Menu

Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Marzo 2015

EMBARGO

DIVIETO DI DIFFUSIONE fino alle ore 15.00 (ora dell’Europa centrale) di venerdì 20 marzo 2015

Politica monetaria

Questionario rivisto per l’indagine sul credito bancario

Il 2 marzo il Consiglio direttivo ha approvato la versione riveduta del questionario per l’indagine sul credito bancario e della guida alla compilazione, con effetto da aprile 2015. Il nuovo testo assicurerà coerenza e migliorerà ulteriormente la comprensione uniforme da parte degli intervistati dei termini oggetto di rilevazione. L’indagine sul credito bancario mira principalmente a potenziare le conoscenze dell’Eurosistema sulle condizioni di finanziamento nell’area dell’euro, contribuendo così alla valutazione degli andamenti monetari ed economici condotta dal Consiglio direttivo a sostegno delle decisioni di politica monetaria.

Ottemperanza delle banche centrali ai divieti concernenti il finanziamento monetario e l’accesso privilegiato

Il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea assegna alla BCE il compito di verificare che le banche centrali degli Stati membri dell’UE rispettino i divieti enunciati agli articoli 123 e 124 e nei regolamenti connessi. Nell’assolvimento di questo compito, il 18 marzo il Consiglio direttivo ha approvato il rapporto concernente il 2014. Maggiori informazioni al riguardo sono reperibili in una specifica sezione del Rapporto annuale 2014 della BCE, che sarà pubblicato il 20 aprile nel sito Internet della BCE.

Comunicazione esterna

Dichiarazione della BCE in seguito alla sentenza del Tribunale riguardante la politica sulla localizzazione per le controparti centrali

Il 4 marzo il Consiglio direttivo ha preso atto della sentenza del Tribunale in merito alla politica sulla localizzazione per le controparti centrali. Si rimanda al comunicato stampa consultabile nel sito Internet della BCE.

Rapporto annuale 2014 della BCE

Il 16 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Rapporto annuale 2014 della BCE, che sarà presentato al Parlamento europeo e reso disponibile il 20 aprile nel sito Internet della BCE in 23 lingue ufficiali dell’Unione europea.

Operazioni di mercato

Proroga del periodo transitorio previsto prima dell’introduzione di una soglia minima standard per l’ammontare dei crediti interni nel quadro di riferimento dell’Eurosistema per le garanzie

Il 26 febbraio il Consiglio direttivo ha deciso di rinviare ulteriormente, almeno sino alla fine di settembre 2018, l’introduzione di una soglia minima di 500.000 euro per l’ammontare dei crediti interni, inizialmente programmata per marzo 2015.

Decisione della BCE sul programma di acquisto di attività del settore pubblico sui mercati secondari condotto dall’Eurosistema e aspetti attuativi connessi

Il 4 marzo il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2015/10 su un programma di acquisto di attività del settore pubblico (PSPP) sui mercati secondari, che definisce la portata del programma annunciato lo scorso 22 gennaio e ne illustra i meccanismi operativi fondamentali. L’atto, entrato in vigore il 9 marzo, è reperibile nel sito Internet della BCE. Per quanto concerne gli ulteriori aspetti attuativi, il 4 marzo il Consiglio direttivo ha inoltre approvato l’elenco delle istituzioni e delle agenzie internazionali e sovranazionali i cui titoli risultano idonei all’acquisto nel quadro del PSPP. L’elenco può essere consultato nel sito della BCE.

Criteri per l’acquisto di tranche mezzanine garantite di ABS nell’ambito dell’ABSPP

Il 18 marzo il Consiglio direttivo ha deciso di ammettere l’acquisto di tranche mezzanine di asset-backed securities (ABS) da parte dell’Eurosistema a condizione che siano assistite da una garanzia conforme ai criteri stabiliti nel quadro di riferimento dell’Eurosistema per le garanzie (di cui al capitolo 6.3.2(c) dell’Indirizzo BCE/2011/14, dal 1° maggio 2014 articolo 114 dell’Indirizzo BCE/2014/60). La garanzia deve pertanto essere incondizionata e irrevocabile, nonché esigibile a prima richiesta e deve coprire il capitale, gli interessi e ogni altra somma dovuta ai sensi dei titoli. In aggiunta, prima dell’acquisto di tranche mezzanine garantite di ABS, l’Eurosistema condurrà opportune procedure di debita diligenza e di valutazione del rischio di credito.

