Menu

Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Novembre 2015

EMBARGO

DIVIETO DI DIFFUSIONE fino alle ore 15.00 (ora dell’Europa centrale) di venerdì 20 novembre 2015

Operazioni di mercato

Attuazione dell’incremento del limite relativo alla quota-parte applicabile agli acquisti di attività nel quadro del programma di acquisto di attività del settore pubblico

Il 5 novembre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2015/33 che modifica la Decisione (UE) 2015/774 su un programma di acquisto di attività del settore pubblico sui mercati secondari, conferendo forza giuridica alla decisione da esso assunta il 3 settembre scorso di aumentare dal 25% al 33% il relativo limite per la quota-parte in base al numero internazionale di identificazione dei titoli. L’atto giuridico precisa che il limite è fissato al 33% per ciascuna obbligazione, salvo per determinati titoli che contemplano una clausola di azione collettiva (CAC) difforme dal modello di CAC per l’area dell’euro, per i quali è prevista una verifica su base individuale. L’atto, entrato in vigore il 10 novembre, è disponibile nel sito Internet della BCE unitamente al relativo comunicato stampa.

Aggiornamento delle Caratteristiche generali

Il 18 novembre il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2015/34 che modifica l’Indirizzo (UE) 2015/510 sull’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema (Indirizzo sulle Caratteristiche generali), nonché l’Indirizzo BCE/2015/35 sugli scarti di garanzia applicati nell’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema. Da adesso in poi le disposizioni sugli scarti di garanzia saranno contenute in tale atto giuridico separato, semplificando così il processo di attuazione delle modifiche al quadro di riferimento una volta adottate le relative decisioni. Entrambi gli atti, unitamente al comunicato stampa al riguardo, sono consultabili nel sito Internet della BCE.

Stabilità e vigilanza nel settore finanziario

Risposta dell’Eurosistema alla consultazione pubblica della Commissione europea in merito al possibile impatto di CRR e CRD IV sul finanziamento bancario all’economia

Il 2 novembre il Consiglio direttivo ha approvato la risposta dell’Eurosistema alla consultazione pubblica della Commissione europea in merito al possibile impatto del regolamento e della quarta direttiva sui requisiti patrimoniali (Capital Requirements Regulation, CRR, e Capital Requirements Directive, CRD) sul finanziamento bancario all’economia. La risposta è stata quindi inviata alla Commissione europea e si trova pubblicata sul sito Internet della BCE.

Financial Stability Review (novembre 2015)

Il 18 novembre il Consiglio direttivo ha autorizzato la divulgazione dell’edizione di novembre 2015 del suddetto rapporto sulla stabilità finanziaria. Il documento passa in rassegna le principali vulnerabilità e fonti di rischio per la stabilità del sistema finanziario dell’area dell’euro e presenta un’analisi esaustiva della capacità di quest’ultimo di assorbire shock. La pubblicazione è prevista il 26 novembre sul sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE sulla valutazione preliminare delle condizioni relative alla risoluzione degli enti creditizi e delle imprese di investimento in Ungheria

Il 23 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/38, richiesto dalla Magyar Nemzeti Bank.

Parere della BCE relativo ai coefficienti di riserva in Ungheria

Il 28 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/39, formulato su richiesta della Magyar Nemzeti Bank.

Parere della BCE relativo al sistema di garanzia dei depositi in Irlanda

Il 29 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/40, richiesto dal ministro delle finanze irlandese.

Parere della BCE sulle modifiche allo Statuto della Banca d’Italia

Il 30 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/41, formulato su richiesta della Banca d’Italia.

Parere della BCE relativo al quadro istituzionale per la risoluzione degli enti in Belgio

Il 4 novembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/42, richiesto dal governatore della Nationale Bank van België / Banque Nationale de Belgique per conto del ministro delle finanze belga.

