Programmi coordinati dalla BCE giunti a compimento

La BCE e le banche centrali nazionali (BCN) dell’Unione europea partecipano ormai da tempo a programmi pluriennali di cooperazione fra banche centrali finanziati dalla Commissione europea.

In particolare, le banche centrali di paesi con prospettive di adesione all’UE e le banche centrali di Russia ed Egitto sono state coinvolte in programmi di cooperazione tecnica con la BCE e le BCN dell’Unione europea per lo sviluppo delle risorse umane e della capacità istituzionale.

Banca centrale del Montenegro (2014-2015)

Da settembre 2014 a marzo 2015 la BCE e dieci banche centrali nazionali dell’UE sono state impegnate, insieme alla Banca centrale del Montenegro, in un programma incentrato su sei ambiti analitici:

  • contabilità
  • integrazione nell’UE
  • operazioni finanziarie e bancarie
  • stabilità finanziaria
  • rischi operativi e continuità operativa
  • statistiche

L’obiettivo della cooperazione era individuare gli ambiti in cui la Banca centrale del Montenegro doveva compiere progressi per raggiungere un livello comparabile a quello del SEBC.

Hanno partecipato al programma le seguenti BCN dell’UE:

  • Deutsche Bundesbank
  • Eesti Pank
  • Bank of Greece
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banco de Portugal
  • Banka Slovenije
  • Národná banka Slovenska
Comunicati stampa
Banche centrali di tre paesi dei Balcani occidentali (2014-2015)

Da gennaio 2014 a giugno 2015 la BCE e 11 banche centrali nazionali dell’UE hanno prestato supporto alle banche centrali di tre paesi dei Balcani occidentali candidati o potenzialmente candidati all’adesione all’UE. Il programma includeva un esame dell’operato della Banca di Albania, per una durata di sei mesi, in 13 ambiti:

  • stabilità finanziaria
  • tecnologie informatiche
  • revisione interna
  • vigilanza bancaria
  • sistemi di pagamento
  • banconote ed emissione
  • comunicazione
  • integrazione nell’UE
  • risorse umane
  • servizi legali
  • rilevazione contabile e rendicontazione finanziaria
  • analisi e operazioni di politica monetaria
  • statistiche

Successivamente è stato condotto un esame dell’attività della Banca centrale della Repubblica del Kosovo, per una durata di sei mesi, in sette ambiti:

  • stabilità finanziaria
  • tecnologie informatiche
  • revisione interna
  • vigilanza bancaria
  • sistemi di pagamento
  • integrazione nell’UE
  • amministrazione

L’obiettivo della cooperazione era individuare gli ambiti in cui le due banche centrali dovevano compiere progressi per raggiungere un livello comparabile con quello del SEBC. Il programma includeva inoltre la preparazione di un progetto con la Banca nazionale della Repubblica di Macedonia.

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Българска народна банка (Banca nazionale di Bulgaria)
  • Česká národní banka
  • Deutsche Bundesbank
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • Bank Ċentrali ta’ Malta / Central Bank of Malta
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banco de Portugal
  • Banka Slovenije
  • Národná banka Slovenska
Comunicati stampa
Banca nazionale della Repubblica di Macedonia (2012-2013)

Dal 15 ottobre 2012 al 14 luglio 2013 la BCE e 10 banche centrali nazionali dell’UE hanno assistito la Banca nazionale della Repubblica di Macedonia nell’individuazione delle aree specifiche in cui essa doveva compiere progressi per raggiungere un livello comparabile a quello della banca centrale di uno Stato membro dell’UE. Dieci le aree individuate:

  • contabilità
  • banconote
  • analisi e ricerca economica
  • risorse umane
  • tecnologie informatiche
  • revisione interna
  • servizi legali
  • politica monetaria e del cambio
  • sistemi di pagamento
  • statistiche

Detto livello andrebbe conseguito prima che il paese diventi uno Stato membro dell’UE e la Banca nazionale della Repubblica di Macedonia entri a far parte del SEBC.

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Deutsche Bundesbank
  • Eesti Pank
  • Banc Ceannais na hÉireann / Central Bank of Ireland
  • Banco de España
  • Banca d’Italia
  • Bank Ċentrali ta’ Malta / Central Bank of Malta
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banka Slovenije
  • Národná banka Slovenska

Anche la Българска народна банка (Banca nazionale di Bulgaria) ha messo a disposizione esperti a sostegno del programma.

