Procedure per i test sui tipi di apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote

Classificazione

Finalità

Il 16 settembre 2010 il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha adottato la Decisione BCE/2010/14 relativa al controllo dell’autenticità e idoneità delle banconote in euro e al loro ricircolo1. La Decisione BCE/2010/14 è stata modificata al fine di estenderne l’ambito di applicazione al controllo di autenticità e idoneità e al ricircolo della nuova serie di biglietti in euro. Ai sensi della decisione, le banconote in euro possono essere reimmesse in circolazione unicamente previa verifica di autenticità e idoneità. I biglietti in euro rimessi in circolo tramite i dispositivi utilizzabili autonomamente dalla clientela o tramite casse prelievo contanti devono essere sottoposti a controllo di autenticità e idoneità mediante un tipo di apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote verificato positivamente da una banca centrale nazionale (BCN) dell’Eurosistema.

Classificazione delle apparecchiature

Le apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote da sottoporre a test possono essere suddivise in due tipologie.

1. Dispositivi utilizzabili autonomamente dalla clientela, comprendenti:

  • dispositivi di introito ed esito del contante (CRM), ossia che accettano banconote in euro, ne verificano l’autenticità e l’idoneità ed erogano biglietti in euro depositati da altri clienti in precedenti operazioni;
  • dispositivi di cash in combinati (CCM), ossia che accettano banconote in euro e ne verificano l’autenticità, ma erogano biglietti in euro caricati separatamente al loro interno, senza rimettere in circolo quelli depositati da altri clienti in precedenti operazioni;
  • dispositivi di cash in (apparati per il deposito di contante, CIM), ossia che accettano banconote in euro e ne verificano l’autenticità, senza però erogarle alla clientela;
  • dispositivi di cash out (COM), ossia altre apparecchiature che controllano l’autenticità e l’idoneità delle banconote in euro, prima di erogarle alla clientela.

2. Dispositivi riservati al personale, comprendenti:

  • apparecchiature per la selezione e la verifica delle banconote (BPM), ossia che controllano l’autenticità e l’idoneità dei biglietti in euro;
  • apparecchiature per il controllo dell’autenticità delle banconote (BAM), ossia che controllano soltanto l’autenticità dei biglietti in euro;
  • dispositivi di introito ed esito del contante ad ausilio dei cassieri (TARM), ossia apparecchiature impiegate dai soggetti che operano con il contante, in grado di custodire le banconote in euro, di consentire l’accredito o l’addebito di importi nei conti bancari dei clienti e di verificare l’autenticità e l’idoneità dei biglietti in euro;
  • dispositivi di ausilio ai cassieri (TAM), ossia apparecchiature impiegate dai soggetti che operano con il contante, in grado di custodire le banconote in euro, di consentire l’accredito o l’addebito di importi nei conti bancari dei clienti e di verificare l’autenticità dei biglietti in euro.

Per poter essere sottoposto a test, un tipo di apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote deve essere in grado di trattare i biglietti in euro, nonché di classificarli e separarli in conformità agli allegati IIa e IIb della Decisione BCE/2010/14, senza l’intervento dell’operatore.

Dispositivi di controllo dell’autenticità (esclusi da questa procedura)

La procedura di test descritta non si applica ai:

  1. dispositivi di controllo dell’autenticità che sono in grado di trattare singole banconote o mazzette e di classificare, senza l’intervento dell’utente, i biglietti come autentici o sospetti, ma che non sono predisposti per separare fisicamente gli esemplari sospetti in modo automatico (cfr. Dispositivi di controllo dell’autenticità delle banconote sottoposti a test);
  2. dispositivi di controllo dell’autenticità in cui sia l’utente a decidere se la banconota è autentica o meno (cioè di ausilio alla verifica).

Come richiedere il test delle apparecchiature

I produttori che desiderino sottoporre le proprie apparecchiature a test2 devono rivolgersi a una delle BCN (cfr. Persone di riferimento presso le BCN).

1 GU L 267 del 9.10.2010, pag. 1.
2 Qualora un tipo di apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote sia cancellato dal sito Internet della BCE perché la società produttrice rifiuta l’esecuzione del test annuale, i soggetti che operano con il contante presso i quali è in uso tale tipo di apparecchiatura possono richiedere a una BCN di condurre bilateralmente un test.

Procedure per i test

Introduzione

L’Eurosistema ha stabilito procedure comuni per l’esecuzione dei test sui vari tipi di apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote. I test permettono di verificare se un tipo di apparecchiatura sia in grado di riconoscere le banconote in euro autentiche, di separarle dai falsi (test di rilevazione dei falsi) ed eventualmente di selezionare i biglietti in euro in base alla loro idoneità alla circolazione (test di idoneità). Inoltre, per i dispositivi utilizzabili autonomamente dalla clientela viene controllato il corretto funzionamento del sistema di tracciamento del titolare del conto (test del sistema di tracciamento).

