COMUNICATO STAMPA

Direttiva sui servizi di pagamento

24 aprile 2007

Dichiarazione congiunta della Banca centrale europea e della Commissione europea, che accolgono con favore l’adozione della Direttiva sui servizi di pagamento da parte del Parlamento europeo

Il Parlamento europeo ha oggi adottato la proposta di Direttiva sui servizi di pagamento (DSP) per la quale il Consiglio Ecofin aveva concordato un’impostazione generale nella riunione del 27 marzo 2007. Il testo della DSP sarà ora sottoposto al Consiglio dell’UE per la sua adozione definitiva. Gli Stati membri dovranno quindi recepire la direttiva nei rispettivi ordinamenti nazionali il prima possibile, entro il termine del 1º novembre 2009.

L’obiettivo della DSP è assicurare che i pagamenti entro i confini dell’Unione europea, in particolare mediante bonifico, addebito preautorizzato e carta di pagamento, diventino semplici, efficienti e sicuri quanto lo sono oggi quelli nazionali all’interno dei singoli Stati membri, fornendo il fondamento giuridico necessario per l’istituzione dell’Area unica dei pagamenti in euro ( Single Euro Payments Area, SEPA). La direttiva rafforzerà i diritti e la tutela di tutti gli utenti dei servizi di pagamento (consumatori, esercizi al dettaglio, piccole e grandi imprese, autorità pubbliche).

La Banca centrale europea (BCE) e la Commissione europea, animate da una concezione comune della SEPA, tengono sotto costante osservazione e supportano il processo che condurrà alla realizzazione dell’Area unica dei pagamenti in euro. Per maggiori informazioni si invita a consultare il comunicato stampa congiunto del 4 maggio 2006 ( http://www.ecb.europa.eu/press/pr/date/2006/html/pr060504_1.it.html).

La BCE e la Commissione europea considerano l’adozione della DSP da parte del Parlamento europeo un passo avanti decisivo verso la creazione della SEPA. Attraverso l’armonizzazione del quadro giuridico vigente, la direttiva agevolerà notevolmente l’applicazione operativa degli strumenti SEPA nell’ambito del settore bancario, nonché la loro adozione da parte degli utenti finali. Si getteranno, in tal modo, le basi per un mercato “domestico” unico dei pagamenti in euro. La direttiva rafforzerà, inoltre, la tutela dei consumatori e promuoverà la concorrenza e l’innovazione istituendo un adeguato schema di vigilanza prudenziale per i soggetti entranti nel mercato dei pagamenti al dettaglio. Ciò dovrebbe incoraggiare il progresso tecnologico e la realizzazione di nuovi prodotti, quali la fatturazione elettronica, di cui può beneficiare considerevolmente l’economia nel suo insieme.

Il Consiglio europeo per i pagamenti e il settore bancario europeo in generale hanno finora compiuto progressi significativi verso la creazione della SEPA. In seguito all’adozione della proposta di DSP da parte del Parlamento europeo, la BCE e la Commissione europea sollecitano il settore bancario e tutte le altre parti interessate a preservare questo slancio e a intensificare i preparativi per l’introduzione della SEPA entro il 1º gennaio 2008, per poi procedere con tempestività alla sua efficace applicazione operativa. La BCE e la Commissione europea continueranno a sostenere questi sforzi.

European Commission, DG Internal Market

Contatti per i media