Comunicati stampa
Banca nazionale di Serbia (2011-2013)

Dal 1  febbraio 2011 al 31 dicembre 2013 la BCE e 21 banche centrali nazionali dell’UE hanno prestato supporto alla Banca nazionale di Serbia nel dotarsi degli standard dell’Unione per l’attività di banca centrale in preparazione all’adesione del paese all’UE.

Il programma, della durata di 35 mesi, ha fatto seguito alla valutazione delle esigenze condotta negli anni 2008-2009 e ha riguardato 13 settori di attività della banca centrale, alcuni dei quali già contemplati in tale valutazione:

  • vigilanza finanziaria
  • armonizzazione giuridica
  • liberalizzazione della circolazione dei capitali
  • gestione delle riserve valutarie
  • operazioni di politica monetaria e di cambio
  • tutela dei consumatori di servizi finanziari
  • sostegno all’adesione all’UE
  • analisi e ricerca economica
  • statistiche
  • sistemi di pagamento
  • stabilità finanziaria
  • tecnologie informatiche
  • rilevazione contabile e rendicontazione finanziaria

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Nationale Bank van België / Banque Nationale de Belgique
  • Българска народна банка (Banca nazionale di Bulgaria)
  • Česká národní banka
  • Deutsche Bundesbank
  • Eesti Pank
  • Banc Ceannais na hÉireann / Central Bank of Ireland
  • Bank of Greece
  • Banco de España
  • Banque de France
  • Central Bank of Cyprus
  • Banque centrale du Luxembourg
  • Magyar Nemzeti Bank
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Narodowy Bank Polski
  • Banco de Portugal
  • Banca Naţională a României
  • Banka Slovenije
  • Národná banka Slovenska
  • Suomen Pankki - Finlands Bank
  • Bank of England
Comunicati stampa
Banca centrale della Bosnia-Erzegovina (2010-2011)

Dal 1  aprile 2010 al 30 settembre 2011 la BCE e sette banche centrali nazionali dell’Eurosistema hanno prestato supporto alla Banca centrale della Bosnia-Erzegovina nel dotarsi degli standard dell’Unione europea per l’attività di banca centrale in preparazione all’adesione del paese all’UE.

Hanno contribuito al programma anche esperti della Българска народна банка (Banca centrale di Bulgaria) e della Banca Naţională a României.

Il programma, della durata di 18 mesi, ha fatto seguito alla valutazione delle esigenze condotta nel 2007 e ha riguardato sei settori di attività della banca centrale, di cui i primi tre rispecchiavano le raccomandazioni della valutazione del 2007:

  • statistiche
  • analisi e ricerca economica
  • stabilità finanziaria
  • armonizzazione della legislazione con l’UE
  • coordinamento dell’integrazione con l’UE
  • miglioramento dei servizi informatici presso la Banca centrale della Bosnia-Erzegovina

Banche centrali nazionali dell’Eurosistema che hanno partecipato al programma:

  • Deutsche Bundesbank
  • Bank of Greece
  • Banco de España
  • Banca d’Italia
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banka Slovenije
Comunicati stampa
Rafforzamento della vigilanza macro e microprudenziale nei paesi candidati o potenzialmente candidati all’adesione all’UE (2010-2012)

Dal 19 gennaio 2010 al 18 gennaio 2012 la BCE, insieme a 14 banche centrali nazionali dell’Eurosistema, ha offerto un programma di assistenza ai paesi candidati o potenzialmente candidati all’adesione all’UE.

Lo scopo era rafforzare la vigilanza macro e microprudenziale nei Balcani occidentali e in Turchia.

L’Eurosistema ha condotto il programma in stretta collaborazione con la comunità finanziaria internazionale, usufruendo delle competenze di organi e istituzioni con sede a Basilea, Bruxelles, Londra e Washington D.C. già impegnati a perseguire lo stesso obiettivo di verificare e rafforzare l’assetto di vigilanza, in linea anche con la raccomandazione del G20.

Il programma ha contemplato nel primo anno più di 20 eventi formativi e tre seminari ad alto livello sulle politiche economiche, con il coinvolgimento di circa 36 istituzioni.

