Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Agosto - settembre 2016

EMBARGO

DIVIETO DI DIFFUSIONE fino alle ore 15.00 (ora dell’Europa centrale) di venerdì 23 settembre 2016

Comunicazione esterna

Proseguirà il concorso Generation €uro Students’ Award

Il 28 luglio il Consiglio direttivo ha preso atto dell’esperienza positiva del Generation €uro Students’ Award, un concorso destinato ai ragazzi delle scuole secondarie superiori (di età compresa fra i 16 e i 19 anni), che era stato indetto nel 2010 a livello di Eurosistema per un periodo di prova quinquennale, con l’obiettivo di aiutare gli studenti a comprendere il funzionamento della politica monetaria nell’area dell’euro e le sue implicazioni per l’economia. Il Consiglio direttivo ha deciso che il concorso continuerà a svolgersi. Si terrà per la sesta volta da ottobre 2016 ad aprile 2017 e vedrà coinvolte 11 banche centrali nazionali e la BCE.

Operazioni di mercato

Revisione della detrazione forfetaria sull’aggregato soggetto a riserva e modifica del regolamento relativo all’applicazione di riserve obbligatorie minime

Il 21 luglio il Consiglio direttivo ha deciso, in seguito a un esame dei dati statistici più recenti, di ridurre dal 30% al 15% la detrazione forfetaria sull’aggregato soggetto a riserva applicabile alle passività con scadenza fino a due anni nella categoria dei titoli di debito, come precisato nel Regolamento (CE) n. 1745/2003 sull’applicazione di riserve obbligatorie minime. La decisione avrà effetto a decorrere dal periodo di mantenimento avente inizio il 14 dicembre 2016.

Il 9 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Regolamento BCE/2016/26 che modifica il Regolamento (CE) n. 1745/2003 sull’applicazione di riserve obbligatorie minime. Il nuovo regolamento chiarisce ulteriormente la metodologia utilizzata per applicare la detrazione forfetaria ai fini dell’esclusione delle passività interbancarie dall’aggregato soggetto riserva. L’atto, che entrerà in vigore il 14 dicembre prossimo, è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea ed è disponibile nel sito Internet della BCE in tutte le lingue ufficiali dell’Unione.

Calendari indicativi delle regolari operazioni d’asta dell’Eurosistema e dei periodi di mantenimento delle riserve

Il 9 settembre il Consiglio direttivo ha approvato i suddetti calendari per il 2017 e il 2018. Informazioni più dettagliate sono state fornite in un comunicato stampa pubblicato il 14 settembre sul sito Internet della BCE in 23 lingue ufficiali dell’Unione.

Stabilità finanziaria

Contributo dell’Eurosistema al documento di consultazione della DG FISMA della Commissione europea su ulteriori considerazioni concernenti l’applicazione di un coefficiente netto di finanziamento stabile (Net Stable Funding Ratio, NSFR) nell’Unione europea

Il 7 settembre il Consiglio direttivo ha approvato il contributo dell’Eurosistema al suddetto documento di consultazione, che è stato quindi trasmesso alla Commissione europea e pubblicato nel sito Internet della BCE in data 14 settembre (cfr. contributo dell’Eurosistema).

Infrastrutture di mercato e pagamenti

Rapporto sull’esercizio di comunicazione in caso di crisi per le infrastrutture dei mercati finanziari nell’area dell’euro (TITUS)

Il 28 luglio il Consiglio direttivo ha approvato la diffusione del suddetto rapporto. TITUS è un esercizio di comunicazione in caso di crisi che si è svolto il 4 novembre 2015 con la partecipazione della funzione di sorveglianza sui sistemi di pagamento dell’Eurosistema, degli operatori di Target 2 e di tutte le infrastrutture critiche che effettuano il trattamento dei pagamenti in euro, inclusi alcuni dei principali soggetti coinvolti. I partecipanti hanno affrontato una simulazione di attacco cyber a un sistema di pagamento di importanza sistemica (systemically important payment system, SIPS). L’esercizio ha consentito all’Eurosistema di valutare la propria preparazione a svolgere efficacemente le funzioni operative e di sorveglianza in circostanze di crisi e ha posto in luce l’efficacia delle procedure di gestione delle crisi dei diversi soggetti coinvolti in relazione a eventi con un impatto transfrontaliero. Il rapporto è consultabile sul sito Internet della BCE (cfr. esercizio TITUS).

