COMUNICATO STAMPA

Una giuria internazionale seleziona i tre progetti vincitori del concorso di architettura indetto per la costruzione della nuova sede della BCE

13 febbraio 2004

Una giuria internazionale presieduta da Lucas Papademos, Vicepresidente della Banca centrale europea (BCE), ha oggi selezionato i tre progetti vincitori del concorso mondiale di progettazione architettonica e urbanistica per la costruzione della nuova sede della BCE a Francoforte sul Meno (Germania). La seconda e ultima fase del concorso è così giunta al termine.

Elenco dei vincitori

Primo premio: Coop Himmelb(l)au, Vienna, Austria

Questo progetto rappresenta un’intelligente sintesi fra il vecchio e il nuovo in forme scultoree. L’insieme è composto da tre unità fondamentali: la Grossmarkthalle, un edificio a sviluppo orizzontale (groundscraper) e due torri gemelle poligonali. Nel progetto preliminare sottoposto nella prima fase, l’edificio a sviluppo orizzontale tagliava la Grossmarkthalle e si proiettava sul lungofiume. Nel progetto elaborato per la seconda fase questa struttura è invece disposta parallelamente alla Grossmarkthalle, lasciando intatto l’edificio storico. La Grossmarkthalle, che funge da entrata principale e da spazio pubblico, è collegata alle due torri di uffici attraverso il centro conferenze situato nell’edificio a sviluppo orizzontale. Il progetto è sobrio e funzionale.

Secondo premio: ASP Schweger Assoziierte, Berlino, Germania

Il ponte sospeso (“ponte aereo”) contrasta con la Grossmarkthalle senza sopraffare l’edificio storico, che risulta ben preservato malgrado la sostituzione del tetto con una struttura in vetro. Questo progetto innovativo punta sull’effetto entusiasmante creato dagli edifici a sviluppo verticale collegati mediante il piazzale di ingresso e il piano sopraelevato. Il modulo previsto per una possibile futura espansione consiste in un’ulteriore torre.

Terzo premio: 54f architekten / T. R. Hamzah & Yeang, Darmstadt, Germania / Selangor, Malaysia

Il progetto prolunga gli assi urbani nello spazio della BCE e se ne serve per creare diversi paesaggi ed elementi architettonici. Due torri rettangolari, diverse fra loro, sorgeranno a sud della Grossmarkthalle “arricchendo il profilo urbano preesistente”. La progettazione degli spazi aperti risulta molto accurata. La concezione di postazioni di lavoro a elevato standard qualitativo si basa su considerazioni energetiche e ambientali. Il progetto valorizza lo spazio a disposizione, e le dimensioni delle nuove costruzioni non sono tali da sopraffare la Grossmarkthalle. Si rilevano una buona integrazione con il circondario e il rispetto di numerosi requisiti del programma di articolazione funzionale.

Nel novembre 2002 era stato bandito il concorso per progetti a procedura ristretta articolato in due fasi (si veda il comunicato stampa della BCE del 26 novembre 2002), precedute dalla selezione di ottanta candidati qualificati (si veda il comunicato stampa della BCE del 7 aprile 2003) ed eventualmente seguite da una fase di revisione. Entro il 7 luglio 2003, ossia alla scadenza prevista per la prima fase, settantuno degli ottanta candidati prescelti avevano sottoposto un progetto preliminare. Il 28-29 agosto la giuria ha quindi selezionato i dodici candidati da ammettere alla seconda fase, con inizio il 15 settembre e termine ultimo per la presentazione dei progetti fissato al 12 dicembre.

La giuria ha valutato i dodici progetti sulla base dei seguenti criteri:

  • progettazione urbanistica generale, architettonica e paesaggistica;
  • conformità con i principali aspetti del programma di articolazione funzionale e spaziale;
  • integrazione di soluzioni energetiche e ambientali realizzabili e conformità con i punti salienti dei requisiti tecnici definiti dalla BCE;
  • osservanza della normativa attinente, in particolare in materia di edilizia e ambiente.

In una futura fase di revisione il Consiglio direttivo della BCE inviterà uno o più vincitori a riesaminare i progetti sottoposti, e verrà concordato un progetto finale in collaborazione con la BCE e la Città di Francoforte. Al termine della revisione il Consiglio direttivo assegnerà il contratto per la progettazione della nuova sede a uno dei tre architetti.

Dal 21 febbraio al 14 marzo 2004 il Deutsches Architektur Museum di Francoforte sul Meno ospiterà una mostra aperta al pubblico, dedicata a tutti i progetti elaborati nella prima e nella seconda fase. Il 20 febbraio, alle ore 11.00, si terrà un’anteprima per la stampa.

Per ulteriori informazioni sui progetti vincenti e le immagini dei plastici, si consulti il sito Internet della BCE.

Contatti per i media