Nel secondo anno si sono svolte attività di sostegno bilaterale per assistere gli otto beneficiari nello sviluppo di specifiche capacità di vigilanza; in seguito hanno avuto luogo esercizi di simulazione per verificare il grado di preparazione e la capacità di gestione delle crisi.

Banche centrali nazionali dell’Eurosistema che hanno partecipato al programma:

  • Nationale Bank van België / Banque Nationale de Belgique
  • Bank of Greece
  • Banco de España
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • Central Bank of Cyprus
  • Banque centrale du Luxembourg
  • Bank Ċentrali ta’ Malta / Central Bank of Malta
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banco de Portugal
  • Banka Slovenije
  • Národná banka Slovenska
  • Suomen Pankki - Finlands Bank

Paesi candidati o potenzialmente candidati all’adesione all’UE che hanno partecipato al programma:

  • Croazia
  • ex Repubblica iugoslava di Macedonia
  • Albania
  • Bosnia-Erzegovina
  • Montenegro
  • Turchia
  • Serbia
  • Kosovo (nel quadro di UNSCR 1244/99)
Comunicati stampa
Banca nazionale di Serbia (2008-2009)

Dal 1  settembre 2008 al 31 maggio 2009 la BCE e 17 banche centrali nazionali dell’UE hanno assistito la Banca nazionale di Serbia nell’individuazione delle aree specifiche in cui essa doveva compiere progressi per raggiungere un livello comparabile a quello della banca centrale di uno Stato membro dell’UE.

Sono stati individuati sei settori di attività della banca centrale:

  • vigilanza bancaria
  • armonizzazione della legislazione con l’acquis communautaire per quanto di competenza della Banca nazionale di Serbia
  • liberalizzazione della circolazione dei capitali
  • conduzione della politica monetaria e regime di cambio
  • statistiche monetarie, finanziarie e di bilancia dei pagamenti
  • tutela dei consumatori di servizi finanziari

Detto livello andrebbe conseguito prima che la Serbia diventi uno Stato membro dell’UE e la Banca nazionale di Serbia entri a far parte del SEBC.

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Nationale Bank van België / Banque Nationale de Belgique
  • Българска народна банка (Banca nazionale di Bulgaria)
  • Česká národní banka
  • Danmarks Nationalbank
  • Deutsche Bundesbank
  • Eesti Pank
  • Bank of Greece
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • Central Bank of Cyprus
  • Latvijas Banka
  • Magyar Nemzeti Bank
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Narodowy Bank Polski
  • Banca Naţională a României
  • Bank of England
Comunicati stampa
Banca centrale della Bosnia-Erzegovina (2007)

Dal 1  marzo al 31 agosto 2007 la BCE e otto banche centrali nazionali dell’UE hanno assisitito la Banca centrale della Bosnia-Erzegovina nell’individuazione degli ambiti specifici in cui essa doveva compiere progressi per raggiungere un livello comparabile a quello della banca centrale di uno Stato membro dell’UE.

Sono state individuate sette aree:

  • coordinamento tra organi di vigilanza
  • analisi e ricerca economica
  • stabilità finanziaria
  • revisione interna
  • adozione di una strategia di politica monetaria nel quadro di un regime di currency board
  • sistemi di pagamento
  • statistiche

Detto obiettivo andrebbe conseguito prima che la Bosnia-Erzegovina diventi uno Stato membro dell’UE e la sua banca centrale entri a far parte del SEBC.

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Deutsche Bundesbank
  • Eesti Pank
  • Bank of Greece
  • Banco de España
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banka Slovenije
Comunicati stampa
Banca centrale d’Egitto (2009-2012)

Dal 1  gennaio 2009 al 31 marzo 2012 la BCE e sette banche centrali nazionali dell’UE hanno assistito la Banca centrale d’Egitto nel rafforzamento della vigilanza bancaria esercitata nel paese.

Il programma prevedeva il graduale aggiornamento di norme, regolamenti, schemi di rilevazione e prassi di vigilanza dell’istituto per assicurare la conformità con le disposizioni di Basilea 2, in linea con la strategia definita dalla Banca centrale d’Egitto e presentata alle banche commerciali in un evento svoltosi al Cairo il 14 ottobre 2009.

