Menu

Domande e risposte sul riesame della strategia

In cosa consiste il riesame della strategia?

Ogni economia deve avere una moneta sicura e stabile. Il compito principale della BCE, come banca centrale per l’euro, è assicurare la stabilità dei prezzi nell’area dell’euro.

Per indirizzare le nostre decisioni di politica monetaria la BCE si basa su una strategia di politica monetaria che stabilisce le coordinate, l’impianto e l’orientamento di policy attraverso i quali conseguiamo il nostro obiettivo. Vogliamo far sì che la nostra strategia sia “adatta allo scopo” e ci aiuti ad assolvere il nostro mandato di mantenere stabili i prezzi. Insieme alle banche centrali nazionali dei 19 paesi dell’area dell’euro abbiamo iniziato a riesaminare la nostra strategia. Il riesame non è su quello che facciamo, ma su come lo facciamo.

Guardiamo a:

  • cosa intendiamo esattamente per “stabilità dei prezzi”, cioè quale tasso di inflazione perseguire;
  • come analizziamo l’economia, per assicurarci di individuare per tempo i rischi per la stabilità dei prezzi e comprendere come le nostre decisioni abbiano un impatto su consumatori, imprese, mercati e banche;
  • in che modo problematiche come l’occupazione, l’inclusione sociale, i cambiamenti climatici e la stabilità finanziaria siano rilevanti anche nel perseguimento del nostro mandato;
  • gli strumenti di politica monetaria che utilizziamo, fra i quali i tassi di interesse e gli acquisti di attività;
  • come ci connettiamo e comunichiamo con i cittadini, perché l’euro è un bene pubblico e vogliamo che tutti comprendano la nostra missione e le nostre decisioni.

Perché la BCE ha deciso di riesaminare la sua strategia in questo momento?

Dall’ultimo riesame della strategia nel 2003 abbiamo osservato profondi mutamenti nell’economia. La diminuzione della crescita e l’eredità della crisi finanziaria hanno compresso i tassi di interesse, rendendo più difficile per la BCE e le altre banche centrali allentare la politica monetaria quando l’economia decelera. Di conseguenza, si è ampliata la gamma dei nostri strumenti. Anche fenomeni come la globalizzazione, la digitalizzazione, l’invecchiamento demografico in atto e i cambiamenti climatici pongono nuove sfide all’economia. In un contesto complesso in evoluzione, vogliamo rendere la nostra strategia di politica monetaria più efficace possibile, sia nel presente che nel futuro.

Vi sono alcune problematiche che ci hanno spinto ad avviare un riesame.

Tassi di interesse storicamente bassi. I tassi sono contenuti per vari motivi: il ritmo al quale crescono le economie nel tempo diminuisce, la produttività (quanto sia efficiente il nostro modo di lavorare) aumenta più lentamente in gran parte delle economie avanzate e la popolazione invecchia. La decelerazione della produttività e la diminuzione della popolazione attiva spingono al ribasso i tassi di interesse. Una popolazione che invecchia risparmia più denaro, cosa che fa scendere i tassi ancor di più.

Limiti alla riduzione dei tassi di interesse. Tradizionalmente le banche centrali innalzano i tassi di interesse quando l’inflazione è troppo elevata. Quando invece è troppo bassa, riducono i tassi per sostenere l’attività economica. Attualmente i tassi di interesse sono prossimi allo zero o persino negativi; per la BCE e le altre banche centrali è quindi più difficile ridurre i tassi come farebbero di solito nei periodi di crescita debole e inflazione bassa. Nuovi strumenti, le misure non convenzionali di politica monetaria come i programmi di acquisto di attività, sono stati messi in campo per far fronte a questi limiti e assicurare la stabilità dei prezzi.

I cambiamenti climatici, la globalizzazione in atto, la rapida digitalizzazione e il mutamento delle strutture finanziarie. Queste tendenze possono avere effetti inattesi sul mondo, su come funziona l’economia e quindi anche sulla nostra politica monetaria.

Quali sono i tempi del riesame della strategia?

Abbiamo avviato il riesame della strategia il 23 gennaio 2020 e ne abbiamo posticipato la conclusione dalla fine del 2020 alla seconda metà del 2021 a causa della pandemia di coronavirus.

Come posso far sentire la mia voce?

Nel contesto del riesame della strategia, ci interessa conoscere le opinioni di un ampio ventaglio di interlocutori. Vogliamo comprendere meglio le aspettative e le preoccupazioni delle persone, per poter assolvere nel migliore dei modi il nostro mandato della stabilità dei prezzi.

I cittadini dell’area dell’euro hanno avuto l’opportunità, fino alla fine di ottobre 2020, di dare il loro contributo nel portale “La BCE ti ascolta”. Pubblicheremo online una sintesi di tutti i commenti ricevuti.

Portale “La BCE ti ascolta”

Nel corso del riesame organizziamo inoltre una serie di conferenze e workshop in tutta l’area dell’euro. Ci interessa conoscere le idee di tutti, dei cittadini e delle organizzazioni della società civile. Pubblicheremo online le sintesi di questi eventi.

Maggiori informazioni sugli eventi dedicati all’ascolto

Quale impatto avrà il riesame della strategia sulla politica monetaria attuale?

La valutazione di politica monetaria della BCE ogni sei settimane resta separata dal riesame della strategia; svolgiamo due esercizi distinti. Il riesame vuole rendere la strategia di politica monetaria della BCE adeguata per i prossimi anni. Il Consiglio direttivo continuerà intanto a seguire l’evoluzione dell’economia e dell’inflazione e ad assumere le decisioni del caso.

La nostra strategia attuale di politica monetaria

Perché dichiarate che “il riesame non è su quello che facciamo ma su come lo facciamo”?

Il nostro obiettivo è sancito dai trattati dell’UE. Il riesame quindi interessa tutti gli aspetti della strategia di politica monetaria, tenuto conto del nostro mandato. Stiamo svolgendo un’analisi accurata e affrontando questo esercizio con spirito di apertura.

Trattati dell’UE

Cambierà anche il modo in cui vigilate sulle banche?

Il riesame della strategia investe diversi aspetti della nostra politica monetaria, ma non il ruolo della BCE nella vigilanza bancaria. Il modo in cui vigiliamo sulle banche è indipendente dal modo in cui conduciamo la politica monetaria.

Vigilanza bancaria

Come mi terrete al corrente sul riesame della strategia?

Forniremo aggiornamenti regolari sul processo di riesame della strategia alle conferenze stampa della BCE in streaming ogni sei settimane, nel nostro sito Internet e nei nostri canali social.

Pagina hub del riesame della strategia

Conferenze stampa

Canali social della BCE

Intendete condividere le osservazioni ricevute negli eventi dedicati all’ascolto durante il riesame?

Sì. Pubblicheremo sintesi dei commenti ricevuti in questi eventi in tutti i nostri canali digitali.

Eventi dedicati all’ascolto in tutta l’area dell’euro

Canali social della BCE

Quando è stata l’ultima volta che avete riesaminato la strategia?

La strategia di politica monetaria della BCE è stata definita nel 1998, anno in cui l’istituzione ha iniziato a operare. Abbiamo valutato e chiarito la strategia nel 2003.

Anche altre banche centrali riesaminano le loro strategie?

Sì. Anche altre banche centrali svolgono questi esercizi. Ad esempio, negli Stati Uniti la Federal Reserve ha iniziato un riesame nel 2019, che è stato portato a termine. Nel Regno Unito la Bank of England ha annunciato a gennaio 2020 un processo di riesame che durerà un anno. La Bank of Canada rivede il proprio obiettivo di inflazione ogni cinque anni.