COMUNICATO STAMPA

Dichiarazione del Consiglio direttivo in seguito all'avvio dell'azione militare in Iraq

20 marzo 2003

Sono iniziate le operazioni militari in Iraq. Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha riesaminato la situazione economica alla luce delle tensioni geopolitiche ed è pronto a intervenire in caso di necessità. I mercati finanziari possono contare sull'erogazione di sufficiente liquidità anche in condizioni eccezionali, come è stato dimostrato in passato.

La portata e l'entità dell'impatto del confronto militare sull'economia mondiale possono variare in misura significativa, in relazione alle dimensioni assunte dal conflitto e alla sua durata. In questa fase non è pertanto possibile formulare una valutazione definitiva sulle implicazioni di breve-medio periodo per l'area dell'euro.

In tempi di forti tensioni è indispensabile che le autorità preposte alle politiche economiche non perdano di vista la loro responsabilità primaria, al fine di ridurre l'incertezza e di rafforzare la fiducia. La BCE continuerà quindi a effettuare una valutazione approfondita del corso degli eventi alla luce del proprio mandato. Gli sviluppi della situazione saranno seguiti molto attentamente.

Contatti per i media