Cosa sono i Bitcoin?

13 febbraio 2018

I Bitcoin sono stati definiti una “valuta virtuale”. Ma di cosa si tratta veramente? Quali sono le implicazioni per le valute reali?

In sostanza, i Bitcoin sono rappresentazioni digitali di valore, che possono essere scambiate elettronicamente. Non esistono in forma fisica. Anziché una singola autorità o istituzione, è una rete di computer che provvede a creare Bitcoin e a tenerne traccia utilizzando formule matematiche complesse.

I Bitcoin, quindi, sono certamente virtuali, ma non sono una valuta. Per quali motivi?

Bitcoin

Non sono garantiti da nessun soggetto

Non sono emessi da un’autorità pubblica centrale. Se detieni una banconota da €10, ad esempio, la BCE garantisce il tuo diritto a disporne come mezzo di pagamento ovunque ti trovi all’interno dell’area dell’euro. Nessuna autorità tutela invece il diritto a utilizzare i Bitcoin o interviene per mantenerne stabile valore.
Bitcoin

Non costituiscono una forma di pagamento generalmente accettata

Se i Bitcoin fossero una valuta, l’aspettativa sarebbe di poterne fare ampio uso, ma di fatto sono molto limitati gli ambiti in cui puoi effettuare pagamenti in Bitcoin. Inoltre, anche laddove possibile, le operazioni sono lente e costose.
Bitcoin

Gli utenti non sono tutelati

Esiste il rischio di furto di Bitcoin da parte degli hacker. Se ciò accade non sei assistito da tutele legali.
Bitcoin

Il loro valore è estremamente volatile

Una valuta dovrebbe essere una riserva di valore affidabile: con il denaro di cui disponi, dovresti avere la certezza che domani o fra un anno potrai ottenere praticamente la stessa quantità di beni e servizi che puoi acquistare oggi. I Bitcoin non sono stabili. Il loro valore è salito alle stelle ed è precipitato drasticamente nel giro di pochi giorni.

Se non sono una valuta, allora cosa sono?

I Bitcoin sono un’attività speculativa. In altre parole sono una scommessa di profitto, ma con il rischio di perdere il tuo investimento.

La BCE metterà al bando i Bitcoin?

Non compete alla BCE vietare o regolamentare i Bitcoin e le altre criptovalute. Tuttavia, data l’assenza di tutele per il consumatore, è importante esercitare cautela.