) per le finanze, la spesa pubblica, le riforme e il Taoiseach (primo ministro irlandese).

Governance interna

Nomina del Vicepresidente del Consiglio di vigilanza della BCE

Il 9 aprile il Consiglio direttivo ha proposto la nomina di Yves Mersch, membro del Comitato esecutivo della BCE, alla vicepresidenza del Consiglio di vigilanza della BCE. Si rimanda al comunicato stampa divulgato nel sito Internet della Banca.

Avviso di posto vacante per la selezione di rappresentanti della BCE al Consiglio di vigilanza

Il 9 aprile il Consiglio direttivo ha approvato l’avviso di posto vacante per la selezione fino a tre rappresentanti della BCE al Consiglio di vigilanza. In conformità della Decisione BCE/2014/4 sulla nomina di rappresentanti della Banca centrale europea al Consiglio di vigilanza, tali rappresentanti saranno scelti fra candidati di riconosciuto prestigio ed esperienza professionale in campo bancario e questioni finanziarie. L’avviso sarà pubblicato a breve nel sito Internet della BCE, con un termine di quattro settimane per la presentazione delle candidature.

Vigilanza bancaria

Pubblicazione dell’edizione 2018 della metodologia SREP

Il 1o aprile il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di pubblicare i risultati aggregati del processo di revisione e valutazione prudenziale (Supervisory Review and Evaluation Process, SREP) condotto nel 2018. Il documento presenta in sintesi gli esiti dell’esercizio 2018 in forma di punteggi SREP aggregati rispetto al ciclo 2017, i requisiti aggregati di capitale primario di classe 1 (Common Equity Tier 1, CET1) e altri aspetti relativi alle misure SREP. In aggiunta, come per gli anni precedenti, l’edizione del 2018 illustra in breve il fondamento giuridico delle decisioni SREP e la metodologia di valutazione SREP. La pubblicazione, unitamente al relativo comunicato stampa, è reperibile nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Avvio della consultazione pubblica sulle modifiche proposte al regime di contribuzione per le attività di vigilanza della BCE

Il 4 aprile il Consiglio direttivo ha deciso di avviare una consultazione pubblica sulle modifiche al regime di contribuzione per le attività di vigilanza della BCE. In tale contesto, il Consiglio direttivo ha approvato la documentazione della consultazione, ossia il Progetto di regolamento che modifica il Regolamento (UE) n. 1163/2014 sui contributi per le attività di vigilanza e il documento di consultazione. Il Consiglio direttivo ha deciso inoltre di divulgare i commenti ricevuti nell’ambito della prima consultazione pubblica sulla revisione al regolamento tenutasi nel 2017. Tutti i documenti sono disponibili nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

[1]Indirizzo (UE) 2015/510 della Banca centrale europea, del 19 dicembre 2014, sull’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema (indirizzo sulle “Caratteristiche generali”) (BCE/2014/60).

Contatti per i media