I test sono condotti con una selezione di banconote in euro, autentiche e false, secondo le modalità di seguito illustrate. In qualsiasi momento possono tuttavia apparire in circolazione nuove tipologie di falsi che presentano caratteristiche diverse da quelle degli esemplari utilizzati nei test; pertanto, si sottolinea che i risultati dei test pubblicati in questo sito Internet attestano soltanto la capacità dei tipi di apparecchiature di individuare i falsi ricompresi nella selezione di test alla data di esecuzione.

L’Eurosistema esorta quindi le società produttrici a seguire l’evoluzione delle falsificazioni e ad aggiornare regolarmente le loro apparecchiature, ove necessario, affinché possano essere individuati in modo affidabile anche i falsi più recenti. Oltre ai test iniziali, relativi alla capacità di classificare e trattare le banconote in euro come previsto dalla Decisione BCE/2010/14 (test di verifica), le procedure comuni contemplano test annuali e ripetizioni dei test specifiche (condotte su richiesta) sui vari tipi di apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote. Inoltre, in base alle procedure comuni, occorre ripetere i test ogniqualvolta l’aggiornamento di un tipo di apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote abbia un impatto sulle sue funzionalità fondamentali. Tutti i test sono svolti seguendo le medesime procedure in presenza dei produttori delle macchine. In questo sito Internet è pubblicato soltanto l’elenco dei tipi di apparecchiature che hanno superato un test.

In corrispondenza di ogni tipo di apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote che sia stata sottoposta a test, possono essere elencate anche una o più macchine aggiuntive dello stesso tipo (apparecchiature aggiuntive). Pur non essendo state verificate da una BCN dell’Eurosistema, sono riportate in questa sede sulla base di una garanzia fornita per iscritto dalla società produttrice attestante che dispongono dello stesso hardware e software, e dunque delle stesse funzionalità fondamentali (di cui alla Decisione BCE/2010/14), dell’apparecchiatura sottoposta a test. Le apparecchiature aggiuntive sono elencate insieme al tipo di apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote su cui è stato eseguito il test.

Test di rilevazione dei falsi

Viene effettuato con una selezione standard composta da banconote in euro autentiche, esemplari rappresentativi di falsi ritirati dalla circolazione e documenti aggiuntivi, predisposti dall’Eurosistema per riprodurre e includere alcune caratteristiche dei biglietti in euro.

Ogni BCN può inoltre impiegare esemplari falsi rappresentativi del contesto nazionale per tenere conto degli sviluppi più recenti. Le procedure comuni per i test e il regolare aggiornamento della selezione di test utilizzata assicurano che l’inclusione di falsi rinvenuti di recente a livello locale non determini una divergenza degli standard per i test eseguiti nei vari paesi.

I campioni di falsi unitamente alle banconote in euro sono sottoposti a test verificando tutti i tagli, le serie, le possibilità di orientamento del biglietto e le opzioni supportati dal rispettivo tipo di macchina.

Le apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote superano il test se (a) nessuno dei falsi o dei documenti aggiuntivi definiti dall’Eurosistema è classificato come biglietto in euro autentico (categoria 4a o 4b dell’allegato IIa o IIb alla Decisione BCE/2010/14); (b) almeno il 90% delle banconote in euro verificate sono classificate come biglietti in euro idonei alla circolazione; (c) tutti i tagli e/o le serie di banconote in euro non supportati dalla macchina o in essa inseriti in un orientamento non supportato vengono rifiutati. Inoltre, i dispositivi utilizzabili autonomamente dalla clientela superano il test se l’1% al massimo delle banconote in euro autentiche non è classificato in modo esatto (categoria 4a o 4b), mentre quelli con tracciabilità del cliente superano il test se almeno il 90% dei falsi1 e di alcuni documenti aggiuntivi definiti dall’Eurosistema è classificato nella categoria 2 o 3 (tavola 1) dell’allegato IIa alla Decisione BCE/2010/14.

L’Eurosistema aggiorna la selezione di test ogni due mesi circa, per assicurare che i test siano effettuati con i falsi più recenti riscontrati in circolazione.

Test di idoneità

Viene eseguito utilizzando una selezione di biglietti in euro autentici che presentano difetti simili a quelli causati dall’uso quotidiano. Gli esemplari vengono inseriti nell’apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote in euro controllando tutte le possibilità di orientamento del biglietto supportate dalla macchina. Il test è superato se non oltre il 5% delle banconote non idonee è classificato nella categoria 4a dell’allegato IIa o IIb alla Decisione BCE/2010/14.

Test del sistema di tracciamento

Il test, condotto soltanto sui dispositivi utilizzabili autonomamente dalla clientela, è superato se l’apparecchiatura per la selezione e accettazione delle banconote custodisce i dati sul titolare del conto per tutti i biglietti in euro classificati nelle categorie 2 e 3 (tavola 1) dell’allegato IIa alla Decisione BCE/2010/14 ed è in grado di ricollegare in modo affidabile la totalità dei biglietti ai dati sui rispettivi titolari di conto.

Pubblicazione dei risultati dei test sui tipi di apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote verificati positivamente

Soltanto i tipi di apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote che hanno superato un test presso una BCN sono inclusi nell’elenco delle apparecchiature verificate positivamente.

1 I documenti creati ad arte non rientrano nella percentuale di banconote trattenute dalla macchina.