Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Novembre 2016

EMBARGO

DIVIETO DI DIFFUSIONE fino alle ore 15.00 (ora dell’Europa centrale) di venerdì 18 novembre 2016

Operazioni di mercato

Modifica della decisione sulle OMRLT-II

Il 31 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2016/30 che modifica la Decisione (UE) 2016/810 su una seconda serie di operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine (OMRLT-II). Il nuovo atto, disponibile sul sito Internet della BCE, elimina uno sfasamento relativo al termine assegnato agli enti capofila per presentare domanda di modifica della composizione del gruppo OMRLT-II.

Aggiornamento del quadro di riferimento della politica monetaria

Il 2 novembre il Consiglio direttivo ha adottato i seguenti atti: a) Indirizzo BCE/2016/31 che modifica l’Indirizzo (UE) 2015/510 sull’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema (le “Caratteristiche generali”); b) Indirizzo BCE/2016/32 che modifica l’Indirizzo (UE) 2016/65 sugli scarti di garanzia applicati nell’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria dell’Eurosistema; c) Indirizzo BCE/2016/33 che modifica l’Indirizzo BCE/2014/31 relativo a misure temporanee supplementari sulle operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema e sull’idoneità delle garanzie. I nuovi indirizzi introducono alcuni emendamenti all’attuazione del quadro di riferimento della politica monetaria. Tali emendamenti riguardano, fra l’altro, i criteri di idoneità delle garanzie e le misure di controllo dei rischi applicabili a strumenti di debito non garantiti di primo rango (senior) emessi da enti creditizi o imprese di investimento, nonché le norme sulle strutture cedolari ammissibili che consentono l’idoneità di alcune attività con flussi di cassa negativi. Saranno inoltre introdotti requisiti minimi di informativa per i rating delle obbligazioni garantite assegnati da agenzie accreditate nell’ambito del quadro di riferimento dell’Eurosistema per la valutazione della qualità creditizia. È stato aggiornato anche lo schema degli scarti di garanzia applicabili alle attività stanziate a garanzia nelle operazioni di politica monetaria. Gli indirizzi, unitamente al relativo comunicato stampa, sono disponibili sul sito Internet della BCE. Parallelamente è stato pubblicato anche un secondo comunicato stampa che illustra in dettaglio le decisioni assunte dal Consiglio direttivo nel contesto del riesame periodico del sistema di controllo dei rischi dell’Eurosistema applicabile alle garanzie.

Stabilità finanziaria

Financial Stability Review (novembre 2016)

Il 16 novembre il Consiglio direttivo ha autorizzato la pubblicazione dell’edizione di novembre 2016 del suddetto rapporto sulla stabilità finanziaria. Il documento passa in rassegna le principali fonti di rischio e vulnerabilità in termini di stabilità del sistema finanziario dell’area dell’euro e presenta un’analisi esaustiva della capacità di quest’ultimo di assorbire gli shock. Il rapporto sarà diffuso il 24 novembre sul sito Internet della BCE.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE su una modifica della formula per il calcolo della remunerazione relativa al livret A francese

Il 21 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/51, richiesto dal ministero dell’economia e delle finanze francese.

Parere della BCE relativo alle modifiche alla legge sulla Hrvatska Narodna Banka

Il 28 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/52, formulato su richiesta del ministero delle finanze della Repubblica di Croazia.

Parere della BCE relativo alla riorganizzazione dei compiti dell’Agenzia federale per la stabilizzazione del mercato finanziario e all’attuazione degli orientamenti dell’ABE su sane politiche di remunerazione in Germania

Il 31 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2016/53, richiesto dal ministero federale tedesco delle finanze.

Statistiche

Protocollo d’intesa tra l’Eurostat e la Banca centrale europea / Direzione Generale Statistiche sulla garanzia di qualità delle statistiche su cui si fonda la procedura per gli squilibri macroeconomici

Il 2 novembre il Consiglio direttivo ha approvato il suddetto protocollo d’intesa stipulato fra l’Eurostat e la Banca centrale europea / Direzione Generale Statistiche. Il documento è disponibile nel sito Internet della BCE, unitamente alla lettera afferente di Valdis Dombrovskis, Vicepresidente della Commissione europea, e alla risposta di Sabine Lautenschläger.

