COMUNICATO STAMPA

La BCE celebra la conclusione dei lavori strutturali nella nuova sede

20 settembre 2012

Nella giornata di oggi la Banca centrale europea (BCE) ha celebrato ufficialmente il completamento delle principali opere strutturali della sua nuova sede nel sito della Grossmarkthalle, i vecchi mercati generali di Francoforte sul Meno.

“La cerimonia odierna segna un’altra tappa importante per la nuova sede della Banca” ha dichiarato Jörg Asmussen, membro del Comitato esecutivo della BCE incaricato del progetto, e ha aggiunto: “a nome dei colleghi del Consiglio direttivo desidero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo complesso edilizio unico, dallo stadio progettuale alla fase presente di costruzione, per il loro impegno in tale ambiziosa opera. I nuovi locali doteranno la BCE di una sede moderna e funzionale e spero che per gli abitanti della città, in primo luogo, rappresentino un arricchimento del profilo urbano di Francoforte e del panorama europeo.”

Al messaggio di benvenuto di Jörg Asmussen sono seguiti gli interventi di Peter Feldmann, Sindaco di Francoforte, e di Klaus Pöllath, membro del Consiglio di amministrazione di Ed. Züblin AG, impresa responsabile delle principali opere strutturali. I membri del Comitato esecutivo, del Consiglio direttivo e del Consiglio generale della BCE hanno inserito nella corona cerimoniale le bandiere di tutti i 27 Stati membri dell’UE e dell’Unione europea. La celebrazione si è conclusa con l’innalzamento della corona e il tradizionale brindisi pronunciato dal capomastro addetto alla struttura a sviluppo verticale.

Oltre alla doppia torre di uffici, dove troverà collocazione la maggior parte delle postazioni di lavoro, il complesso comprende la Grossmarkthalle (che ospiterà le sale conferenze e il centro visitatori), l’edificio di accesso e vari fabbricati accessori.

I lavori avanzano in tutti e tre gli elementi architettonici principali. Nella struttura a sviluppo verticale il programma è rispettato: le opere in acciaio per i locali tecnici e l’antenna in cima all’edificio saranno ultimate entro la fine dell’anno. Anche l’apposizione delle facciate e dell’infrastruttura tecnica, unitamente ai lavori di finitura, procede come previsto. Le opere edili nella Grossmarkthalle e nell’edificio di accesso hanno invece accumulato un ritardo di circa sei mesi, dovuto alla complessità degli interventi di restauro necessari nella struttura originaria del monumento storico tutelato.

A oggi la BCE ha sostenuto una spesa di circa 530 milioni di euro per i lavori di edificazione e ad altro titolo, compreso l’acquisto del sito. Nel 2005 l’investimento complessivo era stato stimato a 850 milioni di euro a prezzi costanti per lo stesso anno. Si prevede che i rincari dei materiali e delle attività nel settore delle costruzioni durante il periodo compreso tra il 2005 e il 2014, a progetto completato, comportino un aumento dell’investimento complessivo pari a 200 milioni di euro. Inoltre, è stato necessario fronteggiare varie complicazioni impreviste, in particolare due difficoltà insorte dopo il 2005. Innanzitutto, la prima gara d’appalto per la selezione di un contraente generale non ha prodotto risultati soddisfacenti e la BCE ha dovuto modificare la procedura d’appalto. In secondo luogo la Grossmarkthalle, un imponente edificio storico a carattere industriale del 1928, presentava una serie di problemi che non sono stati rilevati nell’esame iniziale condotto prima dell’acquisizione: le fondazioni sono risultate inadeguate e hanno richiesto ulteriori rinforzi; il manto di copertura non ha potuto essere smantellato secondo i programmi perché contaminato; infine, alcune parti della struttura in calcestruzzo mancavano di armature in acciaio. Probabilmente questi fattori determineranno un costo aggiuntivo di circa 100‑150 milioni di euro, pari a un incremento dell’investimento complessivo del 10‑14%.

Il trasferimento della BCE nella nuova sede è tuttora fissato al 2014, come da programma.

Maggiori informazioni sulla nuova sede della BCE, unitamente agli interventi pronunciati alla cerimonia, sono disponibili nel sito Internet della Banca alla pagina http://www.ecb.europa.eu/newpremises.

Contatti per i media