Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Marzo 2016

EMBARGO

DIVIETO DI DIFFUSIONE fino alle ore 15.00 (ora dell’Europa centrale) di venerdì 18 marzo 2016

Politica monetaria

Misure non convenzionali di politica monetaria

Il 10 marzo il Consiglio direttivo ha deciso un insieme di misure nel perseguimento del suo obiettivo di stabilità dei prezzi. Esse includono, fra l’altro, l’introduzione di un programma di acquisto di attività del settore societario quale componente aggiuntiva del programma di acquisto di attività (PAA), l’incremento a 80 miliardi di euro, a partire da aprile 2016, degli acquisti mensili effettuati nel complesso nell’ambito del PAA e una nuova serie di quattro operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine (OMRLT II) a decorrere da giugno 2016. Per maggiori informazioni in merito a tali misure si rimanda a tre comunicati stampa divulgati nella stessa data sul sito Internet della BCE.

Ottemperanza delle banche centrali ai divieti concernenti il finanziamento monetario e l’accesso privilegiato

Il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea assegna alla BCE il compito di verificare che le banche centrali degli Stati membri dell’UE rispettino i divieti enunciati agli articoli 123 e 124 e nei regolamenti connessi. Nell’assolvimento di questo compito, il 16 marzo il Consiglio direttivo ha approvato il rapporto concernente il 2015. Maggiori informazioni al riguardo saranno fornite in una specifica sezione del Rapporto annuale 2015 della BCE, che sarà pubblicato il 7 aprile nel sito Internet della BCE.

Comunicazione esterna

Rapporto annuale 2015 della BCE

Il 14 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Rapporto annuale 2015 della BCE, che sarà presentato al Parlamento europeo e reso disponibile nel sito Internet della BCE in 23 lingue ufficiali dell’Unione europea il 7 aprile prossimo.

Operazioni di mercato

Imposizione di obblighi di trasparenza per alcuni strumenti di debito non negoziabili

Il 3 marzo il Consiglio direttivo ha deciso di imporre obblighi di trasparenza in relazione a strumenti di debito non negoziabili garantiti da crediti idonei del settore pubblico ai fini della loro ammissibilità quali garanzie nelle regolari operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema. Maggiori informazioni sono contenute nelle pagine dedicate del sito Internet della BCE.

Modifiche concernenti l’idoneità degli strumenti di debito negoziabili emessi o garantiti da Cipro

Il 16 marzo il Consiglio direttivo ha deciso, in conformità all’articolo 8, paragrafo 2, dell’Indirizzo BCE/2014/31, di revocare dal 1° aprile 2016 la sospensione dell’applicazione delle soglie minime di qualità creditizia dell’Eurosistema agli strumenti di debito negoziabili emessi o integralmente garantiti dalla Repubblica di Cipro. A partire da tale data le soglie minime di qualità creditizia torneranno quindi ad applicarsi a tali strumenti, poiché verrà meno la deroga che ne consentiva l’utilizzo quali garanzie e l’acquisto nelle operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema pur non presentando il rating creditizio minimo richiesto. L’atto giuridico (Decisione BCE/2016/5) che applica quanto stabilito dal Consiglio direttivo è stato adottato il 16 marzo ed è disponibile nel sito Internet della BCE.

Sistema dei pagamenti e infrastrutture di mercato

Libro verde della Commissione europea sui servizi finanziari al dettaglio

L’11 marzo il Consiglio direttivo ha approvato una risposta dell’Eurosistema al Libro verde della Commissione europea sui servizi finanziari al dettaglio. La risposta, che è stata quindi inviata alla Commissione, è reperibile nel sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE relativo a ulteriori modifiche in materia di requisiti per la concessione responsabile di prestiti in Ungheria

Il 22 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/8, richiesto dalla Magyar Nemzeti Bank.

Parere della BCE relativo alla gerarchia dei creditori degli enti creditizi in Francia

Il 23 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/7, richiesto dal ministero delle finanze e dei conti pubblici francese.

