COMUNICATO STAMPA

ELA alle banche greche mantenuta al livello corrente

28 giugno 2015
  • La BCE prende atto della decisione sul referendum in Grecia e del non prolungamento del programma di aggiustamento dell’UE.
  • La BCE opererà in stretta collaborazione con la Bank of Greece per preservare la stabilità finanziaria.
  • L’erogazione di liquidità di emergenza è mantenuta al livello di venerdì (26 giugno 2015).
  • Il Consiglio direttivo è pronto a rivedere la decisione.
  • Il Consiglio direttivo segue da vicino la situazione e le potenziali implicazioni per l’orientamento di politica monetaria.

Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha oggi accolto con favore l’impegno dei ministri dei paesi dell’area dell’euro a intraprendere tutte le misure necessarie per migliorare ulteriormente la capacità di tenuta delle economie dell’area, nonché a tenersi pronti ad adottare provvedimenti incisivi per rafforzare l’Unione economica e monetaria.

In seguito alla decisione delle autorità greche di indire un referendum e al non prolungamento del programma di aggiustamento dell’UE per la Grecia, il Consiglio direttivo ha dichiarato che opererà in stretta collaborazione con la Bank of Greece per preservare la stabilità finanziaria.

Date le attuali circostanze, il Consiglio direttivo ha deciso di mantenere invariato rispetto a venerdì (26 giugno 2015) il livello massimo stabilito per l’erogazione di liquidità di emergenza (Emergency liquidity assistance, ELA) alle banche greche.

Il Consiglio direttivo è pronto a riconsiderare tale decisione.

Il Presidente della BCE Mario Draghi ha dichiarato: “Continuiamo a operare in stretta collaborazione con la Bank of Greece e sosteniamo con forza l’impegno degli Stati membri a intervenire per affrontare le fragilità delle economie dell’area dell’euro.”

Yannis Stournaras, Governatore della Bank of Greece, ha dichiarato: “La Bank of Greece, in quanto membro dell’Eurosistema, adotterà tutte le misure necessarie al fine di assicurare la stabilità finanziaria per i cittadini greci in queste difficili circostanze.”

Il Consiglio direttivo segue da vicino la situazione dei mercati finanziari nonché le potenziali implicazioni per l’orientamento di politica monetaria e l’equilibrio dei rischi per la stabilità dei prezzi nell’area dell’euro. Il Consiglio direttivo è determinato a ricorrere a tutti gli strumenti disponibili nell’ambito del suo mandato.

Per eventuali richieste gli organi di informazione sono invitati a contattare William Lelieveldt (tel. +49 69 1344 7316).

Contatti per i media