Valutazione ad hoc dell’idoneità di nuovi collegamenti rispetto ai requisiti applicabili ai sistemi di regolamento delle operazioni in titoli e ai collegamenti ai fini delle operazioni di finanziamento dell’Eurosistema

Il 18 agosto il Consiglio direttivo ha ammesso nuovi collegamenti ai fini delle operazioni di finanziamento dell’Eurosistema in vista della terza finestra di migrazione a T2S. L’elenco completo dei collegamenti idonei, aggiornato al 12 settembre 2016 con nuovi collegamenti operativi a partire da tale data, è reperibile nel sito Internet della BCE.

Rapporto sulle prove di stress di Target 2

Il 9 settembre il Consiglio direttivo ha approvato la pubblicazione di un rapporto nel quale si illustra la metodologia alla base del quadro di riferimento per le prove di stress su Target 2 (il sistema di regolamento lordo in tempo reale di proprietà dell’Eurosistema, che ne cura anche la gestione) e si analizzano i risultati ottenuti dalle prove di stress relative al rischio di liquidità nell’ambito di tale sistema. Nel complesso, il rapporto giunge alla conclusione che le prove di stress dimostrano la capacità di tenuta di Target 2 e che i livelli di liquidità appaiono adeguati e sostenuti dalle efficienti caratteristiche di gestione della liquidità del sistema. Il testo sarà consultabile a breve nel sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo alla sorveglianza sui sistemi di pagamento in Polonia

Il 28 luglio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/38, richiesto dal ministero delle finanze polacco.

Parere della BCE relativo a norme specifiche per la ristrutturazione dei prestiti indicizzati o denominati in valuta estera in Polonia

Il 29 luglio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/39, formulato su richiesta del parlamento polacco.

Parere della BCE relativo alle modifiche al regime delle riserve minime in Romania

Il 30 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/40, richiesto dalla Banca Naţională a României.

Parere della BCE sulla circolare della Banca d’Italia recante disposizioni di attuazione della riforma delle banche di credito cooperativo italiane

Il 31 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/41, richiesto dalla Banca d’Italia.

Parere della BCE relativo a una centrale dei rischi in Slovenia

Il 31 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/42, formulato su richiesta del ministero delle finanze sloveno.

Parere della BCE relativo al ruolo del rappresentante dell’Autorità di vigilanza finanziaria presso il Consiglio di vigilanza della BCE e ai contributi per le attività di vigilanza

Il 7 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/43, formulato su richiesta del ministero delle finanze finlandese.

Parere della BCE relativo a una proposta di regolamento che modifica il Regolamento (UE) n. 345/2013 relativo ai fondi europei per il venture capital e il Regolamento (UE) n. 346/2013 relativo ai fondi europei per l’imprenditoria sociale

Il 12 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/44, richiesto dal Consiglio.

Parere della BCE relativo al ruolo della Národná banka Slovenska nelle segnalazioni relative al prelievo obbligatorio sui premi assicurativi

Il 19 settembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/45, richiesto dal ministero delle finanze della Repubblica slovacca.

Statistiche

Modifiche al regolamento e all’indirizzo concernenti le statistiche sulle disponibilità in titoli

Il 2 agosto il Consiglio direttivo ha adottato il Regolamento BCE/2016/22 che modifica il Regolamento BCE/2012/24 relativo alle statistiche sulle disponibilità in titoli, l’Indirizzo BCE/2016/23 che modifica l’Indirizzo BCE/2013/7 relativo alle statistiche sulle disponibilità in titoli e la Raccomandazione BCE/2016/24 relativa al quadro di riferimento per la gestione della qualità dei dati per le statistiche sulle disponibilità in titoli. I nuovi atti giuridici richiedono la segnalazione di ulteriori attributi di natura contabile e afferenti il rischio di credito da parte dei gruppi bancari, per consentire un migliore esame dei rischi e delle esposizioni all’interno del sistema finanziario e affinare l’analisi svolta dalla BCE riguardo al meccanismo di trasmissione della politica monetaria. Inoltre ampliano l’elenco dei soggetti segnalanti, in modo da ricomprendere tutti i gruppi bancari significativi sottoposti alla vigilanza diretta della BCE. I tre atti giuridici, pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, sono disponibili nel sito Internet della BCE.