Parere della BCE relativo a misure volte a facilitare il regolare funzionamento del Consiglio di amministrazione e del Comitato del personale della Central Bank of Cyprus

Il 23 febbraio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/9, formulato su richiesta del ministro delle finanze cipriota.

Parere della BCE su una proposta di regolamento che modifica il Regolamento (UE) n. 575/2013 in merito alle esenzioni per i negoziatori per conto proprio di merci

Il 3 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/10, richiesto dal Consiglio dell’Unione europea e dal Parlamento europeo.

Parere della BCE in merito (a) a una proposta di regolamento che stabilisce norme comuni sulla cartolarizzazione e instaura un quadro europeo per cartolarizzazioni semplici, trasparenti e standardizzate e (b) a una proposta di regolamento che modifica il Regolamento (UE) n. 575/2013 relativo ai requisiti prudenziali per gli enti creditizi e le imprese di investimento.

L’11 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/11, richiesto dal Consiglio dell’Unione europea.

Parere della BCE relativo agli strumenti finanziari idonei per le operazioni di politica monetaria in Romania

Il 16 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/12, formulato su richiesta della Banca Naţională a României.

Parere della BCE relativo ai requisiti obbligatori per i bonifici e gli addebiti diretti in Romania

Il 16 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/13, formulato su richiesta della Banca Naţională a României.

Parere della BCE relativo all’acquisizione della proprietà dell’Institut d’Émission des Départements d’Outre-Mer da parte della Banque de France

Il 16 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/14, richiesto dal ministero delle finanze e dei conti pubblici francese.

Governance interna

Decisione della BCE riguardante le condizioni e le modalità delle indagini dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode in seno alla Banca centrale europea

Il 4 marzo il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2016/3 riguardante le condizioni e le modalità delle indagini dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode in seno alla Banca centrale europea in materia di lotta contro le frodi, corruzione e ogni altra attività illecita lesiva degli interessi finanziari dell’Unione. L’atto sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e nel sito Internet della BCE.

Partecipazione al Comitato di audit della BCE

Il 10 marzo il Consiglio direttivo ha deciso di nominare Patrick Honohan a membro del Comitato di audit con effetto dal 1° aprile 2016 per un periodo di tre anni.

Istituzione del Comitato per le infrastrutture di mercato e ridenominazione del Comitato dell’Eurosistema/SEBC per i sistemi di pagamento e regolamento

Il 16 marzo il Consiglio direttivo ha approvato l’istituzione del Comitato per le infrastrutture di mercato (Market Infrastructure Board, MIB), che supporterà l’Eurosistema nello sviluppo e nella gestione di servizi dell’Eurosistema relativi alle infrastrutture di mercato, con effetto dal 1° aprile 2016, e ha designato alla sua presidenza Marc Bayle, Direttore Generale della DG Pagamenti e infrastrutture di mercato della BCE, con effetto dal 1° aprile 2016 e scadenza del mandato il 31 gennaio 2017. Ha inoltre deciso che il Comitato dell’Eurosistema/SEBC per i sistemi di pagamento e regolamento sarà ridenominato “Comitato dell’Eurosistema/SEBC per le infrastrutture di mercato e i pagamenti”, per rendere in modo più calzante le sue future aree di competenza, e ha designato Marc Bayle alla presidenza fino al 31 dicembre 2016. L’atto giuridico al riguardo, ovvero l’Indirizzo BCE/2016/6 che modifica l’Indirizzo BCE/2012/27 relativo ad un sistema di trasferimento espresso transeuropeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale (TARGET2), è stato adottato il 16 marzo e sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e sul sito Internet della BCE.

Vigilanza bancaria

Rapporto annuale sulle attività di vigilanza

Il 14 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il rapporto annuale della BCE sullo svolgimento dei suoi compiti di vigilanza e ne ha autorizzato la trasmissione al Parlamento europeo, al Consiglio dell’UE, all’Eurogruppo, alla Commissione europea e ai parlamenti nazionali degli Stati membri partecipanti. Il testo sarà consultabile a breve nel sito Internet della BCE.

Contatti per i media