Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Febbraio 2019

Operazioni di mercato

Trattamento a fini di segnalazione nell’ambito delle OMRLT-II di determinate operazioni comportanti la conversione di debito in titoli azionari

Il Consiglio direttivo ha deciso in merito al trattamento a fini di segnalazione, rilevante nel contesto del calcolo dei tassi di interesse delle OMRLT-II, di determinate operazioni condotte da un partecipante alle OMRLT-II nel 2017. Le operazioni comportavano la conversione di debito in azioni tramite cui i prestiti concessi a società non finanziarie (SNF) dal partecipante sono stati sostituiti da titoli azionari detenuti da tale partecipante in dette SNF. L’ammontare del finanziamento fornito all’economia reale dal partecipante alle OMRLT-II non è risultato ridotto a seguito di tali operazioni. Il Consiglio direttivo ha stabilito che le operazioni debbano essere registrate come riclassificazioni anziché come rimborsi dei prestiti alle SNF. La Decisione (UE) 2016/810 (BCE/2016/10) non aveva previsto questo tipo di situazione. Il Consiglio direttivo ha altresì deliberato che lo stesso trattamento è applicabile ad altri partecipanti alle OMRLT-II che hanno condotto operazioni analoghe.

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Decisione sul Comitato per le infrastrutture di mercato e che modifica la decisione relativa all’istituzione di un comitato per Target2-Securities

Il 25 gennaio il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2019/3 sul Comitato per le infrastrutture di mercato e che modifica la Decisione BCE/2012/6 relativa all’istituzione di un comitato per Target2-Securities (T2S). Questo atto giuridico fa seguito a un riesame del funzionamento del Comitato per le infrastrutture di mercato (Market Infrastructure Board, MIB), in base a cui si è concluso che per il suo efficiente funzionamento non sono necessarie composizioni dedicate, come il Comitato per T2S. La nuova decisione snellisce quindi il funzionamento del MIB quale organismo di governance dell’Eurosistema investito di compiti di gestione tecnica e operativa nel campo delle infrastrutture e delle piattaforme di mercato. La decisione è disponibile nel sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo alla remunerazione dei dirigenti e degli alti dirigenti della Narodowy Bank Polski

Il 30 gennaio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/3, formulato su richiesta del parlamento polacco (Sejm).

Parere della BCE sulle limitazioni ai pagamenti in contanti in Spagna

Il 1° febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/4, richiesto dal Banco de España per conto della Sottosegretaria di Stato per le finanze della Spagna.

Parere della BCE relativo al divieto di utilizzo delle banconote da 500 euro e a talune modifiche alla normativa anti-riciclaggio in Danimarca

Il 12 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/5, formulato su richiesta dell’autorità danese di vigilanza finanziaria (Finanstilsynet).

Parere della BCE su una proposta di decisione del Consiglio relativa alla conclusione dell’accordo sul recesso del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dall’Unione europea e dalla Comunità europea dell’energia atomica

Il 13 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/6, richiesto dal Consiglio dell’Unione europea.

Parere della BCE sull’autorizzazione e sulla vigilanza degli erogatori di microcredito in Grecia

Il 15 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2019/7, formulato su richiesta del ministero delle finanze greco.

Governance interna

Raccomandazione della BCE al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni della Banque centrale du Luxembourg

Il 14 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato la Raccomandazione BCE/2019/6 al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni della Banque centrale du Luxembourg. L’atto sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e nel sito Internet della BCE.

Bilancio della BCE per l’esercizio 2018

Il 20 febbraio il Consiglio direttivo ha approvato il bilancio della BCE, sottoposto a revisione, per l’esercizio finanziario 2018. Il documento, unitamente al relativo comunicato stampa, è stato diffuso il 21 febbraio nel sito Internet della BCE. La relazione sulla gestione per l’esercizio 2018 è stata pubblicata in quanto parte integrante del bilancio della BCE.

Partecipazione al Comitato etico e al Comitato di audit della BCE

Il 20 febbraio il Consiglio direttivo ha confermato Patrick Honohan in veste di membro del Comitato etico della BCE e del Comitato di audit della BCE per un ulteriore periodo di tre anni a decorrere dal 1° aprile 2019.