Governance interna

Presidenza della Conferenza per le risorse umane

Il 7 settembre il Consiglio direttivo ha designato Anne-Sylvie Catherin, a capo della Direzione Generale Risorse umane della BCE, quale Presidente del Conferenza per le risorse umane (HRC) con effetto immediato. Il suo incarico si concluderà il 31 dicembre 2016, in coincidenza con lo scadere del mandato dei presidenti di tutti i comitati dell’Eurosistema/SEBC, che sono stati (ri)nominati dal Consiglio direttivo il 17 luglio 2013.

Modifica del Regolamento interno della BCE

Il 21 settembre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2016/27 che modifica la Decisione BCE/2004/2 che adotta il Regolamento interno della Banca centrale europea. Il nuovo atto reca modifica alle disposizioni concernenti la firma delle decisioni di vigilanza e la notifica degli strumenti giuridici. Il documento è disponibile sul sito Internet della BCE.

Banconote

Decisione della BCE sulle procedure di accreditamento per i fabbricanti

Il 21 settembre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2016/25 che modifica la Decisione BCE/2013/54 sulle procedure di accreditamento dei fabbricanti degli elementi di sicurezza dell’euro e degli elementi dell’euro. Il nuovo atto introduce le seguenti modifiche: a) estensione dell’obbligo continuativo dei fabbricanti di informare immediatamente la BCE per iscritto ove intendano compiere determinati atti con possibili effetti sull’accreditamento; b) imposizione ai fabbricanti dell’obbligo continuativo di ottenere il previo consenso scritto della BCE prima di compiere determinati atti con possibili effetti sull’accreditamento; c) introduzione del potere discrezionale della BCE di negare il proprio consenso scritto in caso di mancato rispetto dei requisiti di accreditamento, ovvero qualora sia coinvolto nell’attività programmata un soggetto avente sede (o controllato da un soggetto avente sede) in un paese terzo che non sia uno Stato membro dell’Unione o dell’Associazione europea di libero scambio.

Vigilanza bancaria

Risultati finali della prova di stress condotta nel 2016 dall’ABE sulle banche dell’MVU

Il 12 luglio il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo ai risultati finali della prova di stress condotta nel 2016 dall’ABE sui 37 enti significativi direttamente vigilati dalla BCE che hanno partecipato all’esercizio. I risultati sono stati trasmessi all’ABE e pubblicati in data 29 luglio. Lo stesso giorno la BCE ha diramato un comunicato stampa al riguardo sul proprio sito Internet dedicato alla vigilanza bancaria (cfr. comunicato stampa).

Avvio della consultazione pubblica concernente le linee guida per le banche sui crediti deteriorati (NPL)

Il 3 agosto il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di avviare una consultazione pubblica concernente le linee guida per le banche sui crediti deteriorati (NPL). La consultazione si svolgerà dal 12 settembre al 15 novembre 2016 attraverso il sito Internet della BCE. Un comunicato stampa al riguardo è stato diffuso il 12 settembre (cfr. comunicato stampa).

Addendum alla Guida della BCE sulle modalità di armonizzazione delle opzioni e delle discrezionalità nella vigilanza bancaria

Il 9 agosto il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di approvare e pubblicare l’Addendum alla Guida della BCE sulle opzioni e sulle discrezionalità previste dal diritto dell’Unione, che tiene conto dei commenti pervenuti nell’ambito di una consultazione pubblica sul tema. Il relativo comunicato stampa, unitamente al testo dell’addendum e al resoconto della consultazione (Feedback Statement), è stato successivamente diffuso nel sito Internet della BCE (cfr. comunicato stampa).

Notifica della BCE all’Autorità bancaria europea (ABE) riguardo alla propria adesione agli orientamenti dell’ABE sulla diffusione di informazioni in forma sommaria o aggregata ai fini dell’articolo 84, paragrafo 3, della Direttiva 2014/59/UE (EBA Guidelines on the provision of information in summary or collective form for the purposes of Article 84(3) of Directive 2014/59/EU)

Il 14 settembre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di notificare all’ABE l’adesione della BCE agli orientamenti di quest’ultima, in relazione agli enti significativi sottoposti alla vigilanza diretta della BCE, a partire dalla data della notifica, trasmessa il giorno stesso.

Contatti per i media