Menu

Decisioni assunte dal Consiglio direttivo della BCE (in aggiunta a quelle che fissano i tassi di interesse)

Giugno 2014

EMBARGO

DIVIETO DI DIFFUSIONE fino alle ore 15.00 (ora dell’Europa centrale) di venerdì 20 giugno 2014

Operazioni di mercato

Operazioni finalizzate all’erogazione di liquidità in dollari statunitensi oltre il 31 luglio 2014

Il 30 maggio il Consiglio direttivo ha deciso di continuare a mettere a disposizione delle controparti operazioni di immissione di liquidità in dollari statunitensi con scadenza a sette giorni. Il 17 giugno è stato diramato un annuncio coordinato con altre banche centrali. Si rimanda al comunicato stampa disponibile nel sito Internet della BCE. Un calendario indicativo delle operazioni di immissione di liquidità in dollari nell’arco dei prossimi tre mesi sarà pubblicato mensilmente nel sito Internet della BCE.

Modifiche al quadro normativo dell’Eurosistema in vista dell’applicazione del tasso di interesse negativo sui depositi presso la banca centrale

Il 5 giugno il Consiglio direttivo ha adottato la Decisione BCE/2014/23 sulla remunerazione di depositi, saldi e riserve in eccesso. Tale decisione prevede, in particolare, i necessari aggiustamenti delle norme in materia di remunerazione dei depositi, dei saldi e delle riserve in eccesso ai sensi degli indirizzi BCE/2011/14, BCE/2012/27 e BCE/2014/9.Il Consiglio direttivo ha altresì adottato i seguenti atti: (a) l’Indirizzo BCE/2014/25 che modifica l’Indirizzo BCE/2012/27 relativo ad un sistema di trasferimento espresso transeuropeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale (Target2), (b) l’Indirizzo BCE/2014/22 che modifica l’Indirizzo BCE/2014/9 sulla gestione di attività e passività nazionali da parte delle banche centrali nazionali e (c) la Decisione BCE/2014/24 che modifica la Decisione BCE/2010/23 relativa alla distribuzione del reddito monetario delle banche centrali nazionali degli Stati membri la cui moneta è l’euro. Questi atti giuridici sono stati pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e nel sito Internet della BCE.

Modifiche alle operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema

Il 5 giugno il Consiglio direttivo ha deciso di seguitare a condurre le operazioni di rifinanziamento principali e le operazioni di rifinanziamento a più lungo con scadenza a tre mesi dell’Eurosistema mediante aste a tasso fisso con piena aggiudicazione degli importi richiesti, finché ciò sarà necessario e almeno sino al termine del periodo di mantenimento delle riserve dell’Eurosistema che si concluderà nel dicembre 2016. Il Consiglio direttivo ha inoltre deciso di porre fine alle operazioni di rifinanziamento dell’Eurosistema con scadenza speciale pari a un periodo di mantenimento nonché di sospendere l’operazione settimanale di regolazione puntuale (fine tuning) finalizzata al riassorbimento della liquidità fornita nel quadro del Programma per il mercato dei titoli finanziari, successivamente alle operazioni con aggiudicazione il 10 giugno 2014. Un comunicato stampa al riguardo è stato diffuso lo stesso giorno nel sito Internet della BCE.

Il 5 giugno il Consiglio direttivo ha inoltre deciso di condurre una serie di operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine (OMRLT) al fine di migliorare l’erogazione di prestiti bancari a favore del settore privato non finanziario dell’area dell’euro, esclusi i prestiti concessi alle famiglie per l’acquisto di abitazioni. Per ragguagli tecnici si veda il comunicato stampa pubblicato lo stesso giorno nel sito Internet della BCE.

Misure inerenti all’idoneità delle garanzie dell’Eurosistema

Per sostenere l’efficacia delle summenzionate OMRLT e assicurare una sufficiente disponibilità di garanzie affinché le banche partecipino allo schema, il 5 giugno il Consiglio direttivo ha deciso di prolungare l’idoneità di attività aggiuntive ammesse al momento, segnatamente nell’ambito dello schema di crediti aggiuntivi, almeno fino a settembre 2018.

Misure non convenzionali di politica monetaria finalizzate a migliorare il funzionamento del meccanismo di trasmissione della politica monetaria

Il 5 giugno il Consiglio direttivo ha deciso di intensificare i lavori preparatori relativi all’acquisto definitivo di attività cartolarizzate (asset-backed securities, ABS). Per ulteriori informazioni si invita a consultare il già citato comunicato stampa concernente le OMRLT.

Pareri su proposte di disposizioni legislative

Parere della BCE in merito alla restrizione di pagamenti e incassi in contante in Romania

Il 22 maggio il Consiglio direttivo ha adottato il parere CON/2014/37, richiesto dalla Banca Naţională a României.

Parere della BCE relativo alla remunerazione del personale e dei membri degli organi decisionali della Banca d’Italia e sul regime fiscale delle partecipazioni rivalutate

Il 26 maggio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2014/38, richiesto dal Ministero dell’economia e delle finanze della Repubblica Italiana.

Parere della BCE relativo all’accesso del pubblico a informazioni specifiche concernenti i crediti in sofferenza di talune banche in Slovenia

Il 27 maggio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2014/39, richiesto dal Presidente del parlamento sloveno.

Parere della BCE relativo all’organizzazione, alla vigilanza e alla solvibilità degli enti creditizi in Spagna

Il 30 maggio il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2014/40, richiesto dal Segretario di Stato spagnolo per l’economia e il sostegno alle imprese.

Parere della BCE relativo ai requisiti di liquidità a breve termine degli enti creditizi in Ungheria

Il 6 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2014/41, richiesto dalla Magyar Nemzeti Bank.

Parere della BCE relativo alla remunerazione delle riserve minime in Lituania

L’11 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Parere CON/2014/42, richiesto dalla Lietuvos bankas.

Cooperazione in ambito europeo e internazionale

Rapporto sul ruolo internazionale dell’euro (tredicesima edizione annuale)

Il 17 giugno il Consiglio direttivo ha autorizzato la pubblicazione della tredicesima edizione annuale del rapporto sul ruolo internazionale dell’euro, che prende in esame l’evoluzione dell’utilizzo dell’euro da parte dei non residenti nell’area dell’euro nel corso del 2013. Il documento sarà pubblicato il 16 luglio, unitamente a un comunicato stampa, nel sito Internet della BCE.

Governance interna

Prolungamento del mandato dei membri del Comitato per T2S

Il 30 maggio il Consiglio direttivo ha approvato il prolungamento per ulteriori sei mesi, fino al 31 gennaio 2015, del mandato degli attuali membri del Comitato per T2S, la cui scadenza era prevista nel luglio 2014.

Vigilanza bancaria

Regolamento della BCE relativo all’istituzione del Gruppo di mediazione e al suo regolamento interno

Il 2 giugno il Consiglio direttivo ha adottato il Regolamento BCE/2014/26 relativo all’istituzione del Gruppo di mediazione e al suo regolamento interno ai sensi dell’articolo 25, paragrafo 5, del regolamento del Consiglio dell’UE sull’MVU. Il Gruppo di mediazione assicurerà la separazione tra la politica monetaria e i compiti di vigilanza; la sua funzione sarà quella di risolvere divergenze di opinioni espresse dalle autorità competenti degli Stati membri partecipanti interessati, in caso di obiezione del Consiglio direttivo a un progetto di decisione del Consiglio di vigilanza. Il regolamento sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e sul sito Internet della BCE.

Contatti per i media