COMUNICATO STAMPA

Prima fase di transizione alla lista unica di garanzie prevista nella nuova versione delle “Caratteristiche generali”

30 maggio 2005

Come annunciato nel comunicato stampa del 21 febbraio 2005, entra oggi in vigore la versione riveduta del documento dal titolo L’attuazione della politica monetaria unica nell’area dell’euro – Caratteristiche generali degli strumenti e delle procedure di politica monetaria dell’Eurosistema (di seguito “Caratteristiche generali”). Il nuovo testo comprende tutte le modifiche dell’assetto operativo dell’Eurosistema per la conduzione della politica monetaria che sono state approvate dal Consiglio direttivo da febbraio 2004. Tali modifiche riguardano principalmente le norme vigenti per le attività idonee e sono connesse all’attuazione della prima fase di transizione verso la “lista unica di garanzie” nell’ambito dell’assetto di politica monetaria dell’Eurosistema. I cambiamenti più importanti sono di seguito presentati in sintesi.

Inclusione nella lista di primo livello degli strumenti di debito denominati in euro emessi da soggetti residenti in paesi del G10 non appartenenti allo Spazio economico europeo

Il 1° luglio 2005 determinati strumenti di debito emessi da soggetti residenti in paesi del G10 non appartenenti allo Spazio economico europeo (attualmente Stati Uniti, Canada, Giappone e Svizzera) saranno inseriti nella lista delle attività idonee pubblicata sul sito Internet della BCE.

Va rilevato che a partire da tale data verranno inclusi soltanto gli strumenti conformi ai criteri di idoneità previsti dall’Eurosistema per la lista di primo livello, compreso il requisito della denominazione in euro, nonché dotati di valutazione legale sul quadro giuridico di riferimento e sulle norme applicabili in caso di esecuzione dei diritti dell’Eurosistema.

Qualora le controparti desiderino utilizzare a garanzia strumenti appartenenti a questa categoria ma non ancora compresi nella lista delle attività idonee in vigore dal 1° luglio 2005, devono rivolgersi alla rispettiva banca centrale nazionale (BCN) per ottenere indicazioni sulle procedure previste per la loro possibile inclusione.

Strumenti di debito emessi da enti creditizi

Il criterio in base al quale gli strumenti di debito non garantiti emessi da enti creditizi devono avere un rating proprio o del rispettivo programma è stato abolito: basta il rating dell’emittente. Gli strumenti divenuti accettabili a seguito di questa modifica figurano ora nella lista delle attività idonee pubblicata sul sito Internet della BCE.

Strumenti di debito ammessi, quotati o negoziati in un mercato non regolamentato

In seguito alla pubblicazione dell’elenco preliminare (cfr. comunicato stampa del 10 maggio 2004 dal titolo “Revisione del sistema delle garanzie dell’Eurosistema: il primo passo verso l’introduzione della lista unica”), la BCE rende oggi noto l’elenco definitivo dei mercati non regolamentati accettati dall’Eurosistema in quanto conformi al suo schema di garanzie (cfr. tavola 1). Le attività ammesse, quotate o negoziate in uno di tali mercati risultano immediatamente idonee se soddisfano tutti gli altri criteri esposti nella sezione 6.2 delle Caratteristiche generali.

Tavola 1

Ubicazione del mercato Denominazione del mercato
Belgio Mercato fuori borsa (over the counter, OTC) dei buoni del Tesoro belgi (BTB)
Germania Mercato non ufficiale (Freiverkehr) di una borsa tedesca
Mercato MTS Deutschland dei Bubills
Francia Mercati dei titoli di Stato (Bons du Trésor: BTF/BTAN)
Mercato della carta commerciale francese (billets de trésorerie)
Mercato delle notes a medio termine francesi (BMTN)
Paesi Bassi Mercato monetario OTC dei certificati del Tesoro olandesi (DTC)
Austria Terzo mercato (Dritter Markt)
Finlandia Mercato monetario dei buoni del Tesoro (programma relativo ai buoni del Tesoro finlandesi)
MTS Finland
Regno Unito Mercato OTC degli Euro Bills della Bank of England

L’elenco riportato nella tavola 1 sarà sottoposto a riesame almeno con cadenza annuale. Si rammenta che le attività attualmente idonee ma non ammesse, quotate o negoziate in uno dei mercati non regolamentati elencati nella tavola 1 continueranno a essere accettate fino a maggio 2007. Dopo questa data le attività che seguitano a essere scambiate solo in mercati non ammessi saranno escluse dal novero degli strumenti idonei.

Contatti per i media