Sistema dei pagamenti e infrastrutture di mercato

Valutazione ad hoc dell’idoneità di un collegamento rispetto ai requisiti applicabili ai sistemi di regolamento delle operazioni in titoli ai fini delle operazioni di finanziamento dell’Eurosistema

Il 26 febbraio il Consiglio direttivo ha approvato l’ammissibilità ai fini delle operazioni di finanziamento dell’Eurosistema del collegamento diretto da Clearstream Banking AG Cascade (Frankfurt) a VP Securities A/S (Denmark). L’elenco completo dei collegamenti idonei è disponibile nel sito Internet della BCE.

Guida per la valutazione dei circuiti di carte sulla base dei requisiti di sorveglianza

Il 23 febbraio il Consiglio direttivo ha approvato la guida per la valutazione dei circuiti di carte rispetto ai requisiti di sorveglianza dell’Eurosistema divulgati nel 2008. Il documento, redatto dal Comitato per i sistemi di pagamento e regolamento, si rivolge sia alle autorità di governance di tali circuiti, cui spetta assicurare l’osservanza dei requisiti, sia alle autorità che conducono la sorveglianza sui circuiti di carte nazionali o internazionali applicando gli standard stabiliti al riguardo dall’Eurosistema. La guida, reperibile nel sito Internet della BCE, è stata aggiornata per integrare il documento Recommendations for the security of internet payments, approvato dal Consiglio direttivo a gennaio 2013, nonché la Assessment guide for the security of internet payments di febbraio 2014.

Stabilità e vigilanza nel settore finanziario

Rapporto 2015 della BCE sull’integrazione finanziaria in Europa

Il 18 marzo il Consiglio direttivo ha preso atto della pubblicazione del nono rapporto della BCE sull’integrazione finanziaria in Europa ( Financial integration in Europe), prevista per il 27 aprile in occasione della conferenza congiunta della BCE e della Commissione europea sul tema dell’integrazione e della stabilità dei mercati finanziari in Europa. Questa edizione del documento presenta lo stato dell’integrazione finanziaria nell’area dell’euro e le attività svolte dall’Eurosistema allo scopo di promuoverla. Comprende inoltre un capitolo sugli ulteriori progressi compiuti nell’attuazione dell’unione bancaria, nonché vari approfondimenti.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo alla strategia di politica macroprudenziale in Lituania

Il 25 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/7, richiesto dalla Lietuvos bankas.

Parere della BCE relativo all’indipendenza della Banka Slovenije e dei componenti dei suoi organi decisionali

Il 2 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2015/8, formulato su richiesta del Presidente dell’assemblea nazionale della Repubblica di Slovenia.

Governance interna

Quadro etico dell’Eurosistema e del Meccanismo di vigilanza unico

Il 12 marzo il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2015/11 che stabilisce i principi di un quadro di riferimento etico dell’Eurosistema e abroga l’Indirizzo BCE/2002/6 sulle norme minime di comportamento applicabili alla Banca centrale europea e alle banche centrali nazionali nello svolgimento di operazioni di politica monetaria, di operazioni sui cambi con le riserve in valuta estera della BCE e nella gestione delle attività di riserva in valuta della BCE; ha altresì adottato l’Indirizzo BCE/2015/12 che stabilisce i principi di un quadro di riferimento etico per il Meccanismo di vigilanza unico. Gli standard etici definiti nei due atti giuridici salvaguardano la credibilità e la reputazione della BCE e dell’Eurosistema nel suo complesso, oltre a preservare la fiducia dei cittadini nell’integrità e imparzialità con cui i membri degli organi della BCE e il suo personale assolvono i compiti di vigilanza e di politica monetaria assegnati alla Banca. Entrambi gli atti sono disponibili sul sito Internet della BCE.

Banconote

Banknote Ethics Initiative

Il 20 febbraio il Consiglio direttivo ha deciso che i nomi delle banche centrali dell’Eurosistema figureranno nell’elenco dei sostenitori degli obiettivi generali della Banknote Ethics Initiative (BnEI), consultabile nel sito Internet di quest’ultima. L’iniziativa, costituita di recente dal settore delle banconote, verte specificamente sulla prevenzione della corruzione e sull’ottemperanza alle normative antitrust da parte degli operatori del comparto.

Contatti per i media