Disciplina generale

  1. Accordo interistituzionale tra il Parlamento europeo e la BCE sulle modalità pratiche dell’esercizio della responsabilità democratica e della supervisione sull’esecuzione dei compiti attribuiti alla BCE nel quadro del Meccanismo di vigilanza unico GU L 320 del 30.11.2013, pag. 2.
  2. Regolamento della BCE, del 16 aprile 2014, che istituisce il quadro di cooperazione nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico tra la BCE e le autorità nazionali competenti e con le autorità nazionali designate (Regolamento quadro sull’MVU)  (BCE/2014/17), GU L 141 del 14.5.2014, pag. 1.
  3. Raccomandazione per un Regolamento del Consiglio che modifica il Regolamento (CE) N. 2532/98 sul potere della BCE di irrogare sanzioni  (BCE/2014/19), GU C 144 del 14.5.2014, pag. 2.
  4. Decisione relativa all'istituzione di una Commissione amministrativa del riesame e alle relative norme di funzionamento (BCE/2014/16), GU L 175 del 14.6.2014, pag. 47.
  5. Decisione della BCE del 19 febbraio 2004 che adotta il regolamento interno della BCE (BCE/2004/2), GU L 80 del 18.3.2004, pag. 33.Ulteriori informazioni
    1. Decisione della BCE, del 18 dicembre 2008, sulla proroga dell’avvio del sistema di rotazione nel Consiglio direttivo della BCE  (BCE/2008/29), GU L 3 del 7.1.2009, pag. 4.Ulteriori informazioni
    2. Decisione della BCE, del 19 marzo 2009, che modifica la decisione BCE/2004/2, del 19 febbraio 2004, che adotta il regolamento interno della BCE  (BCE/2009/5), GU L 100 del 18.4.2009, pag. 10.
    3. Decisione della BCE, del 22 gennaio 2014, che modifica la Decisione BCE/2004/2 che adotta il regolamento interno della BCE  (BCE/2014/1), GU L 95 del 29.3.2014, pag. 56.
    4. Decisione (UE) 2015/716 della BCE, del 12 febbraio 2015, che modifica la decisione BCE/2004/2 che adotta il regolamento interno della BCE (BCE/2015/8), GU L 114 del 5.5.2015, pag. 11.
    5. Decisione (UE) 2016/1717 della BCE, del 21 settembre 2016, che modifica la Decisione BCE/2004/2 che adotta il regolamento interno della BCE  (BCE/2016/27), GU L 258 del 24.9.2016, pag. 17.
    6. Decisione BCE/2004/2. Testo consolidato non ufficiale prodotto dall'Ufficio delle pubblicazioni dell'Unione europea  24.9.2016.
  6. Decisione della BCE, del 31 gennaio 2014, sulla cooperazione stretta con le autorità nazionali competenti degli Stati membri partecipanti la cui moneta non è l'euro  (BCE/2014/5), GU L 198 del 5.7.2014, pag. 7.
  7. Decisione della BCE, del 6 febbraio 2014, sulla nomina di rappresentanti della BCE al Consiglio di vigilanza  (BCE/2014/4), GU L 196 del 3.7.2014, pag. 38.
  8. Regolamento interno del Consiglio di vigilanza della BCE  GU L 182 del 21.6.2014, pag. 56.
    1. Modifica 1/2014 del 15 dicembre 2014 al regolamento interno del Consiglio di vigilanza della BCE  GU L 68 del 13.3.2015, pag. 88.
  9. Decisione della BCE del 4 febbraio 2014 che individua gli enti creditizi soggetti alla valutazione approfondita (BCE/2014/3), GU L 69 dell'8.3.2014, pag. 107.
  10. Decisione (UE) 2015/433 della BCE, del 17 dicembre 2014, relativa all'istituzione di un Comitato etico e al suo regolamento interno (BCE/2014/59), GU L 70 del 14.3.2015, pag. 58.
  11. Regolamento (UE) n. 673/2014 della BCE, del 2 giugno 2014, relativo all'istituzione del Gruppo di mediazione e al suo regolamento interno (BCE/2014/26), GU L 179 del 2.6.2014, pag. 72.
  12. Decisione della BCE, del 2 luglio 2014, relativa alla comunicazione alla BCE di dati in materia di vigilanza segnalati alle autorità nazionali competenti dai soggetti vigilati ai sensi del Regolamento di esecuzione (UE) n. 680/2014 della Commissione  (BCE/2014/29), GU L 214 del 19.7.2014, pag. 34.
  13. Decisione della BCE, del 17 settembre 2014, sull'attuazione della separazione tra le funzioni di politica monetaria e le funzioni di vigilanza della BCE (BCE/2014/39), GU L 300 del 18.10.2014, pag. 57.
  14. Regolamento della BCE, del 22 ottobre 2014, sui contributi per le attività di vigilanza  (BCE/2014/41), GU L 311 del 31.10.2014, pag. 23.