Il processo di riforma prevedeva la consultazione del settore bancario su aspetti qualitativi nonché studi di impatto quantitativo.

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Българска народна банка (Banca nazionale di Bulgaria)
  • Česká národní banka
  • Deutsche Bundesbank
  • Bank of Greece
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • Banca Naţională a României
Comunicati stampa
Banca di Russia (2008-2011)

Dal 1  aprile 2008 al 31 marzo 2011 la BCE e otto banche centrali nazionali dell’Eurosistema hanno fornito assistenza alla banca centrale della Federazione russa (Banca di Russia) nei settori della vigilanza bancaria e della revisione interna.

La componente relativa alla vigilanza bancaria aveva lo scopo di coadiuvare la Banca di Russia nel mantenimento della stabilità del sistema bancario nazionale attraverso la modernizzazione di norme, politiche e prassi di vigilanza in linea con i principi introdotti dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria e accettati a livello mondiale, generalmente noti come Schema di regolamentazione di Basilea 2, sulla scorta dell’esperienza maturata tramite l’attuazione di Basilea 2 nell’Unione europea.

La componente relativa alla revisione interna era intesa a sostenere la Banca di Russia nel potenziamento della funzione di revisione interna basata sul rischio, attraverso la formazione e la consulenza fornite dagli esperti dell’Eurosistema sulle migliori prassi adottate nell’ambito di quest’ultimo, sia in termini generali sia con specifico riferimento alla revisione interna della gestione delle riserve valutarie e all’impiego di strumenti e sistemi informatici.

Banche centrali nazionali dell’Eurosistema che hanno partecipato al programma:

  • Deutsche Bundesbank
  • Bank of Greece
  • Banco de España
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Suomen Pankki - Finlands Bank
Comunicati stampa
Banca centrale d’Egitto (2005-2007)

Dal 1  dicembre 2005 al 30 novembre 2007 la BCE e quattro banche centrali dell’Eurosistema hanno assistito la Banca centrale d’Egitto nella revisione complessiva delle procedure amministrative e operative della funzione di vigilanza bancaria ai fini dell’adozione di un approccio basato sul rischio.

I lavori hanno riguardato sei settori:

  • vigilanza cartolare
  • ispezioni
  • analisi macroprudenziale
  • definizione di regolamenti e standard
  • metodologia e tecnologie informatiche
  • percorso formativo per addetti alla vigilanza bancaria

Nell’arco di due anni sono state organizzate oltre 70 iniziative, fra cui missioni di esperti, visite di studio, corsi di formazione professionale e altre procedure di consultazione.

Banche centrali nazionali dell’Eurosistema che hanno partecipato al programma:

  • Deutsche Bundesbank
  • Bank of Greece
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
Comunicati stampa
Banca di Russia (2003-2005)

Dal 1  novembre 2003 al 31 ottobre 2005 la BCE e nove banche centrali nazionali dell’UE unitamente a tre autorità di vigilanza diverse dalle banche centrali hanno offerto assistenza alla Banca centrale della Federazione russa (Banca di Russia), impegnata ad attuare una metodologia di vigilanza bancaria basata sul rischio.

Il programma ha consentito di formare in totale 1.000 responsabili della vigilanza presso le filiali regionali della Banca di Russia e di condividere le procedure di vigilanza basate sul rischio in uso nell’UE.

Sono stati tenuti 64 corsi di aggiornamento e quattro seminari ad alto livello in Russia; inoltre esperti della Banca di Russia hanno visitato le autorità di vigilanza bancaria nell’UE.

È stato altresì predisposto il manuale “Banking supervision – European experience and Russian practice”, in inglese e russo, come testo di autodidattica per il personale della Banca di Russia.

Banche centrali nazionali dell’UE che hanno partecipato al programma:

  • Deutsche Bundesbank
  • Banc Ceannais na hÉireann / Central Bank of Ireland
  • Banco de España
  • Banque de France
  • Banca d’Italia
  • De Nederlandsche Bank
  • Oesterreichische Nationalbank
  • Banco de Portugal
  • Suomen Pankki - Finlands Bank

Autorità di vigilanza diverse dalle banche centrali che hanno partecipato al programma:

  • Rahoitustarkastus / Finansinspektionen
  • Finansinspektionen
  • Financial Services Authority
Comunicati stampa