COMUNICATO STAMPA

Integrazione delle banche centrali nazionali dei nuovi Stati membri nell’Accordo tra banche centrali sugli AEC II

3 maggio 2004

Le procedure operative previste per gli Accordi europei di cambio nella Terza fase dell’Unione economica e monetaria (AEC II) sono definite in un accordo stipulato il 1° settembre 1998 fra la Banca centrale europea (BCE) e le banche centrali nazionali (BCN) degli Stati membri non appartenenti all’area dell’euro (Accordo tra banche centrali sugli AEC II). Il 1° maggio 2004 le BCN dei dieci nuovi Stati membri dell’Unione europea sono divenute parti di tale accordo.

L’Accordo tra banche centrali sugli AEC II del 1° settembre 1998 e l’atto relativo all’integrazione dei nuovi Stati membri sono disponibili nella sezione “Publications” del sito Internet della BCE.

Contatti per i media