COMUNICATO STAMPA

Applicazione del nuovo sistema di controllo dei rischi: categorie di liquidità e gruppi di emittenti

28 ottobre 2003

Nell'ambito dell'applicazione del nuovo sistema di controllo dei rischi relativo alle attività stanziabili a garanzia nelle operazioni di credito dell'Eurosistema (ossia operazioni di finanziamento infragiornaliero e di politica monetaria), annunciato con il comunicato stampa del 2 luglio 2003, il Consiglio direttivo della BCE ha approvato le seguenti modifiche al sistema stesso, che saranno recepite nella base dati delle attività idonee (Eligible Assets Database, EAD) predisposta dalla BCE:

  1. inclusione di due nuovi gruppi di emittenti ("Amministrazioni centrali" e "Amministrazioni locali/regionali") e rimozione del gruppo di emittenti "Pubblica amministrazione";
  2. suddivisione del gruppo di emittenti "Agenzie" in due sottogruppi: "Agenzie diverse dalle istituzioni creditizie" e "Agenzie - istituzioni creditizie";
  3. ampliamento del gruppo di emittenti "Società", ridenominato "Società e altri soggetti".

L'elenco delle attività idonee con la nuova classificazione dei gruppi di emittenti e delle tipologie di attività sarà pubblicato oggi sul sito Internet della BCE. A scopo di chiarimento, sarà anche disponibile una versione statica dell'elenco delle attività idonee suddivise nelle nuove categorie di liquidità. Fino alla pubblicazione dell'edizione riveduta del documento attualmente intitolato La politica monetaria unica nell'area dell'euro. Caratteristiche generali degli strumenti e delle procedure di politica monetaria dell'Eurosistema, prevista per il primo trimestre del 2004, le controparti potranno trovare i nuovi codici dei gruppi di emittenti e delle tipologie di attività e derivarne le corrispondenti categorie di liquidità effettuando una ricerca nella base dati EAD disponibile sul sito Internet della BCE.

In seguito alla diffusione del suddetto documento, la BCE pubblicherà sul proprio sito Internet i codici delle nuove categorie di liquidità per le attività idonee di primo livello, i codici emendati per le attività di secondo livello e i nuovi livelli degli scarti di garanzia.

ALLEGATO

Facendo seguito all'annuncio diffuso con il comunicato stampa del 2 luglio 2003, questo documento contiene ulteriori informazioni sulla classificazione delle attività idonee di primo livello nell'ambito delle varie categorie di liquidità. Inoltre, esso illustra le modifiche apportate alla base dati delle attività idonee (Eligible Assets Database, EAD) con riferimento alla riclassificazione di alcuni gruppi di emittenti e categorie di liquidità.

I nuovi livelli degli scarti di garanzia saranno applicati a partire dalla pubblicazione della versione riveduta del documento attualmente intitolato La politica monetaria unica nell'area dell'euro. Caratteristiche generali degli strumenti e delle procedure di politica monetaria dell'Eurosistema, prevista per il primo trimestre del 2004.

Le attività idonee di primo livello sono assegnate a una delle seguenti quattro categorie, in ordine di liquidità decrescente, in base alla classificazione dell'emittente e alla tipologia di attività. La tavola illustra tutte le possibili combinazioni di gruppi di emittenti e tipologie di attività comprese nelle varie categorie di liquidità:

Categorie di liquidità e gruppi di emittenti per le attività di primo livello

GRUPPI DI EMITTENTI CATEGORIE DI LIQUIDITÀ
I Categoria II Categoria III Categoria IV Categoria (1)
Banche centrali IG1 Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03) - - Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Amministrazioni centrali IG2 Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03) - - Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Società e altri soggetti IG3 - - Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03) Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Istituzioni creditizie (escluse le Agenzie - istituzioni creditizie)(2) IG4 - Strumenti jumbo di tipo Pfandbriefe (AT09) Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03); strumenti tradizionali di tipo Pfandbriefe (AT10) Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Amministrazioni locali/regionali IG5 - Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03) - Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Enti sovranazionali IG6 - Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03) - Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Agenzie diverse dalle istituzioni creditizie IG7 - Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03) - Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)
Agenzie - istituzioni creditizie IG8 - Obbligazioni (AT01); notes a medio termine (AT02); buoni del Tesoro/carta commerciale/certificati di deposito (AT03); strumenti jumbo di tipo Pfandbriefe (AT09); Strumenti tradizionali di tipo Pfandbriefe (AT10) - Altri titoli derivanti da cartolarizzazioni/titoli garantiti da attività (ABS)/titoli con garanzia ipotecaria (AT11)

(1) Titoli garantiti da attività esclusi gli strumenti di tipo Pfandbriefe. (2) In conseguenza della creazione del gruppo di emittenti "Agenzie - istituzioni creditizie", il gruppo "Istituzioni creditizie" (IG4 nell'EAD) è stato ridenominato "Istituzioni creditizie (escluse le Agenzie – istituzioni creditizie)".

In linea generale, la classificazione del gruppo di emittenti determina la categoria di liquidità. Tuttavia, indipendentemente dal gruppo di emittenti, tutti i titoli garantiti da attività appartengono alla quarta categoria di liquidità, tutti gli strumenti jumbo di tipo Pfandbriefe alla seconda e tutti gli altri strumenti emessi da istituzioni creditizie alla terza. Le controparti potranno individuare gli strumenti di tipo Pfandbriefe effettuando una ricerca nella base dati EAD disponibile sul sito Internet della BCE. Gli strumenti di tipo Pfandbriefe sono considerati jumbo quando il loro volume di emissione è pari almeno a 500 milioni di euro e quando minimo due market maker ne quotano con regolarità i corsi di acquisto e di vendita.

Oltre agli strumenti jumbo di tipo Pfandbriefe e ai titoli emessi dalle amministrazioni locali e regionali e dagli enti sovranazionali, la seconda categoria di liquidità comprende anche i titoli emessi dagli enti classificati come agenzie dalla BCE. I titoli emessi dalle altre agenzie appartengono alla terza categoria di liquidità. L'elenco degli enti classificati come agenzie dalla BCE sarà rivisto con frequenza annuale.

Al fine di rappresentare con chiarezza la tipologia di emittente e applicare correttamente i criteri di idoneità, il gruppo delle agenzie compreso nella seconda categoria di liquidità è stato suddiviso in "Agenzie diverse dalle istituzioni creditizie" (IG7 nell'EAD) e "Agenzie - istituzioni creditizie" (IG8 nell'EAD).

Il gruppo "Società" (IG3 nell'EAD) è stato ampliato e ridenominato "Società e altri soggetti" (IG3 nell'EAD). Oltre alle società, questo gruppo includerà tutti gli emittenti non specificatamente compresi in altri gruppi.

L'elenco delle attività idonee sarà pubblicato oggi sul sito Internet della BCE. A scopo di chiarimento, sarà anche disponibile una versione statica dell'elenco delle attività idonee suddivise nelle nuove categorie di liquidità. Fino alla pubblicazione dell'edizione riveduta del documento La politica monetaria unica nell'area dell'euro. Caratteristiche generali degli strumenti e delle procedure di politica monetaria dell'Eurosistema, le controparti potranno trovare i nuovi codici dei gruppi di emittenti e delle tipologie di attività e derivarne le corrispondenti categorie di liquidità effettuando una ricerca nella base dati EAD disponibile sul sito Internet della BCE.

In seguito alla diffusione del suddetto documento, la BCE pubblicherà sul proprio sito Internet i codici delle nuove categorie di liquidità per le attività idonee di primo livello, i codici emendati per le attività di secondo livello e i nuovi livelli degli scarti di garanzia.

Monetary policy

Contatti per i media