Statistiche

Riscontri del settore bancario sull’Integrated Reporting Framework (IReF) del SEBC per le segnalazioni statistiche integrate delle banche

Il 14 febbraio il Consiglio direttivo ha approvato la pubblicazione di un rapporto sui risultati di un questionario di ricognizione qualitativa sull’IReF del SEBC, nonché le modifiche apportate sulla scorta dei riscontri alle pagine corrispondenti del sito Internet della BCE, in particolare a quelle relative al Banks’ Integrated Reporting Dictionary, il dizionario per le segnalazioni integrate delle banche, e all’IReF. Il rapporto, predisposto dal Comitato per le statistiche del SEBC, fornisce informazioni puntuali sui riscontri ricevuti dal settore bancario riguardo alle considerazioni generali e alle domande tecniche prioritarie poste nel questionario. Il documento è consultabile sul sito Internet della BCE.

Presidenza del Comitato per le statistiche

Il 20 febbraio il Consiglio direttivo ha designato Silke Stapel-Weber, Direttrice Generale della DG Statistiche, quale Presidente del Comitato per le statistiche dell’Eurosistema/SEBC con effetto immediato. L’incarico si concluderà il 31 dicembre 2019, in coincidenza con lo scadere del mandato dei presidenti degli altri comitati dell’Eurosistema/SEBC.

Vigilanza bancaria

Decisione sulla delega del potere di adottare decisioni concernenti poteri di vigilanza conferiti dalla normativa nazionale

Il 31 gennaio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di adottare la Decisione BCE/2019/4 sulla delega del potere di adottare decisioni concernenti poteri di vigilanza conferiti dalla normativa nazionale. La decisione stabilisce il quadro di riferimento in virtù del quale la BCE, in quanto autorità competente, può disporre la delega dal Consiglio direttivo ad alti dirigenti della BCE della propria facoltà di adottare un sostanziale numero di decisioni concernenti i poteri di vigilanza conferiti dalla normativa nazionale, al fine di facilitare il processo decisionale. L’atto sarà pubblicato prossimamente nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Decisioni della BCE in merito alla significatività degli enti creditizi vigilati

Il 31 gennaio e il 19 febbraio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alle proposte del Consiglio di vigilanza di modificare la classificazione della significatività di alcuni enti creditizi vigilati. L’elenco dei soggetti vigilati, aggiornato periodicamente, è disponibile nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria. Un riesame della significatività degli enti creditizi viene inoltre effettuato con frequenza annuale e il suo esito è reso pubblico (cfr. il relativo comunicato stampa divulgato il 14 dicembre 2018 nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria).

Rapporto sui risultati aggregati della prova di stress 2018

Il 1° febbraio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di pubblicare un rapporto sui risultati aggregati della prova di stress condotta a livello di Meccanismo di vigilanza unico nel 2018. Il documento, unitamente al relativo comunicato stampa, è reperibile nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Metodologia e modello per la prova di stress di liquidità 2019

Il 5 febbraio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di adottare la metodologia e il modello per la prova di stress di liquidità che sarà condotta nel 2019. Entrambi i documenti, unitamente al relativo comunicato stampa e a una presentazione generale dell’analisi di sensibilità al rischio di liquidità prevista come prova di stress di vigilanza per il 2019, sono disponibili nel sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Conformità agli orientamenti dell’ABE

Il 15 febbraio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito alla proposta del Consiglio di vigilanza di notificare l’Autorità bancaria europea (ABE) l’intenzione della BCE di aderire, in relazione agli enti significativi sottoposti alla sua vigilanza diretta, agli Orientamenti dell’ABE sulla gestione del rischio di tasso di interesse derivante da attività diverse dalla negoziazione (non-trading activities) (ABE/GL/2018/02), agli Orientamenti dell’ABE riveduti sulle procedure e sulle metodologie comuni per il processo di revisione e valutazione prudenziale (SREP) e sulle prove di stress di vigilanza (ABE/GL/2018/03) e agli Orientamenti dell’ABE relativi alle prove di stress degli enti (ABE/GL/2018/04).

Contatti per i media