COMUNICATO STAMPA

Dichiarazione della Commissione europea, della BCE e dell’FMI sulla missione di valutazione intermedia in Grecia

17 giugno 2010

Fra il 14 e il 17 giugno gruppi di esperti della Commissione europea, della Banca centrale europea (BCE) e del Fondo monetario internazionale (FMI) hanno visitato Atene per esaminare i recenti sviluppi e l’attuazione delle politiche nel quadro del programma economico per la Grecia.

Sebbene la missione non abbia intrapreso una valutazione complessiva in questa occasione, dai colloqui condotti si evince che il programma procede nel rispetto delle scadenze prestabilite e che le politiche vengono attuate secondo le linee convenute:

  • sul piano della finanza pubblica si riscontra un andamento positivo; le entrate a livello dell’amministrazione centrale si rivelano prossime alle aspettative e il bilancio dello Stato contempla un attento controllo della spesa; sulla base dei dati di cassa preliminari, fino alla fine di maggio, il disavanzo del bilancio dello Stato è risultato inferiore a quanto previsto nel programma; una valutazione definitiva dovrebbe tenere conto degli andamenti esterni all’amministrazione centrale, in merito ai quali non si dispone al momento di informazioni complete;
  • la riforma delle pensioni si trova in uno stadio avanzato ed è stato raggiunto un accordo in merito a numerosi parametri chiave previsti nel protocollo d’intesa; le autorità competenti stanno svolgendo le proiezioni necessarie a valutare quale sarà il contributo della riforma pensionistica al miglioramento della sostenibilità delle finanze pubbliche nel lungo periodo;
  • si registrano progressi anche in relazione alle altre riforme strutturali, che interessano fra l’altro l’amministrazione locale, le privatizzazioni, il mercato del lavoro e il sistema tributario;
  • per quanto riguarda il settore finanziario si osservano buoni progressi verso l’istituzione di un fondo di stabilità finanziaria; rimane adeguata la liquidità del settore finanziario.

Le prossime tappe: i tre gruppi di esperti faranno ritorno ad Atene sul finire di luglio per condurre un esame esaustivo nel quadro del programma, che includerà una valutazione dei progressi compiuti in relazione agli obiettivi quantitativi e ai parametri di riferimento a fine giugno. Si tratterà del primo esame formale effettuato nell’ambito del programma. Il buon esito di tale esame consentirebbe alla Grecia di effettuare un secondo prelievo a titolo del programma.

Contatti per i media