Banconote in euro della serie “Europa”

Le banconote della serie “Europa” sono introdotte gradualmente nel corso di diversi anni, in ordine ascendente. I primi quattro biglietti della nuova serie, ossia i tagli da €5, €10, €20 e €50, sono stati emessi rispettivamente nel 2013, nel 2014, nel 2015 e nel 2017. La nuova banconota da €50 ha iniziato a circolare il 4 aprile 2017.

Perché servono nuove banconote?

La BCE e le banche centrali nazionali (BCN) dell’Eurosistema sono responsabili dell’integrità delle banconote in euro. A tal fine hanno messo a punto una seconda serie di biglietti in euro dotati di caratteristiche avanzate, che contribuiscono a renderli ancora più sicuri e a preservare la fiducia dei cittadini nella moneta.

La nuova serie di banconote è denominata “Europa” perché include due caratteristiche di sicurezza recanti il ritratto di Europa, figura della mitologia greca da cui prende il nome il nostro continente.

Un passo avanti rispetto ai falsari

Le nuove banconote in euro beneficiano del progresso tecnologico. Le nuove caratteristiche di sicurezza offrono una maggiore protezione dalla falsificazione, rendendo le banconote più sicure.

La strategia di ricerca e sviluppo dell’Eurosistema mira a rendere le banconote in euro talmente sicure da costituire un deterrente per i falsari. Gli enti creditizi, le categorie professionali che operano con il contante e i cittadini devono poter riconoscere i biglietti falsi, dando così il proprio contributo alla strategia di contrasto alla falsificazione adottata dall’Eurosistema.

Resistenza e maggiore durata

Le nuove banconote in euro avranno una durata più lunga rispetto alla prima serie e quindi non dovranno essere sostituite con la stessa frequenza. Questa è una caratteristica importante soprattutto per il biglietto da €5, particolarmente soggetto a usura. Un ciclo di vita più lungo significa anche una riduzione dell’impatto ambientale delle nuove banconote.

Ampie attività di ricerca e sviluppo

Le banconote sono prodotti altamente sofisticati, che richiedono anni di attività di ricerca e sviluppo per giungere a risultati innovativi.

Tagli

La BCE ha deciso di porre fine in via permanente alla produzione della banconota da €500, escludendo quindi questo taglio dalla nuova serie. Sono invece mantenuti gli altri tagli, ovvero €5, €10, €20, €50, €100 e €200.

Comunicato stampa

Evoluzione del disegno

Le nuove banconote rappresentano un’evoluzione. Da un lato mantengono gli stessi disegni della prima serie (ispirata al tema “Epoche e stili”) e gli stessi colori dominanti; dall’altro, sono state lievemente modificate per integrare le avanzate caratteristiche di sicurezza. La nuova serie risulta quindi facilmente distinguibile dalla prima.

Resistenza all’usura

Il taglio da €5 e quello da €10 sono stati i primi due della serie “Europa” a entrare in circolazione. Poiché passano spesso di mano in mano in quanto comune strumento di pagamento, entrambe le banconote sono state dotate di un sottile rivestimento protettivo per renderle più resistenti nel tempo. Ciò consentirà una minore frequenza di sostituzione e quindi una riduzione dei costi e dell’impatto ambientale. Non è previsto alcun rivestimento per gli altri tagli della serie “Europa”, inclusa la nuova banconota da €50, tenuto conto del loro diverso utilizzo.

Circolazione simultanea della prima e della seconda serie di banconote

I biglietti in euro della prima serie continueranno a essere immessi in circolazione insieme alle banconote della serie “Europa”, fino a esaurimento delle scorte. In seguito verranno gradualmente ritirati.

Valore delle banconote della prima serie

La data in cui la prima serie cesserà di avere corso legale sarà comunicata con largo anticipo. Tuttavia, le banconote della prima serie manterranno sempre il proprio valore e potranno essere cambiate per un periodo di tempo indeterminato presso le BCN dell’Eurosistema.

Preparativi in vista delle nuove banconote

La BCE mette i nuovi biglietti a disposizione dei settori interessati con ampio anticipo e collabora strettamente con tutte le parti coinvolte nell’ambito del Programma di partnership dell’Eurosistema, affinché l’introduzione si svolga in modo ordinato.

In ultima analisi, spetta però ai proprietari delle apparecchiature per il trattamento delle banconote effettuare gli adeguamenti necessari per l’accettazione dei nuovi biglietti.