Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Marzo 2013

Situazione economica, monetaria e finanziaria

Decisione del Consiglio direttivo sulla liquidità di emergenza richiesta dalla banca centrale cipriota

Il 21 marzo il Consiglio direttivo ha deciso di mantenere la liquidità di emergenza ( Emergency Liquidity Assistance, ELA) al livello attuale fino al 25 marzo 2013. In seguito, detta forma di sostegno potrebbe essere presa in considerazione solo in presenza di un programma dell’UE/FMI che assicuri la solvibilità delle banche interessate. Un comunicato stampa che annuncia tale decisione è stato pubblicato nella stessa data sul sito Internet della BCE.

Comunicazione esterna

Rapporto annuale 2012 della BCE

Il 20 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Rapporto annuale 2012 della BCE, che sarà presentato al Parlamento europeo e pubblicato in 21 lingue ufficiali dell’UE il prossimo 24 aprile.

Operazioni di mercato

Modifiche all’uso di talune obbligazioni bancarie con garanzia statale quali garanzie nelle operazioni dell’Eurosistema

Il 20 marzo il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2013/6 in merito alle norme relative all’uso quali garanzie per le operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema di obbligazioni bancarie con garanzia statale emesse per uso proprio. Ai sensi di questo atto, a decorrere dal 1° marzo 2015 tali obbligazioni non saranno stanziabili in garanzia nelle operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema qualora siano emesse dalla controparte che ne fa uso o da un soggetto a questa strettamente collegato. Il Consiglio direttivo ha inoltre deciso di modificare le norme sull’impiego delle obbligazioni bancarie con garanzia statale per il periodo fino al 28 febbraio 2015. A tale scopo, ha adottato l’Indirizzo BCE/2013/4 relativo a misure temporanee supplementari sulle operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema e sull’idoneità delle garanzie, e che modifica l’Indirizzo BCE/2007/9 (rifusione); il nuovo indirizzo comprende vari atti giuridici esistenti relativi a misure temporanee. Infine, per chiarire il regime nel suo complesso, il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2013/5 che abroga le decisioni BCE/2011/4, BCE/2011/10, BCE/2012/32 e BCE/2012/34. Tutti gli atti giuridici, unitamente a un comunicato stampa in merito, sono consultabili nel sito Internet della BCE.

Sistema dei pagamenti e infrastrutture di mercato

Rapporto sulla migrazione alla SEPA

Il 20 marzo il Consiglio direttivo ha autorizzato la pubblicazione del suddetto rapporto dal titolo SEPA migration report, predisposto dal Comitato per i sistemi di pagamento e regolamento, uno dei comitati dell’Eurosistema/SEBC. Il documento illustra lo stato di avanzamento del processo di migrazione nell’area dell’euro a fine 2012 e fornisce indirizzi in merito alla gestione della fase di transizione afferente la migrazione dell’area dell’euro ai bonifici SEPA e agli addebiti diretti SEPA denominati in euro, il cui termine ultimo è fissato al 1° febbraio 2014 ai sensi del Regolamento (UE) n. 260/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 marzo 2012, che stabilisce i requisiti tecnici e commerciali per i bonifici e gli addebiti diretti in euro e che modifica il Regolamento (CE) n. 924/2009. Il rapporto, unitamente al relativo comunicato stampa, è disponibile nel sito Internet della BCE.

Stabilità e vigilanza nel settore finanziario

Rapporto 2013 della BCE sull’integrazione finanziaria in Europa

Il 20 marzo il Consiglio direttivo ha preso atto della prossima pubblicazione del settimo rapporto della BCE sull’integrazione finanziaria in Europa ( Financial integration in Europe), prevista per il 25 aprile in occasione della conferenza congiunta della BCE e della Commissione europea sul tema dell’integrazione e della stabilità del settore finanziario in Europa. La settima edizione del documento presenta lo stato dell’integrazione finanziaria nell’area dell’euro e le attività svolte dall’Eurosistema per promuoverla. Contiene inoltre un capitolo sul meccanismo di vigilanza unico e alcuni articoli di approfondimento, riguardanti ad esempio la segmentazione del mercato monetario dell’area dell’euro in un contesto di tassi di interesse contenuti, l’integrazione nel mercato dei pagamenti al dettaglio in euro, i conti settoriali e il riequilibrio nell’area dell’euro, nonché i mercati monetari statunitensi.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE sul contributo dell’Oesterreichische Nationalbank al fondo fiduciario del Fondo monetario internazionale per la riduzione della povertà e la crescita, nonché sul prestito bilaterale tra il Fondo monetario internazionale e l’Oesterreichische Nationalbank

Il 4 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2013/16, richiesto dal ministero delle finanze austriaco.

Parere della BCE in merito alla ricapitalizzazione degli enti creditizi in Grecia

Il 12 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2013/17, formulato su richiesta del ministero delle finanze greco.

Parere della BCE relativo alla restrizione dei pagamenti in contante in Belgio

Il 18 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2013/18, richiesto dai ministeri belgi delle finanze e degli affari interni.

Parere della BCE riguardante la ricapitalizzazione degli enti creditizi in Portogallo

Il 19 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2013/19, richiesto dal ministero delle finanze e dal parlamento portoghesi.

Parere della BCE in merito ai conti di deposito dormienti presso gli enti creditizi in Grecia

Il 19 marzo il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2013/20, formulato su richiesta del ministero delle finanze greco.

Contatti per i media