Opzioni di ricerca
Home Media Facciamo chiarezza Studi e pubblicazioni Statistiche Politica monetaria L‘euro Pagamenti e mercati Lavorare in BCE
Suggerimenti
Ordina per

Di chi è la BCE?

30 gennaio 2020

La BCE appartiene alle banche centrali di tutti i paesi dell’UE. In un certo senso possono essere considerate come azioniste. Ogni banca centrale detiene una quota del capitale della BCE. In pratica, ha versato un certo importo per consentirci di perseguire l’obiettivo di mantenere stabili i prezzi in tutta l’area dell’euro.

La BCE appartiene esclusivamente alle banche centrali; non abbiamo proprietari del settore privato. Questo significa tra l’altro che non è influenzata da interessi finanziari privati che possano limitare la sua indipendenza.

Quanto paga ogni banca centrale?

Dipende da quanto incide ogni paese sulla popolazione totale e sull’intera economia dell’UE. Per calcolare esattamente quanto ogni banca centrale deve pagare si utilizza lo “schema di partecipazione al capitale”.

Di chi è la BCE? Di chi è la BCE?

Alcuni paesi pagano più di altri, ma non significa che abbiano più peso nelle decisioni della BCE. L’importo che versano è proporzionale alle loro dimensioni. Ad ogni modo, ciascun paese che utilizza l’euro ha voce in capitolo nelle riunioni del Consiglio direttivo della BCE e un sistema di rotazione determina i turni di voto.

Solo i 19 paesi che hanno adottato l’euro pagano il totale dell’importo calcolato sulla base dello schema di partecipazione al capitale. Invece, i paesi dell’UE che non l’hanno adottato versano solo una parte dell’ammontare, il 3,75% per la precisione. Contribuiscono perché fanno comunque parte del Sistema europeo di banche centrali, il SEBC, e sono quindi coinvolti in alcune delle attività decisionali della BCE.

Ogni banca centrale paga quindi un importo diverso. L’importo può cambiare?

Sì. La BCE ricalcola lo schema di partecipazione al capitale, e quindi il contributo di ciascuna banca centrale, ogni cinque anni e ogni volta che cambia il numero dei paesi dell’UE.

Così teniamo conto delle variazioni delle dimensioni della popolazione e dell’economia di ogni paese, sia nel corso del tempo che rispetto al resto dell’UE.

Leggi di più