COMUNICATO STAMPA
The information published on this page has been changed from the original version.

La BCE si prefigge di raddoppiare la presenza femminile in posizioni di responsabilità

29 agosto 2013

Il Comitato esecutivo della Banca centrale europea (BCE) ha deciso di introdurre obiettivi di genere con la finalità di raddoppiare la percentuale di donne in ruoli dirigenziali.

Lo scopo è fare in modo che entro la fine del 2019 sia occupato da donne il 35% delle posizioni dirigenziali di livello intermedio (capodivisione, vice capodivisione, caposezione, consigliere di grado superiore e consigliere) e di alto livello (direttore generale, vicedirettore generale, direttore e consigliere principale). Per le sole posizioni dirigenziali di alto livello l’obiettivo è del 28%.

Attualmente la percentuale complessiva di donne in ruoli dirigenziali è del 17%, mentre ammonta al 14% la presenza femminile in posizioni dirigenziali di alto livello. Al fine di raggiungere i suddetti obiettivi la BCE sta attuando un piano di azione per la diversità di genere.

Contatti per i media