COMUNICATO STAMPA

Quarto rapporto sui progressi compiuti nella realizzazione di un’area unica dei pagamenti in euro: obiettivi e scadenze

17 febbraio 2006

Nel quarto rapporto sui progressi compiuti nella realizzazione di un’area unica dei pagamenti in euro (AUPE), che viene oggi pubblicato, il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) espone gli obiettivi ultimi dell’AUPE.

Il rapporto, che è stato discusso con la Commissione europea, invita a elaborare soluzioni di pagamento orientate al futuro, semplici, facilmente utilizzabili ed efficienti in termini di costi, per rispondere alle esigenze dei diversi segmenti di clientela. Il settore bancario deve sviluppare i modelli funzionali corrispondenti a livello di area dell’euro, mentre i piani di transizione saranno principalmente definiti all’interno dei singoli paesi, con l’ausilio delle banche centrali nazionali. Il Consiglio direttivo approva le scadenze del 2008 e del 2010, già concordate, e sottolinea la necessità di una buona gestione del progetto e di un’efficace strategia di comunicazione.

Una parte del rapporto è dedicata agli strumenti di pagamento dell’AUPE: bonifici, addebiti preautorizzati, carte. Il documento presenta le aspettative del Consiglio direttivo, i tempi di esecuzione corrispondenti e una valutazione del lavoro già svolto dal settore bancario europeo. Vengono, inoltre, identificati gli ambiti in cui occorre attivarsi con maggiore impegno per tenere conto delle attese di tutte le parti interessate: società, piccole e medie imprese, cittadini e autorità pubbliche. Per quanto concerne le infrastrutture di pagamento, si prevede il conseguimento dell’interoperabilità entro il 2010, anche se il processo di consolidamento guidato dal mercato non dovesse essere stato ancora ultimato. Infine, si attribuisce particolare rilievo all’esigenza di accelerare l’opera di standardizzazione.

Il rapporto, pubblicato oggi in inglese con il titolo Towards a Single Euro Payments Area – Objectives and Deadlines (4th Progress Report), sarà prossimamente disponibile in altre lingue ufficiali dell’Unione europea.

In seguito alla diffusione di tale documento saranno organizzate ulteriori consultazioni con i rappresentanti delle diverse parti interessate nel progetto AUPE.

European Payments Council

Contatti per i media