Parere della BCE relativo alla risoluzione delle situazioni di crisi nel mercato finanziario e a un prelievo speciale su alcuni enti finanziari in Slovacchia

Il 6 novembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/43, formulato su richiesta del ministero delle finanze slovacco.

Parere della BCE sulle disposizioni riguardanti le retribuzioni e le pensioni in Irlanda

L’11 novembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/44, richiesto dal ministro irlandese della spesa pubblica e delle riforme.

Parere della BCE relativo alla regolamentazione di società che acquistano crediti a Cipro

Il 12 novembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/45, formulato su richiesta del ministro delle finanze cipriota.

Parere della BCE relativo a un registro dei conti bancari in Bulgaria

Il 13 novembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/46, richiesto dal ministero delle finanze bulgaro.

Parere della BCE relativo a misure di accompagnamento del regolamento sul meccanismo di risoluzione unico in Austria

Il 13 novembre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/47, formulato su richiesta del ministero delle finanze austriaco.

Statistiche

Progetto di regolamento della BCE sulla raccolta di dati granulari sul credito e sul rischio di credito

Il 18 novembre il Consiglio direttivo ha approvato in linea di principio un progetto di regolamento della BCE sulla raccolta di dati granulari sul credito e sul rischio di credito (“AnaCredit”). Il Consiglio direttivo assumerà una decisione definitiva sull’adozione del progetto di regolamento solo dopo aver ricevuto le stime relative al necessario progetto informatico e ragguagli sul metodo di analisi dei costi e dei benefici da applicare per la definizione degli obblighi di segnalazione trattati nel progetto di regolamento. Nel frattempo il Consiglio direttivo ha deciso di pubblicare il documento e i relativi allegati nel sito Internet della BCE per accrescere la trasparenza verso i mercati e agevolarli nella pianificazione.

Governance interna

Aggiornamento della disciplina sugli appalti della BCE

Il 29 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2015/32 recante la disciplina sugli appalti, che comporta una rifusione della Decisione BCE/2007/5, per riflettere le ultime direttive dell’Unione sugli appalti pubblici e la più recente giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea, nonché l’esperienza maturata nei sette anni dall’introduzione delle regole sugli appalti della BCE. La decisione sarà diffusa nel sito Internet della BCE.

Decisione che stabilisce i principi per la presentazione di un feedback sull’operato dei sub-coordinatori delle autorità nazionali competenti

Il 18 novembre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2015/36 che stabilisce i principi per la presentazione di un feedback sull’operato dei sub-coordinatori delle autorità nazionali competenti nei gruppi di vigilanza congiunti (GVC) del Meccanismo di vigilanza unico (MVU). L’atto introduce un processo uniforme per la presentazione di questo feedback al fine di contribuire al buon funzionamento dei GVC. La sua pubblicazione è prevista a breve nel sito Internet della BCE.

Vigilanza bancaria

Risultati della valutazione approfondita delle banche greche

Il 31 ottobre la BCE ha pubblicato i risultati della valutazione approfondita delle quattro banche significative greche sottoposte alla sua vigilanza. L’esercizio è stato condotto in linea con la decisione del Vertice euro del 12 luglio e con il protocollo di intesa sottoscritto il 19 agosto dalla Repubblica ellenica, dalla Bank of Greece e dalla Commissione europea, che agiva per conto del Meccanismo di stabilità. Si rimanda al comunicato stampa reperibile sul sito della BCE dedicato alla vigilanza bancaria (“Banking Supervision”).

Risultati della valutazione approfondita del 2015

Il 14 novembre la BCE ha diffuso i risultati della valutazione approfondita condotta su nove banche fra marzo e novembre 2015. Il relativo comunicato stampa è consultabile sul sito della BCE dedicato alla vigilanza bancaria (“Banking Supervision”), con un allegato tecnico che illustra più in dettaglio la metodologia applicata, l’esame della qualità degli attivi e gli esiti delle prove di stress.

Contatti per i media