Perché la BCE svolge attività di ricerca?

28 settembre 2016

La BCE, come le altre principali banche centrali, svolge attività di ricerca per due ragioni fondamentali. Anzitutto, l’attività di analisi approfondita costituisce la base delle decisioni in tutte le nostre aree di competenza, dalla politica monetaria alla stabilità finanziaria, dalla vigilanza bancaria alla politica macroprudenziale.

Inoltre, la pubblicazione degli studi consente ai nostri ricercatori di instaurare legami con la comunità accademica, stimolando la discussione e il dibattito su argomenti rilevanti per la BCE. Questo confronto alimenta a sua volta la ricerca condotta dai nostri esperti, rafforzando ulteriormente le fondamenta delle future decisioni della BCE.

La ricerca economica ha acquisito ancora maggiore importanza alla luce delle nuove e complesse questioni che richiedono un solido lavoro di analisi. L’efficacia delle misure non convenzionali e le modalità di interazione della politica monetaria con le altre politiche (strutturali e di bilancio) sono aspetti relativamente nuovi che testimoniano quanto meno l’accresciuto valore della produzione di studi di qualità.

Qual è la relazione tra ricerca e politiche?

Le decisioni di politica monetaria della BCE hanno un forte impatto mediatico. L’attività di ricerca fornisce sia l’analisi sia gli strumenti per esplorare le opzioni alla base delle decisioni. Bisogna però essere cauti e non interpretare i singoli studi come indicazioni sulla politica futura di una banca centrale. A volte la ricerca, per sua natura, indaga e propone percorsi non ortodossi che pur essendo utili a stimolare il dibattito non potrebbero mai riflettersi in decisioni reali.

I nostri ricercatori forniscono al Consiglio direttivo le informazioni necessarie perché questo assolva il proprio mandato nel modo più efficace possibile. In altre parole, dalla qualità della ricerca derivano anche la qualità delle decisioni della BCE e l’efficacia della sua azione per mantenere la stabilità dei prezzi. Pertanto, ricerche di qualità elevata fondate su una solida base analitica ed empirica sono cruciali in quanto offrono alla BCE gli strumenti necessari a condurre la politica monetaria unica per i cittadini dei 19 paesi dell’area dell’euro.

La BCE, ad esempio, ha ricoperto un ruolo di primo piano nello sviluppo di nuovi modelli econometrici che ci consentono di produrre previsioni economiche e analizzare le conseguenze dei diversi scenari di policy. Modelli di questo tipo sono stati poi adottati da tutte le maggiori banche centrali.

All’indomani della crisi finanziaria il contributo della ricerca all’individuazione di nuove soluzioni per nuove sfide è divenuto ancora più importante. Ad esempio, gli studi sui bassi livelli dei tassi di interesse hanno portato alle indicazioni prospettiche (forward guidance), lo strumento di politica monetaria con cui la banca centrale cerca di influenzare il comportamento di famiglie e imprese orientando le loro aspettative sui tassi di interesse. Questo strumento è utilizzato da tutte le principali banche centrali.

Perché i nostri studi contengono clausole di esclusione della responsabilità?

I lavori della BCE si basano sulle competenze dei suoi esperti. Facciamo affidamento sui nostri ricercatori che con libertà di pensiero studiano metodologie nuove e innovative, soprattutto nell’attuale contesto economico. È per questo che i contributi dei ricercatori della BCE sono pubblicati a nome dell’autore e non rappresentano necessariamente il giudizio o l’opinione della BCE in quanto istituzione né del Consiglio direttivo. Questi contributi, inoltre, non sempre riflettono il complesso degli studi che confluiscono nelle decisioni, poiché parte della ricerca economica rimane interna alla BCE e ovviamente anche i responsabili delle politiche apportano analisi e competenze.

Come scegliamo gli argomenti di ricerca?

Dal momento che l’attività di ricerca è al servizio delle decisioni di policy della BCE, gli argomenti sono strettamente legati agli andamenti economici correnti. I nostri ricercatori forniscono infatti elementi tramite i quali la BCE analizza il contesto economico ed elabora risposte adeguate sul piano delle politiche. Gli studi indagano, ad esempio, come e perché il meccanismo di trasmissione della politica monetaria abbia risentito della crisi finanziaria.

Oltre a questi temi di attualità, i ricercatori adottano una prospettiva più ampia ed esaminano questioni più basilari. Qual è il legame tra la politica monetaria e la politica macroprudenziale? Come formano le proprie aspettative sugli interventi di politica monetaria e sull’inflazione i mercati finanziari, le famiglie e le imprese? A cosa è dovuta la debole crescita economica a livello mondiale e quanto durerà? Risposte a domande teoriche di questo tipo ci aiutano a comprendere meglio le cause e gli effetti delle interazioni economiche e a prendere le giuste decisioni per adempiere al nostro mandato.

L’iniziativa di svolgere nuove ricerche proviene sia dai dirigenti che chiedono di dare risposta a determinate domande sia dagli stessi esperti.

Le nostre pubblicazioni di ricerca

Tutte le pubblicazioni sono curate da un comitato editoriale che assicura l’elevato livello di qualità della ricerca. Gli studi sono proposti dagli esperti e solo quelli che rispettano gli standard richiesti vengono pubblicati.

Research Bulletin Pubblicazione mensile destinata al vasto pubblico che presenta una selezione di studi recenti condotti dagli economisti della BCE su argomenti di policy.
Working Paper Series La collana pubblica la ricerca economica rilevante ai fini dei vari compiti e delle varie funzioni della BCE e fornisce una base analitica ed empirica per la formulazione delle politiche. Questi studi, che rappresentano un “cantiere aperto”, sono rivolti alla comunità scientifica e dunque a lettori con conoscenze di economia.
Gli altri contributi della serie (discussion paper) si differenziano dalle pubblicazioni standard per un’accessibilità più vasta e per l’adozione di un punto di vista più equilibrato. Pur basandosi in parte su studi originali, inquadrano l’analisi nel contesto più ampio della letteratura sull’argomento e considerano esplicitamente la prospettiva di policy.
Occasional Paper Series La collana comprende studi attinenti ai compiti e alle funzioni principali della BCE e del Sistema europeo di banche centrali. Sebbene rivolti a un vasto pubblico, i contributi potrebbero richiedere conoscenze di base sull’argomento.
Legal Working Paper Series La collana presenta studi di ricerca giuridica e dottrina su aspetti rilevanti per i compiti e le funzioni della BCE e del Sistema europeo di banche centrali. Questi studi, che rappresentano un “cantiere aperto”, sono rivolti alla comunità scientifica e dunque a lettori con conoscenze giuridiche.
Statistics Paper Series Collana attraverso la quale statistici, economisti e altri esperti pubblicano contributi innovativi di interesse per le banche centrali nel campo della statistica e delle relative metodologie.