COMUNICATO STAMPA

Misure atte ad accrescere l'efficienza dell'assetto operativo per la conduzione della politica monetaria

23 gennaio 2003

Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha deciso di attuare due misure volte ad accrescere l'efficienza dell'assetto operativo per la conduzione della politica monetaria:

  1. Il calendario dei periodi di mantenimento della riserva obbligatoria sarà ridefinito, in modo da far coincidere l'inizio di ciascun periodo con il giorno di regolamento dell'operazione di rifinanziamento principale (ORP) successiva alla riunione del Consiglio direttivo in cui è programmata la valutazione mensile dell'orientamento di politica monetaria(*). Inoltre, l'eventuale modifica del tasso di interesse applicato alle operazioni su iniziativa delle controparti avrà effetto, di norma, in concomitanza con l'inizio del nuovo periodo di mantenimento;
  2. La durata delle operazioni di rifinanziamento principali sarà ridotta da due a una settimana.

Le due misure contribuiranno congiuntamente a porre fine alle aspettative di variazione dei tassi di interesse nel corso del periodo di mantenimento, poiché la modifica dei tassi d'interesse di riferimento della BCE avrà effetto, in genere, soltanto a partire dal successivo periodo di mantenimento e, pertanto, le condizioni di liquidità relative a un periodo non si trasmetteranno più a quello seguente. Di conseguenza, tali misure concorreranno a stabilizzare le condizioni di partecipazione alle ORP e garantiranno che i periodi di mantenimento inizino sempre in una giornata di operatività di Target e solo di rado si concludano in una data di chiusura del sistema.

In vista delle attività preparatorie necessarie all'attuazione delle misure, si prevede che queste ultime diverranno effettive nel corso del primo trimestre del 2004. Il calendario dei periodi di mantenimento sarà pubblicato almeno con tre mesi di anticipo. In base al nuovo sistema il lasso di tempo tra la data in cui è calcolato l'aggregato soggetto a riserva, ossia l'ultimo giorno del mese, e l'inizio del periodo di mantenimento sarà almeno altrettanto lungo quanto quello attuale. La riserva dovuta da ciascuna istituzione creditizia per il periodo di mantenimento che cominci, ad esempio, in aprile sarebbe calcolata sulla base dei dati di fine febbraio relativi all'aggregato soggetto a riserva.

Il 7 ottobre 2002 l'Eurosistema ha avviato una procedura di consultazione al fine di raccogliere le opinioni dei partecipanti al mercato riguardo ad alcune misure tecniche volte ad accrescere l'efficienza dell'assetto operativo per la conduzione della politica monetaria. Oltre che sulle due modifiche adottate, i destinatari della consultazione sono stati invitati a esprimersi sulla possibile sospensione delle operazioni di rifinanziamento a più lungo termine (ORLT). Secondo quanto è emerso, le ORLT continuano a soddisfare le esigenze delle controparti dell'Eurosistema relative alla gestione della liquidità; pertanto, il Consiglio direttivo della BCE ha deciso di non sospenderle.

La partecipazione alla procedura di consultazione è stata ampia e fortemente rappresentativa della comunità bancaria dell'area dell'euro, in termini sia di ubicazione geografica che di dimensione delle istituzioni. Hanno inviato il proprio contributo 17 associazioni del settore bancario e finanziario (5 europee e 12 nazionali di otto paesi) e 42 istituzioni creditizie, comprendenti sia grandi banche del gruppo di riferimento per l'Eonia sia piccole istituzioni. Nel complesso, la procedura di consultazione è stata accolta molto favorevolmente dagli operatori di mercato e ha consentito di ricevere un ulteriore valido contributo sulle modifiche prospettate.

Una sintesi delle osservazioni pervenute è disponibile nella sezione relativa alle consultazioni pubbliche sul sito Internet della BCE e delle banche centrali nazionali.

(*) L'8 novembre 2001 è stato annunciato che il Consiglio direttivo della BCE avrebbe valutato l'orientamento della politica monetaria, di norma, solo nel corso della prima riunione del mese. La BCE pubblica verso metà anno il calendario completo delle riunioni mensili per l'anno successivo.

Contatti per i media