  15. Codice di condotta per i membri del Consiglio di vigilanza della BCE GU C 93 del 20.3.2015, pag. 2.
  16. Raccomandazione della BCE, del 28 gennaio 2015, sulle politiche di distribuzione dei dividendi (BCE/2015/2), GU C 51 del 13.2.2015, pag. 1.
  17. Decisione (UE) 2015/656 della BCE, del 4 febbraio 2015, sulle condizioni in presenza delle quali è consentito agli enti creditizi di includere nel capitale primario di classe 1 (CET1) gli utili di periodo o di fine esercizio in conformità all'articolo 26, paragrafo 2, del Regolamento (UE) n. 575/2013  (BCE/2015/4), GU L 107 del 25.4.2015, pag. 76.
  18. Decisione (UE) 2015/530 della BCE, dell'11 febbraio 2015, sulla metodologia e le procedure per la determinazione e la raccolta dei dati relativi ai fattori per il calcolo della contribuzione utilizzati per calcolare il contributo annuale per le attività di vigilanza (BCE/2015/7), GU L 84 del 28.3.2015, pag. 67.
  19. Regolamento (UE) 2015/534 della BCE, del 17 marzo 2015, sulla segnalazione di informazioni finanziarie a fini di vigilanza  (BCE/2015/13), GU L 86 del 26.3.2015, pag. 13.
  20. Decisione (UE) 2015/811 della BCE, del 27 marzo 2015, relativa all'accesso del pubblico ai documenti della BCE in possesso delle autorità nazionali competenti (BCE/2015/16), GU L 128 del 23.5.2015, pag. 27.
  21. Decisione (UE) 2015/727 della BCE, del 10 aprile 2015, sull'importo complessivo dei contributi annuali per le attività di vigilanza per il primo periodo di contribuzione e per l'anno 2015 (BCE/2015/17), GU L 115 del 6.5.2015, pag. 36.
  22. Decisione (UE) 2015/839 della BCE del 27 aprile 2015 che individua gli enti creditizi soggetti ad una valutazione approfondita  (BCE/2015/21), 6.5.2015.
  23. Indirizzo (UE) 2015/856 della BCE del 12 marzo 2015 che stabilisce i principi di un quadro etico per il Meccanismo di vigilanza unico  (BCE/2015/12), GU L 135 del 2.6.2015, pag. 29.
  24. Decisione (UE) 2016/3 della BCE, del 18 novembre 2015, che stabilisce i principi per la presentazione di un feedback sull'operato dei sub-coordinatori delle autorità nazionali competenti nei gruppi di vigilanza congiunti del Meccanismo di vigilanza unico  (BCE/2015/36), GU L 1 del 5.1.2016, pag. 4.
  25. Decisione (UE) 2015/2218 della BCE del 20 novembre 2015 sulla procedura di esclusione dei membri del personale dalla presunzione di avere un impatto sostanziale sul profilo di rischio di un ente creditizio vigilato (BCE/2015/38), GU L 314 dell'1.12.2015, pag. 66.
  26. Raccomandazione della BCE, del 17 dicembre 2015, sulle politiche di distribuzione dei dividendi  (BCE/2015/49), GU C 438 del 30.12.2015, pag. 1.
  27. Indirizzo (UE) 2016/256 della BCE, del 5 febbraio 2016, relativo all'estensione di regole comuni e norme minime per garantire la riservatezza delle informazioni statistiche raccolte dalla BCE assistita dalle banche centrali nazionali alle autorità nazionali competenti degli Stati membri partecipanti e alla BCE nell'esercizio di funzioni di vigilanza  (BCE/2016/1), GU L 47 del 25.2.2016, pag. 16.
  28. Regolamento (UE) 2016/445 della BCE, del 14 marzo 2016, sull'esercizio delle opzioni e delle discrezionalità previste dal diritto dell'Unione  (BCE/2016/4), GU L 78 del 24.3.2016, pag. 60.
  29. Decisione (UE) 2016/661 della BCE, del 15 aprile 2016, sull'importo complessivo dei contributi annuali per le attività di vigilanza per l'anno 2016 (BCE/2016/7), GU L 114 del 28.4.2016, pag. 14.
  30. Decisione (UE) 2016/1162 della BCE, del 30 giugno 2016, sulla comunicazione di informazioni riservate nell'ambito di indagini penali  (BCE/2016/19), GU L 192 dell'11.7.2016, pag. 73.
  31. Indirizzo (UE) 2016/1993 della BCE, del 4 novembre 2016, che stabilisce principi per il coordinamento della valutazione ai sensi del Regolamento (UE) n. 575/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio e il monitoraggio di sistemi di tutela istituzionale di cui fanno parte enti significativi e meno significativi  (BCE/2016/37), GU L 306 del 15.11.2016, pag. 32.
  32. Indirizzo (UE) 2016/1994 della BCE, del 4 novembre 2016, relativo al metodo per il riconoscimento dei sistemi di protezione istituzionale a fini prudenziali da parte delle autorità nazionali competenti ai sensi del Regolamento (UE) n. 575/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio (BCE/2016/38), GU L 306 del 15.11.2016, pag. 37.