COMUNICATO STAMPA

L’Estonia entra a far parte dell’area dell’euro

1 gennaio 2011

Oggi l’euro è stato introdotto con successo in Estonia. Sono così saliti a 17 gli Stati membri dell’UE che utilizzano la moneta unica europea e a circa 331 milioni i cittadini europei che la condividono. La Banca centrale europea (BCE) accoglie con soddisfazione questo ulteriore allargamento dell’area dell’euro.

Con l’adozione dell’euro da parte dell’Estonia la banca centrale nazionale di questo paese, la Eesti Pank, diviene membro dell’Eurosistema, il sistema di banche centrali dell’area dell’euro che comprende la BCE e le oggi 17 banche centrali nazionali degli Stati membri dell’UE che hanno introdotto la moneta unica. Conformemente allo Statuto del Sistema europeo di banche centrali e della Banca centrale europea, la Eesti Pank ha versato la rimanente parte della quota di capitale della BCE da essa sottoscritta e ha trasferito alla BCE il proprio contributo alle riserve ufficiali di quest’ultima.

Il fabbisogno di liquidità dell’area dell’euro e il volume di aggiudicazione di riferimento divulgati il 28 dicembre 2010 tenevano già conto dell’integrazione delle istituzioni finanziarie monetarie (IFM) estoni nel sistema bancario dell’area dell’euro a decorrere dal 1° gennaio 2011. Le controparti estoni dell’Eurosistema potranno partecipare alle operazioni di mercato aperto della BCE annunciate dopo il 1° gennaio 2011.

L’elenco delle IFM situate in Estonia che sono soggette a riserva obbligatoria è pubblicato nel sito Internet della BCE, unitamente agli elenchi delle IFM ubicate negli altri Stati membri dell’UE che hanno adottato l’euro. È stato anche previsto un periodo di mantenimento transitorio dal 1° al 18 gennaio 2011 ai fini dell’imposizione degli obblighi di riserva alle IFM estoni. Inoltre, le attività situate in Estonia stanziabili come garanzia nelle operazioni di finanziamento dell’Eurosistema sono state aggiunte alla lista della attività negoziabili idonee dell’area dell’euro, che può essere consultata nel sito Internet della BCE.

Changeover Estonia

  • The euro - our money

Contatti per i media