Governance interna

Raccomandazione della BCE al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni della Banc Ceannais na hÉireann / Central Bank of Ireland

Il 28 ottobre il Consiglio direttivo ha adottato la Raccomandazione BCE/2016/29 al Consiglio dell’Unione europea sui revisori esterni della Banc Ceannais na hÉireann / Central Bank of Ireland. La raccomandazione, reperibile nel sito Internet della BCE, è pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Rifusione degli strumenti giuridici relativi al quadro normativo contabile dell’Eurosistema

Il 3 novembre il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2016/34 relativo al quadro giuridico per la rilevazione e rendicontazione contabile nel Sistema europeo di banche centrali e la Decisione BCE/2016/35 sul bilancio della Banca centrale europea. Entrambi gli atti sono stati sottoposti a rifusione a fini di semplificazione, con l’intento di migliorarne la qualità complessiva e integrare le diverse modifiche apportate in passato, lasciando tuttavia ampiamente inalterate le politiche contabili dell’Eurosistema. I due strumenti giuridici saranno pubblicati nel corso di dicembre 2016 sul sito Internet della BCE e nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Rifusione della decisione della BCE relativa alla distribuzione del reddito monetario

Il 3 novembre il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2016/36 relativa alla distribuzione del reddito monetario delle banche centrali nazionali degli Stati membri la cui moneta è l’euro (rifusione). L’atto, la cui rifusione si è resa necessaria per ragioni di chiarezza a seguito delle diverse modifiche apportate in passato, è consultabile nel sito Internet della BCE.

Vigilanza bancaria

Consultazione pubblica sull’esercizio di opzioni e discrezionalità da parte delle autorità nazionali competenti in relazione agli enti meno significativi

Il 24 ottobre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di avviare una consultazione pubblica su un progetto di indirizzo e un progetto di raccomandazione concernenti l’esercizio di opzioni e discrezionalità previsti dal diritto dell’Unione per le banche che non ricadono sotto la vigilanza diretta della BCE (enti meno significativi). La consultazione ha avuto inizio il 3 novembre 2016 e si concluderà il 5 gennaio 2017, termine ultimo per la presentazione dei commenti. Nel sito Internet della BCE è stato pubblicato un comunicato stampa in merito, unitamente al Progetto di indirizzo sull’esercizio di opzioni e discrezionalità previste dal diritto dell’Unione da parte delle autorità nazionali competenti in relazione agli enti meno significativi e al Progetto di raccomandazione relativa a specifiche comuni per l’esercizio di talune opzioni e discrezionalità previste dal diritto dell’Unione da parte delle autorità nazionali competenti in relazione agli enti meno significativi.

Consultazione pubblica su una guida riguardante i modelli interni e il rischio di aggiustamento della valutazione del credito

Il 2 novembre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni riguardo alla proposta del Consiglio di vigilanza di avviare una consultazione pubblica su un progetto di guida della BCE che costituirà la base per la valutazione del carattere sostanziale delle estensioni e delle modifiche al metodo dei modelli interni e al metodo avanzato per il rischio di aggiustamento della valutazione del credito. La consultazione pubblica, che dovrebbe avere inizio nel corso di dicembre, sarà annunciata tramite comunicato stampa.

Risultati definitivi della valutazione approfondita 2016

Il 2 novembre il Consiglio direttivo non ha sollevato obiezioni in merito agli esiti della valutazione approfondita del 2016 presentati dal Consiglio di vigilanza. Questo esercizio è stato condotto da marzo a novembre 2016 su quattro banche, ossia Abanka d.d. (Slovenia), Akciju sabiedrība “Rietumu Banka” (Lettonia), Banca Mediolanum S.p.A. (Italia) e Citibank Holdings Ireland Limited (Irlanda), tre delle quali hanno acconsentito alla divulgazione dei risultati. Il relativo comunicato stampa è reperibile nel sito Internet della BCE unitamente agli esiti della valutazione.

Quadro normativo di attuazione del metodo della BCE per il riconoscimento dei sistemi di protezione istituzionale a fini prudenziali

Il 4 novembre il Consiglio direttivo ha adottato l’Indirizzo BCE/2016/37 che stabilisce principi per il coordinamento della valutazione ai sensi del Regolamento (UE) n. 575/2013 e il monitoraggio di sistemi di tutela istituzionale di cui fanno parte enti significativi e meno significativi, nonché l’Indirizzo BCE/2016/38 relativo al metodo per il riconoscimento dei sistemi di protezione istituzionale a fini prudenziali da parte delle autorità nazionali competenti ai sensi del Regolamento (UE) n. 575/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio. I due indirizzi, che stabiliscono il quadro normativo concernente il metodo della BCE per il riconoscimento dei sistemi di protezione istituzionale a fini prudenziali, sono consultabili nel sito Internet della BCE.

Contatti per i media